La doppia faccia del mio passato, trama e finale del film-tv su Raidue: un thriller sullo stalking

Dopo un’aggressione, Lily cambia città edidentità, ma la paura non la lascia in pace…

Una nuova identità per sfuggire ad un doloroso passato che, però, non sembra essere svanito del tutto: è quanto deve affrontare la protagonista de La doppia faccia del mio passato, il film-tv in onda per il ciclo “Nel segno del giallo” questa sera, sabato 3 luglio 2021, alle 21:05, su Raidue.

La trama de La doppia faccia del mio passato

La doppia faccia del mio passato

Lily Abrams (Sarah Fisher) è una giovane assistente medico, che riceve i complimenti di tutti per la sua bellezza. Lei, consapevole, passa molto tempo a scattarsi selfie davanti allo specchio. Eppure, non ha un fidanzato, tanto da dover ricorrere ad un’app di incontri.

E’ così che conosce Spencer (Stephane Garneau-Monten), un ragazzo che però si mostra troppo ossessionato da lei, motivo per cui Lily lo allontana. Ad un altro incontro, Lily esce con un ragazzo con cui si trova molto bene, ma durante l’appuntamento viene raggiunta da Spencer che, in un momento di follia, uccide il ragazzo e butta Lily contro una finestra, sfregiandole il volto. La giovane, per difendersi, spinge Spencer, facendolo cadere nel vuoto.

Sono passati sei mesi: Lily ha cambiato città e nome, ora si fa chiamare Stella. Cerca di nascondere la cicatrice che le rimasta sul volto con i capelli e vede un terapista per superare il trauma vissuto, che ancora la porta a credere di essere perseguitata.

Trova un nuovo lavoro, sempre come assistente medico dei chirurgi plastici Michael Marlon (Robin Dunne) e Brandon Caden (Kyle Buchanan): se il primo trova nella ragazza una valida collega, il secondo nutre dei dubbi nei suoi confronti. Tra l’altro, è proprio Michael ad operarla alla cicatrice. Lily ricomincia così a lavorare: tar i suoi pazienti, Joshua, che ha appena subito un intervento ed ha il volto coperto da bende.

Lily, però, inizia ad avere delle strane visioni, ma si convince che sia l’effetto delle pillole anti-stress che prende. Proprio questo non piace a Brandon: l’uomo, però, poco dopo viene ricoverato in ospedale per un’aggressione i cui sospetti cadono sulla protagonista. La donna, raccontando la sua versione dei fatti ad una detective, racconta la sua situazione ed i suoi timori che Spencer sia ancora vivo.

Tra Lily e Michael, intanto, l’intesa si fa più intima, tant’è che i due finiscono con il fare l’amore, nonostante lui sia sposato. Il giorno dopo, quando Lily riceve un mazzo di gigli (in inglese “lily”), lo stesso che le aveva dato Spencer al loro incontro, si convince che lo stalker sia lì. Chiede aiuto a Michael, che però l’allontana per non rovinare il rapporto con la moglie Claire (Helena Marie).

-ATTENZIONE: SPOILER SUL FINALE-
Lily, però, ha ragione: Spencer è vivo, è si cela sotto le bende con cui era stato coperto il volto di Joshua. Quando la ragazza lo scopre, prova a ferirlo ad una gamba e scappa, ma Michael, che non capisce la situazione, la licenzia. Spencer, in fuga, raggiunge con una pistola la casa del dottore, che capisce che Lily aveva ragione.

Quest’ultima lo raggiunge e cerca di ingannarlo facendogli credere di essere innamorata di lui per somministragli un sedativo. Ma Spencer fa in tempo a cercare di strangolarla. E’ Michael a porre fine alla scena, sparando ed uccidendo Spencer. Per Lily può cominciare una nuova vita, magari con l’amministratore di condominio Danny, che le ha già fatto qualche avances.

Curiosità sul film-tv

La doppia faccia del mio passato

Andato in onda nel 2020 su Lifetime, il titolo originale del film-tv è “His Fatal Fixation”. Nel cast è da segnalare la presenza di Robin Dunner, noto per essere stato Will Zimmerman in Sanctuary.

La doppia faccia del mio passato, streaming

E’ possibile vedere La doppia faccia del mio passato in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere in Guida Tv/Replay.