Diego Dalla Palma in tv, Caro Diego è il suo nuovo programma su Rai Premium

Diego Dalla Palma a gennaio inizierà una nuova avventura televisiva, su Rai Premium. Il programma si intitola Caro Diego. Ecco di cosa si tratta

Nuova avventura televisiva per Diego Dalla Palma. Il celebre truccatore, infatti, sarà alla guida di Caro Diego, un programma in onda su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) da martedì 4 gennaio 2022 in seconda serata (la data di partenza inizialmente comunicata era un’altra, ma per esigenze di palinsesto è stata posticipata)

Quattro le puntate previste, con Diego Dalla Palma che ospiterà storie di donne e di uomini che hanno smarrito, o stanno smarrendo, lo specchio della propria autostima e quello che riflette il loro aspetto fisico. Il format prevede l’intervento del truccatore e del suo team per dare forza, intensità e valore all’aspetto dei protagonisti.

Dopo la lunga parentesi su Rete 4 (Ciao Bellezza, Nessuno mi può giudicare, Come si cambia), il primo vero make up artist della tv italiana (sì, prima di Clio Make Up) è ormai da qualche anno volto di Rai Premium, dove conduce Uniche, trasmissione in cui incontra alcune protagoniste del mondo dello spettacolo. Nell’ultimo ciclo di puntate sono state ospitate Veronica Pivetti, Serena Bortone, Vittoria Schisano, Myrta Merlino, Paola Perego, Paola Saluzzi, Imma Battaglia e Tosca.

Di seguito la dichiarazione rilasciata da Dalla Palma a corredo del lancio ufficiale del suo nuovo programma tv:

A parer mio la bellezza è una categoria dello spirito. È libertà. È fierezza. È singolarità. È l’ordine dopo il disordine. È mistero. È profumo d’eternità. È amore vibrante. È corrente esoterica. La bellezza è una panoramica sull’aldilà. È un’estate piovosa e un inverno di calura. È stupore. È emozione. È un temporale tuonante. È il sorriso sulla paura. È un incontro con la verità. È un sogno fra erranti. È dolore trasformato in orgoglio. È creatività. È impeto. È una lente sulle proprie cicatrici. È Vita ma è anche Morte. È prodigio. È speranza. È imprevedibilità. È natura anarchica. La bellezza va ascoltata come fosse musica; osservata come fosse il sole dentro la pioggia; toccata come fosse trebbiatura dell’anima. La bellezza è nell’Arte, nel pensiero elevato degli uomini Eletti, nella Natura e in tutta l’eccellenza che certi uomini, vivendo, hanno. Ebbene: con questa idea, quasi un chiodo fisso che mi accompagna da sempre, ho immaginato e ideato un percorso e l’ho trasformato in un programma televisivo visionario, utile per amarsi: Caro Diego.