Giustizia per tutti: anticipazioni prima puntata, cast e location della fiction di Canale 5

Un fotografo accusato dell’omicidio della moglie esce dal carcere dopo dieci anni, durante cui ha studiato Legge, per prepararsi a scoprire la verità

E’ una primavera d’oro, per Raoul Bova. Mentre su Raiuno lo stiamo vedendo come nuovo protagonista di Don Matteo 13, l’attore è pronto per una nuova avventura seriale, ma su Canale 5. Si chiama Giustizia per tutti la fiction di cui è protagonista, nei panni di un uomo appena uscito di prigione in cerca della verità sull’omicidio di sua moglie. Vi intriga come premessa? Per saperne di più proseguite nella lettura!

Giustizia per tutti, puntate

Prima puntata, 18 maggio 2022

Nel primo episodio, condannato ingiustamente dell’assassinio di sua moglie, dopo dieci anni Roberto Beltrami riesce a dimostrare la propria innocenza. Quando l’avvocatessa Victoria Bonetto gli propone di lavorare per lui, Roberto chiede di poter scegliere il suo primo assistito: un piccolo malvivente accusato di omicidio che potrebbe avere qualche informazione sulla morte di Beatrice. Con l’aiuto della cognata poliziotta Daniela, Roberto prova a ricostruire la verità e a ottenere giustizia.

Nel secondo episodio, ora che è entrato a tutti gli effetti nello studio legale Bonetto, Roberto convince Victoria a seguire il caso di Anna, un’ex poliziotta accusata di aver ucciso l’assassino di sua figlia. Intanto, grazie all’aiuto di Daniela, Beltrami indaga sull’uomo misterioso che era assieme a sua moglie la sera in cui è morta. Dopo dieci anni, le sue domande potrebbero trovare finalmente risposta ma qualcuno nell’ombra cerca di tenerlo lontano dalla verità.

Giustizia per tutti, quando inizia?

Mediaset ha annunciato la partenza della nuova fiction da mercoledì 18 maggio 2022, dando così a questa nuova produzione di Canale 5 la serata del mercoledì sera, come già accaduto nei mesi scorsi ad altre fiction della sua rete ammiraglia.

Giustizia per tutti, la trama

Roberto Beltrami (Bova) è uno stimato fotografo, condannato a trent’anni di prigione per l’omicidio di sua moglie Beatrice, affermato avvocato di un importante studio Torinese. Fu lui a trovare il suo corpo, e così facendo contaminò la scena del crimine. Roberto non si arrese, di fronte alle ingiuste accuse, ed in carcere decise di laurearsi in legge.

Dieci anni dopo, esce di prigione con una vita da iniziare da capo. La più grande occasione per Roberto arriva da Victoria Bonetto (Rocío Muñoz Morales), figlia del titolare dello studio legale dove lavorava Beatrice. Victoria vuole che lui collabori con il suo studio per difendere coloro che, proprio come lui, sono stati vittime di malagiustizia. Così Roberto inizia un nuovo percorso, che gli permetterà di scoprire parecchie cose, anche riguardanti il suo passato e quello della moglie.

Giustizia per tutti, il cast

Alla guida del cast principale della fiction, come detto, troviamo Raoul Bova, qui affiancato dalla sua compagna Rocío Muñoz Morales, ma anche da numerosi altri attori.

Raoul Bova è Roberto Beltrami: nella sua vita precedente era un fotoreporter indipendente. Coraggioso, dominato da uno spirito d’avventura che lo ha portato sugli scenari più interessanti del mondo, aveva scelto di puntare il suo sguardo dove era più difficile osservare, dove era possibile mostrare un’altra verità rispetto a quella che tutti immaginano o conoscono. Il suo dono era, ed è, vedere ciò che gli altri non vedono. Nonostante stesse spesso fuori città per lavoro, dieci anni prima Roberto aveva una bellissima famiglia, una casa e una bambina, Giulia. Beatrice intanto era diventata un avvocato, assunta dal prestigioso studio Bonetto, uno dei migliori di Torino, e aveva deciso di occuparsi dei casi che coinvolgevano le persone più in difficoltà. Ma una notte Beatrice morì, uccisa brutalmente nella loro casa e Roberto venne arrestato, accusato di un gesto orribile, e condannato a trent’anni di carcere. Roberto sapeva di avere una sola possibilità per recuperare la sua vita: dimostrare la sua innocenza. Per questo motivo negli ultimi dieci anni ha studiato giurisprudenza, ha appreso, si è appassionato, ha lottato per poter ottenere giustizia. L’uomo è riuscito così a far riaprire il suo caso grazie a un dettaglio relativo alla notte in cui Beatrice è morta. Il dolore e il senso di giustizia sono il motore che anima la sua nuova esistenza. Roberto esce dal carcere con una missione: trovare l’assassino di sua moglie e recuperare sua figlia Giulia (Francesca Vetere). E per farlo deve abbracciare la sua nuova vita, la vita che ha imparato in carcere, che lo vedrà difendere degli innocenti e cercare strenuamente “la verità che non vedono tutti”.

