Grey’s Anatomy 18 va oltre il Covid, ma avverte i telespettatori: “Non è finita”

La realtà sta stretta a Grey’s Anatomy 18: si va oltre il Covid per riprendere i fili narrativi, ma oltre lo schermo la situazione è diversa.

L’anno scorso la prima parte della stagione di Grey’s Anatomy ha spiegato bene al pubblico tv che quello che stavamo vivendo – noi davanti alla tv e i protagonisti della serie in scena – non era un film: la pandemic edition ha, infatti, raccontato ai telespettatori USA la durezza della malattia più di quanto emergesse dai media, rappresentando l’impotenza dei medici, lo stress per gli ospedali, la morte di centinaia di persone in maniera efficace nella spiegazione delle procedure elementari anti-contagio e anche drammatica, con le storie di pazienti morti di Covid ispirate a quelle di vittime reali.

Un anno dopo è tutto diverso. Grey’s Anatomy 18 dimostra che la serie non regge due stagioni di Covid. Nella nuova stagione si è deciso che la Pandemia è finita e che il mondo può tornare a occuparsi di carriere, ricerca scientifica non in virologia, amori sospesi, intrecci diversi, triangoli vari. Se per Grey’s Anatomy 17 la Pandemia è stata quindi un’occasione per rinvigorirsi e regalare al pubblico una quantità di ritorni che mai nessuno avrebbe potuto immaginare, la diciottesima stagione, appena iniziata negli USA, ha sentito tutto il limite della realtà extradiegetica per una sua ‘soddisfacente’ prosecuzione in questa nuova annata.

Insomma, quella realtà che era stata l’anno scorso una costante narrativa e produttiva – visto il ritardo nell’inizio delle riprese e il lungo hiatus per via dell’aumento dei contagi – è diventata all’improvviso un impedimento tale da portare alla fine della pandemia nel favoloso mondo di Meredith Grey. Ma se per lei e i suoi colleghi il virus è ormai superato, lo stesso non accade al di fuori degli studi tv: Shonda Rhimes e la ABC lo sanno e così fanno precedere le puntate della nuova stagione da un disclaimer, o meglio un vero e proprio avvertimento che funge da istruzioni per l’uso.

Grey's Anatomy 18

 

“In questa stagione, Grey’s Anatomy porta in scena un mondo finzionale, ormai post-pandemico che incarna le nostre speranze per il futuro. Nella vita reale la pandemia sta ancora devastando la comunità medica. Consulta le recenti misure per proteggere te e i tuoi cari dal Covid-19 a questo indirizzo”.

Quella ‘apparente’ sintonia tra diegesi ed extradiegesi è durata poco, diluita già nel corso della scorsa stagione dalla spiaggia-limbo di Meredith. Ora è tempo di guardare avanti, alla ‘ricostruzione’ post-Covid. E non è un caso che la prima puntata si intitoli Here comes the sun, per la ripresa post pandemia e anche per il ritorno dell’amore (vero) per Meredith.

Ma se non volete sapere nulla della prima puntata di Grey’s Anatomy 18 non proseguite.

Grey’s Anatomy S18E01 ++++ SPOILER ++++

Grey's Anatomy

La nuova stagione si apre con Seattle che festeggia la fine della Pandemia: una vera e propria due giorni carnevalesca, che ovviamente dà spunto per incidenti e interventi d’urgenza per la squadra che ormai ha messo in deposito maschere a ossigeno ed FFp2 per riprendere le abitudini pre-Covid. Nessun triage in tenda, nessun ricovero d’emergenza per contagio, nessuna procedura vaccinale, ma solo casi medici di una certa difficoltà e il bisogno di recuperare il terreno perso dai tirocinanti, rimasti praticamente fermi per un anno impegnati nell’arginare i danni della pandemia e molto poco attivi in sala operatoria. Meredith viene addirittura invitata ad aprire un centro di ricerca in Minnesota, lì dove Cristina fuggì dopo l’incidente aereo. E proprio qui si apre una nuova possibilità sentimentale per la dottoressa Grey, anche in questo caso con un ritorno. Ma il resto lo scoprirete da soli.

Ultime notizie su Grey's Anatomy

Tutto su Grey's Anatomy →