Grande Fratello VIP 7, Codacons presenta esposto a Procura di Roma e AgCom

L’associazione tuona nuovamente contro il Grande Fratello VIP: “protagonista di gravi episodi che oltre a rappresentare una forma di violenza”

Grande Fratello VIP e Codacons, un braccio di ferro interminabile. I richiami dell’associazione contro il reality show non sono roba nuova, l’appuntamento si ripresenta anche quest’anno e stavolta l’assist – manco a dirlo – è dato dalla forte eco avuta dal caso Marco Bellavia della quale abbiamo ampiamente parlato sin dai primi istanti dell’uscita del concorrente, sabato scorso.

Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in cui si chiede di accertare possibili illeciti penali e violazioni delle disposizioni vigenti in materia di Tlc.

Questo il comunicato reso pubblico nella giornata di oggi, mercoledì 5 ottobre 2022: “Ancora una volta la trasmissione Mediaset si rende protagonista di gravi episodi che oltre a rappresentare una forma di violenza sono altamente diseducativi specie per il pubblico più giovane. Nonostante quanto accaduto, né gli autori del programma né i vertici dell’azienda hanno saputo adottare misure adeguate, lanciando un messaggio errato e pericoloso ai telespettatori, che a migliaia si sono rivolti al Codacons chiedendo di intervenire sul caso“.

Prosegue citando anche il conduttore del programma: “Alla luce di quanto accaduto, presentiamo oggi un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine alla luce della possibile fattispecie di violenza privata, accertando le responsabilità del concorrenti del GfVip e, per concorso, degli autori, del conduttore Alfonso Signorini e dei vertici Mediaset“.

Codacons ricorda e spiega che “L’art. 610 del codice penale stabilisce infatti cheChiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa, è punito con la reclusione fino a quattro anni”, reato che potrebbe configurarsi negli atti di bullismo commessi nel corso della trasmissione“.

Infine l’associazione chiede all’AgCom “di adottare provvedimenti e sanzioni contro Mediaset per la possibile violazione delle disposizioni in materia di programmi televisivi“.

Grande Fratello VIP, cosa è successo in seguito all’abbandono di Marco Bellavia

In seguito all’uscita di Marco Bellavia, in web è letteralmente esplosa tutta la rabbia degli utenti che hanno protestato sin da subito contro gran parte dei concorrenti urlando al bullismo. Il rumore delle proteste è stato talmente forte da creare un’onda mediatica molto forte. Si arriva dunque alla puntata di lunedì 3 ottobre, un appuntamento seguito in liveblogging da TvBlog. All’interno sono stati presi dei seri provvedimenti contro alcuni concorrenti della casa.

Il più grave è stato sicuramente quello di Ginevra Lamborghini, squalificata per una la gravissima frase: “Meriti di essere bullizzato“. Patrizia Rossetti, Elenoire Ferruzzi, Gegia e Giovanni Ciacci accusati di far parte di una coalizione contro Bellavia (testimoniati da frasi irripetibili e clip mostrate da Signorini) sono stati mandati ad un televoto flash dal quale è uscito il meno preferito dal pubblico: Giovanni Ciacci (eliminato con solo il 3% delle preferenze).