Rocío Muñoz Morales è Victoria Bonetto: cresciuta a Madrid con la madre, Victoria è arrivata in Italia da due anni. Il padre Carlo (Beppe Rosso) l’ha voluta accanto a sé nella gestione dell’importante studio Legale Bonetto, che poi è passato totalmente sotto la sua direzione. Brillanteaffascinante integerrima, affronta con successo i suoi casi. Dedita totalmente al lavoro e alla propria missione, non ha una relazione stabile. Il suo primo modello e mentore è proprio il padre Carlo, un uomo per lei perfetto e insostituibile. L’arrivo di Roberto nello studio legale è per Victoria una grande conquista per diversi motivi, primo fra tutti, la consapevolezza che lui può davvero costituire un valido aiuto per tutti loro. La donna non è la sola ad avere avuto l’intenzione di assumerlo nello studio e che, nello stesso tempo, è totalmente all’oscuro di qualcosa di estremamente rischioso che potrebbe coinvolgere il suo nuovo collaboratore. Non è sempre d’accordo con l’approccio istintivo e empatico al lavoro di Roberto, ma con il tempo tra i due si svilupperà una certa complicità – sia nel lavoro che nella vita- che li porterà, poco a poco, ad accorciare le distanze.

Anna Favella è Daniela: ispettrice di Polizia, è la sorella gemella di Beatrice, la moglie di Roberto. In assenza del cognato, si è presa cura di Giulia, crescendola come se fosse sua figlia. Protettiva e generosa, ha deciso di tenerla distante da lui, da un padre che –per tutti e per la legg – aveva ucciso sua madre. È stata in definitiva la nuova madre di Giulia.Roberto vorrebbe che Daniela fosse al suo fianco, che fosse la sua prima alleata sia nel rapporto con Giulia che sull’indagine che sta portando avanti per catturare l’assassino di Beatrice. Dal canto suo, ora che Roberto ha dimostrato la sua innocenza, Daniela sente di dover recuperare con lui, visto che per tanti anni lo ha creduto colpevole. Allo stesso tempo, però, i due vivono diverse difficoltà nella gestione delicata di Giulia.

Francesca Vetere è Giulia: quando suo padre viene arrestato per l’omicidio di sua madre, Giulia è solo una bambina che, strappata improvvisamente all’amore dei genitori, trova unico conforto nell’affetto della zia Daniela. Dopo un’esperienza così traumatica, non è stato facile per lei costruire un nuovo equilibrio eppure oggi, una ciocca verde tra i capelli, Giulia si è trasformata in una giovane donna piena di grinta, determinazione e passione. Le arti marziali le hanno insegnato a controllare la rabbia e il lavoro in radio a tirare fuori una piccola parte del suo mondo interiore: dal carcere, Roberto ha sentito spesso la sua voce e, per tanti anni, questo è stato l’unico contatto che potesse avere con lei. Daniela, infatti, non ha mai portato Giulia in carcere dal padre: una scelta difficile, fatta nel tentativo di proteggerla dalla durezza che la vita le ha riservato. Per questo, quando Roberto torna libero e si presenta fuori dalla radio per parlare con lei, Giulia prova emozioni contrastanti e, all’improvviso, tutte le sue fragilità di bambina tornano a galla.

Elia Moutamind è Fabio: proprietario di una piola nel centro di Torino, è un uomo simpaticodivertente eppure sempre capace di dare buoni consigli, soprattutto quando non si parla di lui. Amico storico di Roberto, è il primo a cui l’uomo fa visita quando esce dal carcere ed è sempre a lui che confessa di voler indagare sull’omicidio di Beatrice. Fabio la conosceva e, testimone del grande amore che li univa, è sempre stato convinto dell’innocenza di Roberto. Dopo anni da scapolo incallito, si è sposato con Lucia (Silvia Lorenzo), la donna giusta, quella che gli ha fatto mettere la testa a posto. Eppure, nonostante questo amore, l’idea di diventare padre, sotto sotto, lo spaventa.

