Fiori sopra l’inferno, la conferenza stampa della nuova miniserie di Rai 1 con Elena Sofia Ricci in liveblogging

Tratto dall’omonimo romanzo di Ilaria Tuti, la serie segue le indagini di una profiler su un serial killer di un piccolo paese di montagna

Liveblog in corso: gli aggiornamenti sono automatici →

È tempo di presentazioni di nuove serie tv, in quel della Rai: complice il Festival di Sanremo, a Viale Mazzini -come tutti gli anni- si anticipano gli incontri per far conoscere le nuove fiction in arrivo dopo il Festiva. Così oggi, martedì 24 febbraio 2023, alle 12:00 è la volta della conferenza stampa di Fiori sopra l’inferno, alla presenza di attori e cast tecnico.

In onda su Raiuno a partire da lunedì 13 febbraio 2023, la miniserie vedere Elena Sofia Ricci nei panni di un nuovo personaggio, dopo aver lasciato (momentaneamente?) quello di Suor Angela, visto proprio in queste settimane in Che Dio Ci Aiuti 7. Oltre all’attrice toscana, sono presenti anche gli altri componenti del cast, Gianluca Gobbi e Giuseppe Spata.

Per il comparto tecnico, invece, il regista Carlo Carlei; Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction; Leonardo Ferrara, capostruttura di Rai Fiction e Verdiana Bixio, presidente Publispei, casa di produzione della miniserie. Tra i presenti, anche Ilaria Tuti, autrice dell’omonimo libro bestseller da cui è tratta la serie.

Nell’arco di tre episodi ed altrettante prime serate, Fiori sopra l’inferno è ambientato in un piccolo paese di montagna, paradiso apparente che nasconde tra i suoi vicoli silenzi e inconfessabili segreti. Qui un killer si lascia alle spalle una efferata scia di sangue per difendere un gruppo di bambini ignorati e maltrattati da chi dovrebbe proteggerli.

Ad indagare Teresa Battaglia (Ricci), un’esperta profiler di quasi sessanta anni, arrivata dalla città assieme alla sua piccola squadra, la sua famiglia, a cui si è appena aggiunto un nuovo membro, il giovane Ispettore Massimo Marini (Spata), in fuga da se stesso e dal proprio passato.

Teresa, durante le indagini, deve però affrontare anche un altro nemico: l’Alzheimer, i cui sintomi iniziano a presentarsi ed a metterla in difficoltà, mentre il serial killer potrebbe costringerla ad empatizzare con lui pur non potendolo assolvere.