Golden Globe 2022, i vincitori: Succession protagonista di una serata vista da… nessuno

La sorpresa sta sul fronte delle comedy, con due premi per Hacks, mentre Mj Rodriguez diventa la prima donna transgender a vincere una statuetta, per Pose

La vera novità di questi Golden Globe 2022 sta nel fatto che la cerimonia di premiazione dei migliori film e serie tv secondo l’Hollywood Foreign Press Association non è stata visibile in alcun modo: nessuna diretta tv sulla Nbc (che in passato ha trasmesso l’evento), nessuna diretta streaming. Non solo: la cerimonia, che si è tenuta in forma privata, non ha avuto neanche la partecipazione di attori o di presenters, come di solito avviene nei gala di premiazione americani.

Mentre, quindi, l’HFPA continua ad affrontare il suo rinnovamento alla luce delle critiche scaturite l’anno scorso sul tema dell’inclusione e della diversità, la 79esima edizione dei Golden Globe ha visto trionfare Succession: già vincitrice agli Emmy Awards 2021 di ben quattro statuette, la saga familiare della Hbo si porta a casa tre premi, tra cui quello più prestigioso del Miglior Drama.

La Migliore Comedy, un po’ a sorpresa (come però da tradizione per l’HFPA) è, invece, Hacks, a cui sono andati due riconoscimenti. A conclusione della serie, anche Pose si porta a casa un premio, quello per la migliore attrice protagonista a MJ Rodriguez, che diventa la prima donna transgender ad essere premiata. E Squid Game? La serie coreana di Netflix si deve accontentare di un premio solo, quello a O Yeong-su, così come Jason Sudeikis guadagna l’unica statuetta andata a Ted Lasso.

Di seguito, l’elenco completo dei vincitori (in grassetto):

 

  • Migliore serie Drama

Lupin (Netflix)
The Morning Show (Apple Tv+)
Pose (Fx)
Squid Game (Netflix)
Succession (Hbo)

  • Migliore serie Comedy o Musical

The Great (Hulu)
Hacks (Hbo Max)
Only Murders in the Building (Hulu)
Reservation Dogs (Fx)
Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior miniserie o film-tv

Dopesick (Hulu)
American Crime Story: Impeachment (Fx)
Maid (Netflix)
Mare of Easttown (Hbo)
The Underground Railroad (Amazon Prime Video)

  • Miglior attore protagonista in una serie Drama

Brian Cox, per il ruolo di Logan Roy in Succession (Hbo)
Lee Jung-jae, per il ruolo di Seong Gi-hun in Squid Game (Netflix)
Billy Porter, per il ruolo di Pray Tell in Pose (Fx)
Jeremy Strong, per il ruolo di Kendall Roy in Succession (Hbo)
Omar Sy, per il ruolo di Assane Diop in Lupin (Netflix)

  • Miglior attrice protagonista in una serie Drama

Uzo Aduba, per il ruolo di Brooke Taylor in In Treatment (Hbo)
Jennifer Aniston, per il ruolo di Alex Levy in The Morning Show (Apple Tv+)
Christine Baranski, per il ruolo di Diane Lockhart in The Good Fight (Paramount+)
Elisabeth Moss, per il ruolo di June Osborne in The Handmaid’s Tale (Hulu)
Michaela Jae Rodriguez, per il ruolo di Blanca Rodriguez-Evangelista in Pose (Fx)

  • Miglior attore protagonista in una serie Comedy o Musical

Anthony Anderson, per il ruolo di Dre Johnson i black-ish (Abc)
Nicholas Hoult, per il ruolo di Pietro III di Russia in The Great (Hulu)
Steve Martin, per il ruolo di Charles-Haden Savage in Only Murders in the Building (Hulu)
Martin Short, per il ruolo di Oliver Putnam in Only Murders in the Building (Hulu)
Jason Sudeikis, per il ruolo di Ted Lasso in Ted Lasso (Apple Tv+)

  • Miglior attrice protagonista di una serie Comedy o Musical

Hannah Einbinder, per il ruolo di Ava Daniels in Hacks (Hbo Max)
Elle Fanning, per il ruolo di Caterina II di Russia in The Great (Hulu)
Issa Rae, per il ruolo di Issa Dee in Insecure (Hbo)
Jean Smart, per il ruolo di Deborah Vance in Hacks (Hbo Max)

  • Miglior attore protagonista di una miniserie o film-tv

Paul Bettany, per il ruolo di Visione in WandaVision (Disney+)
Oscar Isaac, per il ruolo di Jonathan in Scene da un matrimonio (Hbo)
Michael Keaton, per il ruolo del Dr. Samuel Finnix in Dopesick (Hulu)
Ewan McGregor, per il ruolo di Halston in Halston (Netflix)
Tahar Rahmi, per il ruolo di Charles Sobhraj in The Serpent (Bbc One)

  • Miglior attrice protagonista di una miniserie o film-tv

Jessica Chastain, per il ruolo di Mira in Scene da un matrimonio (Hbo)
Cynthia Erivo, per il ruolo di Aretha Franklin in Genius (National Geographic)
Elizabeth Olsen, per il ruolo di Wanda Maximoff in WandaVision (Disney+)
Margaret Qualley, per il ruolo di Alexandra Russell in Maid (Netflix)
Kate Winslet, per il ruolo di Mare Sheehan in Mare of Easttown (Hbo)

  • Miglior attore non protagonista in una serie, miniserie o film-tv

Billy Crudup, per il ruolo di Cory Ellison in The Morning Show (Apple Tv+)
Kieran Culkin, per il ruolo di Roma Roy in Succession (Hbo)
Mark Duplass, per il ruolo di Chip Black in The Morning Show (Apple Tv+)
Brett Goldstein, per il ruolo di Roy Kent in Ted Lasso (Apple Tv+)
O Yeong-su, per il ruolo di Oh Il-nam in Squid Game (Netflix)

  • Miglior attrice non protagonista in una serie, miniserie o film-tv

Jennifer Coolidge, per il ruolo di Tanya McQuoid in The White Lotus (Hbo)
Kaitlyn Dever, per il ruolo di Betsy Mallum in Dopesick (Hulu)
Andie MacDowell, per il ruolo di Paula in Maid (Netflix)
Sarah Snook, per il ruolo di Shiv Roy in Succession (Hbo)
Hannah Waddingham, per il ruolo di Rebecca Welton in Ted Lasso (Apple Tv+)