Amber Heard ha diffamato Johnny Depp, l’attore: “La giuria mi ha restituito la vita”

La vicenda giudiziaria fra l’attore e la sua ex moglie appassiona in tanti: cosa è successo e qual è il verdetto deciso dalla corte?

Dopo il commento a caldo della sua ex moglie, è il turno di Johnny Depp. Evidentemente soddisfatto del risultato ottenuto afferma:

La giuria mi ha restituito la vita. Sono davvero onorato. Sei anni fa è cambiata per sempre la mia vita, la vita dei miei figli, delle persone a me più vicine e di tutte quelle persone che per tanti anni mi hanno sostenuto e hanno creduto in me. Tutto questo in un battito di ciglia. Accuse false, molto gravi, per condotte criminali sono state mosse contro di me attraverso i media. In un nano secondo tutto questo ha fatto per due volte il giro del mondo e ha avuto un impatto devastante sulla mia vita e sulla mia carriera. Dopo 6 anni, la giuria mi ha ridato la vita.

Il comunicato prosegue:

La mia decisione di portare avanti questa causa, sapendo molto bene quanto fossero alti gli ostacoli legali che avrei dovuto affrontare e sapendo che inevitabilmente la mia vita sarebbe diventata uno show, è stata presa solo dopo una lunga riflessione. Fin dall’inizio, l’obiettivo era quello di rivelare la verità, indipendentemente dall’esito. Il meglio deve ancora venire e un nuovo capitolo è finalmente iniziato. Veritas numquam perit. La verità non muore mai.

Amber Heard colpevole per aver diffamato Johnny Depp, dovrà risarcirlo 15mln di dollari

AGGIORNAMENTO 1/6 ore 21:28 – La giuria ha deciso: Johnny Depp ha vinto, l’ex moglie Amber Heard lo ha diffamato e quindi è obbligata a risarcire l’attore con 15 milioni di euro di danni: 10 milioni in danni compensativi, più 5 milioni in danni punitivi

Il cancelliere del tribunale ha letto ad alta voce il verdetto della giuria che ha ritenuto le dichiarazioni della Heard sul Washington Post come diffamanti. La giuria ha anche rivelato che la Heard aveva agito con “effettiva malizia”, dunque convinti che l’attrice ha rilasciato quelle dichiarazioni al Washington Post sapendo che erano false.

Le prime dichiarazioni rilasciate dalla Amber tramite i social:

La delusione che provo oggi è al di là delle parole. Ho il cuore spezzato dal fatto che la montagna di prove non sia stata sufficiente per resistere al potere, e all’influenza sproporzionata del mio ex marito. Sono ancora più delusa da ciò che questo verdetto significa per le altre donne. E’ una battuta d’arresto. Riporta indietro l’orologio a un tempo in cui una donna che parlava e parlava poteva essere pubblicamente svergognata e umiliata. Respinge l’idea che la violenza contro le donne debba essere presa sul serio. Sono triste di aver perso questo caso. Ma sono ancora più triste di aver perso un diritto che pensavo di avere come americana: parlare liberamente e apertamente.

Alla Amber è stato riconosciuto un risarcimento di 2 milioni di dollari.

Johnny Depp – Amber Heard: il processo e la sentenza: quando arriva?

Una vicenda sotto la lente d’ingrandimento in questi giorni è sicuramente il processo che vede coinvolti l’attore Johnny Depp e la sua ex moglie Amber Heard. Il caso giudiziario ha avuto un crescendo d’attenzione mediatica nelle ultime settimane, ma perché se ne parla così tanto?

Come spiegato dalla nostra Giorgia Iovane tempo fa in un articolo dedicato al prodotto confezionato per Discovery dal titolo Johnny Depp contro Amber Heard – Il processo, tutto parte da una denuncia di per diffamazione depositata dall’ex pirata dei Caraibi nei confronti della Heard, motivo: averlo accusato di maltrattamenti e abusi domestici nell’arco della loro storia (dal 2011 al 2015, matrimonio compreso durato poco più di un anno) in un articolo del Washington Post del 2018 pur senza mai fare il suo nome affermò:

Due anni fa sono diventata una figura pubblica che rappresentava la violenza domestica, e ho sentito tutta la forza della collera della società nei confronti delle donne che non restano in silenzio e parlano.

Poco meno di due mesi fa, nel cuore di un processo seguito per intero in diretta tv dal canale Law & Crime Network, Depp si è difeso in tribunale dicendo: “Non ho mai picchiato Amber Heard, né ho mai picchiato nessuna donna in vita mia. Ci sono stati sicuramente litigi, ma non sono mai arrivato al punto di colpirla in alcun modo“.

Depp chiede un risarcimento danni pari a 50 milioni di dollari per danno d’immagine e contratti stracciati mentre lei ne ha richiesti il doppio dopo che un ex avvocato dell’attore ha ritenuto le accuse di Amber Heard “una invenzione“.

Giunti al 31 maggio 2022, la storia sarebbe vicina al suo epilogo, infatti la sentenza dei 7 membri della corte (la cui identità rimarrà segreta per un anno) potrebbe arrivare o nelle prossime ore o al più tardi nel giro dei prossimi giorni, questo perché dovranno essere riprese in mano le testimonianze registrate in 6 settimane. Non si tratta di briciole, bensì di materiale audio, video e una quantità importante di messaggi sms.

In attesa del verdetto che potrebbe accertare la ragione ad uno dei due tra Depp e Amber, o ad entrambi o a nessuno dei due, l’effetto reality ha scatenato un movimentato vox populi che vede una larga fazione di appassionati a favore dell’attore come testimoniano le immagini trasmesse dai network americani dall’esterno del tribunale di Fairfax (vicino Washington), luogo fulcro delle deposizioni di queste settimane.

I social non sono da meno, in vetta alle tendenze twitter nella serata di martedì 31 c’è il nome di Johnny Depp.