House of the Dragon, debutto record: quasi 10 milioni per il primo episodio. Stagione 2 sempre più vicina

La prima puntata del prequel di Game of Thrones diventa il miglior debutto di sempre per Hb. E il rinnovo per la stagione 2 si fa più certo

I draghi sono tornati a fare fuoco e fiamme, ed a vederli erano davvero in tanti. Sono numeri da record, quelli comunicati e relativi agli ascolti tv per la prima puntata di House of the Dragon, andata in onda negli Stati Uniti nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 agosto 2022 (e in Italia in contemporanea con sottotitoli su Sky e su NOW).

Quasi 10 milioni per House of the Dragon

Il primo episodio del prequel di Game of Thrones, dopo un impressionante battage pubblicitario, ha raccolto 9,986 milioni di telespettatori solo negli Stati Uniti (il totale intende sia la visione lineare, in tv, che quella in streaming su Hbo Max). Con questo risultato -che potrebbe essere soggetto a qualche modifica nelle prossime ore, con i soliti aggiustamenti dei dati Auditel americani- la première di House of the Dragon diventa quella più vista di sempre della storia di Hbo.

Ovviamente, non c’è paragone con la prima puntata de Il Trono di Spade, andata in onda negli Stati Uniti nel lontano aprile di undici anni fa: l’episodio, infatti, ai tempi fu visto da 2,22 milioni di persone (il finale di serie fu invece seguito da 19,3 milioni di telespettatori). House of the Dragon ha migliorato questo risultato di ben il 350%. Va però anche ricordato che nel 2011 le piattaforme streaming non avevano ancora il potere che hanno oggi e che allora la visione di una serie era praticamente solo televisiva. Game of Thrones, inoltre, è diventata un fenomeno mondiale solo con il passare degli anni: di fatto, nelle prime stagioni, era considerata una serie di nicchia.

House of the Dragon, successo anche in streaming e social

Tornando ad House of the Dragon, il primo episodio ha registrato numeri mai visti prima anche su Hbo Max, sia negli Stati Uniti ma anche negli altri Paesi in cui la piattaforma si trova in America Latina, Europa, Medio Oriente e Africa. Gli ascolti italiani non sono ancora noti: ricordiamo che Sky manda in onda la versione sottotitolata la domenica notte in contemporanea con Hbo, ma anche il lunedì sera alle 22:15 (la versione doppiata andrà in onda da lunedì 29 agosto, alle 21:15).

“È stato meraviglioso vedere milioni di fan di Game of Thrones tornare a Westeros con noi l’altra sera”, ha commentato Casey Bloys, a capo di Hbo ed Hbo Max. “Il cast e la troupe di House of the Dragon hanno messo il cuore e l’anima nella produzione, siamo entusiasti della risposta del pubblico. Non vediamo l’ora di condividere cosa Ryan (Condal, co-creatore della serie, ndr), George (R.R. Martin) e Miguel (Sapochnik, regista e produttore esecutivo, ndr) hanno in serbo per loro in questa stagione”.

Un successo anche social: House of the Dragon è stato trending topic su Twitter per quattordici ore di fila nel giorno della messa in onda del primo episodio, così come è stato in cima agli argomenti più discussi su Google Trends.

Il risultato era in parte prevedibile: sia per la imponente campagna pubblicitaria lanciata dal network via cavo, ma anche per l’attesa dei fan di GoT di rivedere le atmosfere e le vicende di cui erano in parte già a conoscenza, sia grazie al libro “Fuoco e sangue” di Martin (ed. Mondadori) da cui è tratta la serie, ma anche per i numerosi riferimenti fatti alla Danza dei Draghi -la guerra civile che segnerà la fine dell’era Targaryen sul Trono di Spade- durante la serie madre.

House of the Dragon 2 si farà?

Appare scontato chiedersi, ora, se Hbo si affretterà a rinnovare House of the Dragon per una stagione 2. Stando a quanto aveva scritto a luglio The Hollywood Reporter, il network via cavo sarebbe intenzionato a dare il via alla produzione di una seconda stagione molto velocemente, subito dopo aver analizzato gli ascolti dei primi episodi del prequel.

Con quasi dieci milioni di telespettatori nella prima puntata, sembra praticamente certo che House of the Dragon 2 si farà. Il dubbio, piuttosto, rimane su qualche momento storico dei Targaryen sarà raccontato: Sapochnik ha rivelato che tra le ipotesi c’è anche quella di rendere la serie antologica, esplorando quindi varie fasi della storia della casata protagonista spostandosi avanti o indietro nel tempo.

Ultime notizie su House of the Dragon

Tutto su House of the Dragon →