• Tv

Grande Fratello VIP 6, il caso Soleil fa esplodere le proteste della casa. Signorini sbotta: “Zitti! Ora parlo io”

Al Grande Fratello VIP la bufera del presunto caso di razzismo sollevato da alcune concorrenti. Ira Signorini: “Basta sceneggiate”

Come non detto, la bomba è scoppiata. Il caso Soleil che tiene banco nella casa da 48 ore è giunta al suo culmine nella sesta puntata del Grande Fratello VIP. Il tentativo di portare chiarimenti e pace nella casa è andato a farsi benedire dopo il filmato riassuntivo dell’accaduto.

Cerchiamo di riassumere anche noi ciò che è accaduto: Alex Belli discute animatamente con Samy Youssef per un “state zitti” che non è affatto piaciuto al modello, motivo per il quale tra i due è partito un botta e risposta che non ha risparmiato effetti nemmeno su altri concorrenti. Dopo che il ragazzo ha raccontato la sua versione dei fatti nello scontro con Alex, Ainett Stephens ha preso le difese del modello criticando l’atteggiamento di Belli, reputato troppo ‘leader’.

Le lamentele di Ainett non sono piaciute a Soleil Sorge che ha chiesto di abbassare il tono della voce, la tensione dunque torna a salire e l’attenzione si sposta sull’ex corteggiatrice e la showgirl. Soleil quindi si lascia andare ad un “state urlando come scimmie” frase ‘madre’ della nuova lite avvenuta nel prime time di stasera.

Il dibattito non ha nemmeno il tempo di chiamarsi così, nel giro di 5 minuti la casa diventa un’arena contro le parole di Soleil e la prima a scagliarsi contro l’influencer è proprio Ainett: “Questa ragazza si è montata la testa ed è arrogante”. Ripete le sue scuse anche davanti a tutti e al pubblico, ma ciò non è bastato, anche Samy attacca Soleil e così anche Lulù Selassiè.

I toni si fanno esasperanti quando Sonia Bruganelli tenta di prendere le difese della Sorge “State ingigantendo una frase che di razzista ha poco, il razzismo è una cosa seria“, il caso del suo presunto razzismo scalda gli animi e dalla missione di una possibile riappacificazione, tutto si trasforma in un ring. Persino Francesca Cipriani e le altre sorelle Selassiè si alterano con urla quasi eccessive che portano Alfonso Signorini a richiamare una, due, tre volte i concorrenti senza però ricevere risposta.

Il conduttore in queste situazioni ha già perso la pazienza in passato e anche questa volta si è ripetuto il copione: con aria nervosa rimprovera tutti i concorrenti che non lo lasciano parlare ed è costretto a chiudere il collegamento con la casa: “A me queste sceneggiate non piacciono” salvo poi tornare a riaprire l’audio una volta tornata un’apparente calma:

Io capisco il disagio di Ainett che ha vissuto sulla sua pelle il problema del razzismo, capisco Samy. E’ venuto in Italia con un barcone rischiando la pelle. Capisco il disagio di Raffaella, che ogni volta che accompagna la figlia a scuola e la pigliano in giro. Capisco tutto, ma dovreste sapere che non è ammissibile soltanto pensare che Soleil sia razzista, vuol dire aver perso il senso della ragione. Soleil ha detto una frase infelice, ma io vi chiedo: non sbagliate mai nella vita? A me questo discorso del politicamente corretto mi ha rotto le p***e.

Il discorso integrale lo trovate a questo link. Rimane solo un chiarimento che non c’è stato, non è proprio esistito