Chiamami ancora amore, la trama ed il cast della miniserie di Raiuno

Greta Scarano e Simone Liberati interpretano i due protagonisti, una coppia in crisi che si ritrova divisa al momento di decide come occuparsi del figlio

Un drama relazionale contemporaneo, ben scritto, ben diretto e ben interpretato: è Chiamami ancora amore, la nuova miniserie che Raiuno manda in onda da domani, lunedì 3 maggio 2021, per tre settimane e sei episodi (due a sera). Ideata da Giacomo Bendotti (che firma la sceneggiatura con Sofia Assirelli), con la regia di Gianluca Maria Tavarelli, la serie inizialmente era stata presentata con il titolo “La promessa”, poi cambiato prima della messa in onda.

Una scelta che evidentemente punta a sottolineare il rapporto tra i due protagonisti, Anna (Greta Scarano) ed Enrico (Simone Liberati), coppia che dopo undici anni di matrimonio ed un figlio, Pietro (Federico Ielapi), si trova ad un punto di rottura. Prodotta da Indigo Film con Rai Fiction, la serie esplora le difficoltà di una relazione ad un bivio, tra rimpianti, attacchi e l’amore che resta.

La trama di Chiamami ancora amore

1
Anna, paramedico, ed Enrico, gestore di un bar, si sono sposati undici anni fa. Dalla loro unione è nato Pietro, appassionato di calcio come il padre. Una famiglia normale, come tante altre. Fin quando Anna, dopo aver lasciato il figlio al suo allenatore per un ritiro, prepara la valigie e scrive una mail al marito, comunicandogli la fine del loro matrimonio.

Enrico scopre delle intenzioni di Anna prima di leggere la mail, quando arriva a casa e trova la moglie con le valigie pronte. Per i due inizia un tentativo di riavvicinarsi e capire cosa non sia andato che però dura poco: di mezzo c’è l’affidamento di Pietro, motivo per cui viene coinvolta anche l’assistente sociale Rosa Puglisi (Claudia Pandolfi), inizialmente riluttante all’idea di doversi occupare di un “banale” caso di separazione.

Man mano che approfondisce la situazione, però, Rosa si rende conto che Anna ed Enrico nascondo delle ferite più profonde, legate al loro passato ed alle loro famiglie, che li hanno resi come sono oggi, così come hanno influenzato la loro relazione. E che la loro separazione non è così semplice da gestire.

Il cast di Chiamami ancora amore

A guidare il cast sono Scarano e Liberati: a loro due il compito di interpretare Anna ed Enrico, personaggi di cui seguiamo sì il presente ma che conosciamo anche nel passato tramite alcuni flashback. Pandolfi è, invece, Rosa, a cui viene affidato il punto di vista esterno della vicenda; Ielapi (che abbiamo visto in Don Matteo 11 ed in “Pinocchio”) è invece Pietro.

Silvia Gallerano interpreta Valeria, sorella di Enrico nonché suo avvocato nel processo di separazione; Giorgio Colangeli è invece Aldo, il padre che gli ha costruito la villetta in cui ha vissuto con Anna e Pietro, mentre Elisabetta De Vito è Lorena, sua madre.

Lorenzo Gioielli veste invece i panni di Massimo, padre di Anna, ed Agnese Nano è Carla, la seconda moglie dell’uomo. La madre di Anna, infatti, si è tolta la vita a causa della depressione anni prima. Liliana Fiorelli, inoltre, è Monica, l’amica di sempre della protagonista.

Il cast, però, include numerosi altri attori: Paola Sambo è la dirigente dei Servizi Sociali che affida il caso a Rosa; Alessandro Riceci è Roberto, collega di Anna; Alessandro Procoli è il Mistero Rocchi, l’allenatore di Pietro; Flavio Domenici è Emiliano, amico di Enrico; Cristian Pellegrino è la psicologa Cristina Rimbaudi; Daniela Virgilio è Elena ed Alessandro Tedeschi è Andrea Nobili.