• Tv

È morto Giovanni Battezzato, attore e storico doppiatore dei cartoni animati (FOTO e VIDEO)

Da “Quelli dell’Intervallo” a “Dragon Ball” fino ai ruoli in “Casa Vianello” e “I Cesaroni”: all’età di 71 anni si spegne Giovanni Battezzato.

Per buona parte della generazione ’80 e ’90 è stata la voce dei cartoon nonché presenza fissa in molte sitcom Mediaset. Giovanni Battezzato, attore e storico doppiatore, è morto all’età di 71 anni. La notizia è stata data dalla Yamato Video, azienda attiva sulle produzioni di anime dove ha prestato la sua voce.

Apprendiamo con profonda tristezza la scomparsa di Giovanni Battezzato. Grazie per tutti i personaggi che ci hai regalato!
R.I.P.

Nato a Milano il 25 agosto 1950, nella sua lunga carriera ha collezionato un numero infinito di doppiaggi soprattutto nella TV dei ragazzi targata Fininvest e non solo.

Chi ha vissuto l’avvento delle prime TV di Dragon Ball (arrivato in Italia solo alla fine degli anni ’90) lo ricorderà per essere stato la voce del drago Shenron e di Garlic Jr. Ha doppiato il Capitano Nemo ne Il mistero della pietra azzurra e il viceammiraglio Smoker nella celebre serie di One Piece. Nei Cavalieri dello Zodiaco ha dato la voce a Shaka e Death Mask. L’albo d’oro prosegue con i doppiaggi del Capitano Harris in Scuola di polizia, di Pasticcio Viola in Fragolina Dolcecuore, del Professore in Calimero. Ne abbiamo citati solo alcuni, ma la lista non si ferma qui.

Giovanni Battezzato è stato anche protagonista delle voci in molti videogiochi e al cinema per pellicole in linea con il genere teen. Per la TV ha doppiato ben cinque personaggi per la soap-opera Sentieri: Alan North, Brian Delate, John Dorman, Ron Foster e David Wolos-Fonteno, ha interpretato il signor sala macchine del gioco di Rete 4 Game Boat ed è stato il narratore di Adrian, la serie-evento di Adriano Celentano nel 2019 trasmessa da Canale 5. Ha lavorato anche a Virgin Radio dove tra il 2008 e il 2012 è stato protagonista del programma Virgin Investigation Bureau con Sophia Eze.

Non solo studi di registrazione, Battezzato – come abbiamo detto in apertura – è stato sia dietro le quinte che davanti alla telecamera come attore. Ha interpretato il ruolo del preside in una delle serie più amate dai giovani nell’era di Disney Channel: Quelli dell’intervallo. Ancora prima, è comparso nella serie TV I Cesaroni, per circa una decina di episodi di Casa Vianello tra il 1991 e il 2002 e nello spin-off Cascina Vianello del 1996. Tre anni prima ha partecipato ad una puntata di Nonno Felice (con Gino Bramieri) ed ha preso parte ad alcune puntate di Cristina, serie che fa parte della saga di produzioni con protagonista Cristina d’Avena, in onda tra il 1988 ed il 1989.

Tra i messaggi di cordoglio in giro per i social citiamo quello di Manuela Blanchard che sulla sua pagina Facebook lo ha ricordato così: “Buon viaggio caro Giovanni, sono sicura che in tantissimi lo avete apprezzato” allegando una sua immagine al lavoro (che potete vedere anche in testa all’articolo), davanti al microfono.

Lo ricordiamo con questa clip: