Home Notizie Che Dio ci aiuti 5, Laura Adriani a Blogo: “In un convento di suore la mia Maria è tutto tranne che una suora” (VIDEO)

Che Dio ci aiuti 5, Laura Adriani a Blogo: “In un convento di suore la mia Maria è tutto tranne che una suora” (VIDEO)

Guarda la video intervista di Blogo alla giovane attrice new entry della serie di Rai1 con Elena Sofia Ricci. Interpreta Maria Galiardi, la nipote di suor Costanza

pubblicato 10 Gennaio 2019 aggiornato 31 Agosto 2020 18:08

Laura Adriani, già vista in tv in Squadra mobile, è una delle novità della quinta stagione di Che Dio ci aiuti. L’attrice nella serie di Rai1 prodotta da Lux Vide interpreta la nipote di suor Costanza (Valeria Fabrizi – video intervista Blogo):

Il mio è un personaggio dissacrante. Entra a gamba a tesa in un convento di suore, ma lei è tutt’altro che una suora. Io l’ho definita Maria non la vergine, per sottolineare cosa lei prediliga e cosa a lei piaccia… Ma non è una prostituta, eh, è una donna a cui piace fare all’amore.

A proposito del rapporto instaurato con la Fabrizi, la Adriani ha raccontato che “durante le riprese ha avuto un grande problema e lo ha affrontato nel modo con il quale io sogno di affrontare un giorno le difficoltà della vita“:

È stata un esempio. Lei è una grande donna che ti racconta la sua vita in maniera spontanea, senza vergogne. Ha vissuto al 100%. E poi ‘magna’, beve, si diverte, è proprio bella da vedere.

Dopo aver indicato nella sua capacità di “toccare l’italiano medio” il segreto di Che dio ci aiuti, la Adriani ha rivolto alcune critiche nei confronti di Netflix e di una serie in particolare (non dice il titolo, ma il riferimento pare essere a Baby):

Ci sono piattaforme che sei definiscono di grande spessore e livello, che hanno lanciato prodotti, anche italiani, orrendi. Prodotti fatti male! Scadenti, su tutti i fronti. Se questo è il futuro, abbiamo un problema. Io sono per le cose belle, ma con dignità e senza presunzione. Netflix nella grafica e a livello pubblicitario sono dei geni, ma per il resto… E vale lo stesso per Sky. Quindi viva la Rai e viva Che Dio ci aiuti!

In apertura di post il video integrale dell’intervista.