• Tv

Che tempo che fa: Tullio Solenghi e Massimo Lopez lo trasformano in Fratelli di Crozza

La coppia comica si scatena con le imitazioni da Mattarella a Berlusconi passando per Prodi e addirittura Malgioglio.

A Che tempo che fa Tullio Solenghi e Massimo Lopez , new entry dell’edizione in corso, siglano la performance migliore della stagione scatenandosi con le imitazioni. La vigilia delle elezioni per il Presidente della Repubblica ha galvanizzato i comici, soprattutto per il passo indietro di Silvio Berlusconi: con la sua letterina al Cavaliere Luciana Littizzetto per un attimo è tornata ai tempi migliori, mentre Fabio Fazio ha riesumato addirittura Antonio Cornacchione, che ai tempi di Zelig diventò popolarissimo come fan “in una valle di lacrime” dell’attuale presidente del Monza.

Tullio Solenghi in particolare si è lanciato in una strepitosa imitazione del Presidente della Repubblica uscente Sergio Mattarella che cerca autonomamente al telefono un successore al Quirinale, un po’ come Berlusconi con la fallita Operazione scoiattolo. La prima telefonata ha come destinatario Romano Prodi, con l’ex premier di centrosinistra interpretato da un bravissimo Massimo Lopez che ne ha messo in evidenza la proverbiale flemma.

Nella seconda telefonata invece Lopez si trasforma nel rinunciatario Silvio Berlusconi, ovviamente sottolineandone le doti amatorie. Non proprio elegante l’espediente con il quale si arriva a Cristiano Malgioglio: il Mattarella di Lopez auspica un presidente nè uomo nè donna ed ecco che subentra il paroliere di Mina. I due eseguono un centone sulle note di Ti lascio una canzone e invece di Che tempo che fa per un attimo sembra di trovarsi in Fratelli di Crozza, il one man show di Maurizio Crozza in onda il venerdì su Nove (ma attualmente in pausa). La coppia ha in seguito presenziato al Tavolo, segmento finale della trasmissione di Rai3 della domenica condotta da Fabio Fazio con Mara Venier, Orietta Berti, Gigi Marzullo, Hell Raton, Nino Frassica, Antonio Cornacchione, Shel Shapiro e il Mago Forest.

Insomma, passano gli anni ma Silvio Berlusconi si conferma una miniera d’oro per la categoria dei comici.