• Tv

Euro 2020, la Rai omaggia l’Italia campione d’Europa: diretta dal Quirinale e festa in prima serata

Diretta dal Quirinale per l’incontro tra gli Azzurri e Mattarella e uno speciale Techetechetè tra gli omaggi per l’Italia Campione d’Europa.

L’Italia campione d’Europa conquista i palinsesti anche all’indomani della finale contro l’Inghilterra che ha fatto registrare su Rai 1 oltre 18 milioni di telespettatori medi e il 74% di share (qui gli ascolti tv della finale di Euro 2020 Inghilterra – Italia) nelle oltre due ore di match che hanno visto gli Azzurri di Mancini conquistare gli Europei 2020 nello stadio di Wembley, zeppo di tifosi inglesi certi della vittoria. Ed è proprio la Rai a proporre degli appuntamenti speciali per festeggiare la vittoria dell’Italia a Euro 2020, tra attualità e ricordi, tra storia e ‘leggenda’.

Partiamo dall’attualità, ovvero da “Grazie Ragazzi!” in onda su Rai 1 dalle 16.55: si tratta della diretta dell’evento – già previsto alla vigilia, a prescindere dal risultato delle finale – che vede la Nazionale di Calcio e il campione di tennis Matteo Berrettini (secondo classificato a Wimbledon dopo una finale persa contro Novak Djokovic) incontrare il Presidente Sergio Mattarella al Quirinale. Un incontro tra il Presidente e la squadra di Mancini già avvenuto a Wembley, così come con Berrettini, salutato nei corridoi dello stadio prima della finale di Euro 2020. Sarà però l’occasione per ringraziare gli Azzurri per l’impegno profuso nel torneo e per festeggiare ufficialmente la vittoria, dopo i caroselli e la notte insonne. 

Programmazione speciale anche su Rai Storia (DTT, 54) che festeggia la vittoria degli Azzurri del CT Mancini (e del capitano Chiellini) ricordando quella degli Europei 1968, ovvero la prima per la Nazionale Italiana. Era il 10 giugno 1968 quando l’Italia di mister Valcareggi vinse la finale contro la Jugoslavia, giocata allo Stadio Olimpico di Roma, con le reti di  Riva e Anastasi. Il ricordo passa grazie alla replica di “1968. Niente come prima”, in onda martedì 13 luglio alle 10.45 su Rai Storia: non solo calcio, ma anche la morte di Robert Kennedy e la contestazione giovanile che scaldarono quel giugno 1968. Insieme alla vittoria del primo Europeo per l’Italia.

 

Foto | Account Twitter Quirinale