Silvia Lorenzo è Lucia: donna gentile accogliente, è la moglie di Fabio e gestisce con lui la piola. Tra di loro si innescano spesso simpatiche schermaglie in cui, mentre lui si lamenta delle incombenze quotidiane del locale, lei si ingegna per proporre cose sempre nuove ai clienti, come le sue torte fatte in casa. I due si sono sposati mentre Roberto era in carcere, per questo l’uomo non l’ha mai conosciuta e la incontra, per la prima volta, quando torna in libertà. Lucia ha sentito spesso parlare di Roberto e, quando si conoscono, tra loro si instaura subito un ottimo rapporto, fatto di stima e complicità.

Jacopo Crovella è Sebastiano: giovane praticante dello studio Bonetto, è un ragazzo determinato impaziente di vedere realizzati i suoi obiettivi. Per lui, il lavoro è al primo posto e, per questo, è pronto a tutto pur di reperire informazioni necessarie alla risoluzione dei casi, anche seguire procedure poco ortodosse. Inizialmente scettico sull’approccio di Roberto, scoprirà in lui un amico e un mentore, capace di insegnargli la lezione più preziosa: la verità non è sempre quella che vedono tutti.

Giulia Battistini è Chiara: giovane solare, è una collaboratrice di Victoria e nel lavoro si applica con dedizione e entusiasmo. Incuriosita dall’arrivo di Roberto nello studio legale, si mostra estremamente ammirata dall’impresa che l’uomo ha compiuto riuscendo a scagionarsi da solo dalle accuse. Anche per questo motivo è sempre pronta ad aiutarlo e ad imparare da lui.

Beppe Rosso è Carlo Bonetto: avvocato di grido, ha lasciato la gestione del suo prestigioso studio legale alla figlia Victoria che è arrivata in Italia da due anni. Fortemente legato a lei, farebbe di tutto per assicurarsi la sua serenità. Apparentemente leale e integerrimo, si mostra preoccupato in seguito all’uscita di Roberto dal carcere e si dichiara deciso a tenerlo d’occhio.

Giustizia per tutti, regia e sceneggiatori

A dirigere la serie è Maurizio Zaccaro, regista di numerose fiction, come Il sindaco pescatore, A testa alta e Le ragazze dello swing. La serie è scritta da Andrea Nobile (Distretto di Polizia), Salvatore De Mola (Il Commissario Montalbano), Marcello Olivieri (Il Commissario Nardone), Nicholas Di Valerio e Maurizio Zaccaro. A produrre, Showlab ed Rb Produzioni (quest’ultima di proprietà di Raoul Bova), per Mediaset.

Giustizia per tutti, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi della prima stagione sono sei, ciascuno della durata di cinquanta minuti circa. Canale 5 li manda in onda due per volta, per tre prime serate. Il finale di stagione è quindi trasmesso il 1° giugno.

Giustizia per tutti, dov’è stato girato?

La location della fiction è Torino, tant’è che è stata realizzata con il contributo della Film Commission Torino Piemonte e con la Regione Piemonte. Numerose le location scelte: la Casa Circondariale Lorusso e Cotugno alle Vallette, dove è stato riprodotto il Carcere; gli Uffici del Giudice di Pace, sempre alle Vallette, che nella finzione è divenuto il commissariato; lo Studio Legale dell’Avvocato Luca Olivetti.

L’appartamento del protagonista è stato ricostruito presso l’Hotel Sara, in Via Galliari – quartiere San Salvario. L’esterno della casa del protagonista è stato realizzato sempre in via Galliari, dove si trova anche il bar riprodotto nel locale Enò.

Gli esterni sono stati realizzati soprattutto in strade e quartieri della Barriera di Milano, di Aurora e Mirafiori Sud. Tra le location istituzionali, l’Ospedale Regina Margherita (Città della Salute), Palazzo Nuovo (Università di Torino) ed il Palazzo ex Curia Maxima di Via Corte d’Appello. Le riprese si sono effettuate tra il 2019 ed il 2020.

Giustizia per tutti, dove vederlo?

E’ possibile vedere la fiction in onda su Canale 5, oppure in streaming su Mediaset Play, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone. A questo link la pagina ufficiale della serie.