Cinque Giorni al Memorial su Apple Tv+ una cruda storia vera che andava raccontata – La recensione

Vera Farmiga, Cherry Jones guidano il cast di una miniserie che inizialmente sarebbe dovuta essere la seconda stagione di American Crime Story

Su Apple Tv+ è disponibile la miniserie Cinque Giorni al Memorial – Five Days at Memorial creata da Carlton Cuse e John Ridley sulla base del libro inchiesta omonimo di Sherry Fink che ripercorre le gravi conseguenze subito dal Memorial Hospital di New Orleans a seguito dell’Uragano Katrina che colpì la città il 29 agosto 2005. Una distruzione senza precedenti con l’80% di New Orleans che finì sott’acqua. Tra gravi ritardi e sottovalutazioni, il Memorial Hospital per 5 giorni restò in balia degli eventi senza scorte di cibo, senza elettricità e senza un modo per evacuare i pazienti e i tanti che avevano cercato rifugio.

Cinque giorni al Memorial la trama

Five Days at Memorial – Cinque Giorni al Memorial in 8 episodi è ispirato al libro inchiesta di Sheri Fink. Al centro il racconto della storia dell’ospedale di New Orleans che venne travolto dall’uragano Katrina e rimase isolato per almeno 5 giorni. Passata la tempesta, mentre si cercavano i responsabili dei ritardi dei soccorsi, entrando nell’ospedale emersero 45 cadaveri, un numero più alto rispetto agli altri.

La particolarità del Memorial Hospital era che al suo interno contenesse all’ultimo piano un altro ospedale, un centro medico per lunga degenza gestito da un’altra proprietà e che non aveva alcun legame con il Memorial Hospital, un aspetto che è stato cruciale sia per il numero dei morti che nella gestione dell’emergenza.

Cinque giorni al Memorial, la recensione

Il medical drama incontra il disaster thriller nella miniserie Five Days at Memorial – Cinque Giorni al Memorial su Apple Tv+, un prodotto che va oltre il concetto di intrattenimento puro, rappresentando una storia fondamentale da raccontare. I primi 5 episodi, pur introducendo alcuni veloci elementi dell’inchiesta post-uragano, si concentrano sui 5 giorni all’interno dell’ospedale mostrando in modo realistico i momenti di drammatica sofferenza vissuti dai dottori e dai pazienti dell’ospedale. Siamo sempre tutti convinti che gli ospedali siano luoghi protetti in cui nulla può succedere, ma quando salta l’elettricità diventano solo palazzi avvolti in una costante sofferenza. Un dramma umano che colpisce al cuore e al cervello di chi guarda, facendo riflettere sulle difficoltà del sistema sanitario americano con ospedali gestiti da corporazioni che spesso dimenticano l’esigenza primaria di curare i malati.

Gli ultimi 3 episodi sembrano appartenere a una serie tv completamente diversa. Lo scenario cambia, si torna alla normalità della vita e si perde l’aspetto più emotivo per approfondire la parte legata all’inchiesta seguita alla tragedia. Resta però il sospetto che una costruzione più amalgamata e meno frammentata avrebbe restituito al meglio sia l’emozione che la riflessione su quanto accaduto. Soprattutto perchè nella seconda parte si ritorna su situazioni già viste e l’impressione è di trovarsi davanti quasi a un’altra serie tv o a una seconda stagione. Nella prima parte, infatti, si poteva rallentare in alcuni casi l’effetto emotivo per introdurre alcuni flash forward del futuro (o si sarebbe potuto costruire direttamente tutto come inchiesta con flashback sugli eventi accaduti). La ricerca eccessiva dell’emozione è però per fortuna compensata dall’anima razionale di chi cerca di gestire una situazione d’emergenza senza avere informazioni corrette di quanto stesse accadendo.

In questo aiuta molto la bravura di Cherry Jones abile nel nascondere dietro un sorriso l’anima più spietata di chi sa di dover prendere decisioni impossibili. Naturalmente non è un documentario e tutto, seppur ispirato a fatti reali, è frutto della creatività degli autori, dai dialoghi alle scene ricostruite. Proprio per questo, sapendo quello che poi sarebbe il risultato finale, il personaggio interpretato da Vera Farmiga a tratti sembra costruito per risultare un villain, una sorta di “cattivo”, anche senza voler esprime un giudizio sull’operato della dottoressa Pou. Complessivamente la miniserie funziona, commuove e fa riflettere lo spettatore.

Cinque giorni al Memorial, il cast

Fondamentale l’apporto del cast per una miniserie come Five Days at Memorial. Una delle protagoniste, la controversa dottoressa Anna Pou è interpretata da Vera Farmiga la donna venne arrestata e accusata di aver materialmente ucciso con iniezioni letali diversi pazienti. Ma vediamo nel dettaglio il resto del cast

Vera Farmiga è la dottoressa Anna Pou
Robert Pine è il dottor Horace Baltz
Cherry Jones è Susan Mulderick
Cornelius Smith Jr. è il dottor Bryant King
Julie Ann Emery è Diane Robichaux
Adepero Oduye è Karen Wynn
Michhael Gaston è Arthur Schafer

Cinque giorni al Memorial e American Crime Story

Il libro di Anna Fink Five Days at Memorial era stato scelto da Ryan Murphy e dal suo staff come base per la seconda stagione dell’antologia American Crime Story. L’idea venne poi superata da quella dedicata a Versace, sostenendo che non fosse facile realizzare la serie a New Orleans. Il progetto venne poi rivisto da Murphy con il coinvolgimento diSarah Paulson nei panni della dottoressa Anna Pou (poi interpretata da Vera Farmiga), cheprese il posto di Annette Bening, mentre Dennis Quaid sarebbe dovuto essere il presidente Bush. L’idea è stata poi accantonata da FX e dal team di American Crime Story con John Ridley e Carlton Cuse che hanno iniziato a lavorare alla sceneggiatura con il coinvolgimento di ABC Signature in produzione.

Cinque giorni al Memorial dove vedere la serie

Per vedere la miniserie Cinque Giorni al Memorial – Five Days at Memorial è necessario attivare l’abbonamento a Apple Tv+. La piattaforma ha un costo di 4,99 € al mese con una prova gratuita di 7 giorni (chi acquista un nuovo dispositivo Apple ha la possibilità di attivare la piattaforma gratuitamente per un periodo limitato). Apple Tv+ oltre che sui dispositivi Apple è disponibile come app su Amazon Fire Tv, PlayStation, XBox, sul sito tv.apple.com, su alcune Smart Tv e su Sky Q.

Cinque giorni al Memorial, quanti episodi sono

La miniserie è composta da 8 episodi. I primi 3 episodi di Five Days At Memorial sono disponibili venerdì 12 agosto in streaming su Apple Tv+, i restanti hanno un rilascio settimanale con finale previsto il 16 settembre.

Cinque giorni al Memorial, avrà una seconda stagione?

Non ci sarà una seconda stagione della serie Apple, si tratta di una miniserie che racconta una storia vera.