Emanuela Orlandi, il fratello: “Fedez si è scusato”. Nuzzi: “Sua risata inopportuna”

Fedez si è scusato telefonicamente con il fratello di Emanuela Orlandi. Nuzzi: “Battuta inopportuna, black humor non mi piace”

Dopo oltre 24 ore di polemiche social ancora nessuna traccia di scuse pubbliche da parte di Fedez, che nel podcast Muschio Selvaggio ha pronunciato una, anzi più di una, battuta fuori luogo su Emanuela Orlandi. In attesa di cenni da parte del rapper, è Gianluigi Nuzzi a parlare. Il giornalista, ospite proprio dell’episodio ‘incriminato’ (oltre 315 mila visualizzazioni in due giorni) del podcast che Fedez conduce con Luis Sal, ha commentato quanto accaduto. Lo ha fatto oggi a The Breakfast Club su Radio Capital:

La risata di Fedez era inopportuna, infatti io ero in imbarazzo come risulta palese dalle mie espressioni come dalle frasi che ho detto. A me non piace il black humor, poi ognuno ha i suoi gusti, faccio fatica a capirlo. Ma per un’ora e dieci abbiamo parlato di Emanuela Orlandi a un pubblico di giovanissimi che non erano neanche nati quando Emanuela è scomparsa. Fedez sappiamo com’è come persona.

In queste ore l’indignazione, inizialmente esplosa sui social, si sta spostando sui siti e nelle redazioni dei giornali. Al momento il previsto approdo del podcast nel palinsesto di Rai2 (oltre che su RaiPlay) nella settimana del Festival di Sanremo non sembra essere in discussione, ma la situazione pare essere in continua evoluzione. Il prossimo step dovrebbe essere quello della replica di Fedez, che può contare sull’assoluzione del fratello di Emanuela Orlandi. Pietro Orlandi, infatti, aveva fatto sapere di aver perdonato il rapper:

In tanti anni ho dovuto subire comportamenti in malafede e cattivi ben peggiori di una risata non nata sicuramente con la volontà di offendere, o mancare di rispetto, me lo auguro, anche se ovviamente mi è dispiaciuto. Non capivo cosa ci fosse da ridere dicendo ‘non l’hanno trovata, la stanno ancora cercando’. Credo che si tratti semplicemente di un momento di immaturità, come quando da ragazzini poteva scappare una risata durante un funerale. Credo in questa vicenda che dura da quarant’anni vi siano atteggiamenti molto più gravi da parte di intere istituzioni che dovrebbero far indignare molto di più di una, seppur fuori luogo, risata.

Poco fa Pietro Orlandi ha anche comunicato di aver ricevuto la telefonata di scuse da parte di Fedez:

Fedez mi ha spiegato che non l’ha fatto con l’intento di essere irrispettoso, ma ha capito che ha sbagliato. Poteva anche non chiamarmi e quindi l’ho apprezzato.