Canzone segreta verso la seconda edizione su Rai1

Il nuovo show emozionale della prima rete della televisione pubblica verso la conferma nel 2022 sempre con Serena Rossi

di Hit

Si è chiusa da qualche settimana la prima edizione del programma di varietà Canzone segreta, che Rai1 ha proposto nei suoi venerdì sera di questa primavera con la conduzione di Serena Rossi. Il programma, che ha appena vinto il premio del Moige,  ha ottenuto un buon riscontro in termini di ascolti anche e sopratutto se raffrontati con le altre produzioni di intrattenimento del primo canale della Rai, esclusi i suoi titoli storici. Alla luce di tutto questo il programma avrà quasi sicuramente una seconda serie, sempre posizionata su Rai1 nel prossimo anno.

Fra gli elementi caratteristici di questa trasmissione ci sono stati sicuramente la curiosità e la sorpresa. Curiosità e sorpresa sono state le basi su cui si è costruita la trasmissione, elementi questi che sono andati oltre il video e hanno raggiunto il pubblico da casa, tutto questo stimolato certamente dalla canzone, passo questo fondamentale per accendere nei vip in studio e nel pubblico da casa la scintilla della memoria e dell’emozione.

In questo si è rivelata ottima padrona di casa Serena Rossi che aveva già avuto modo di farsi conoscere al pubblico televisivo prima nella fiction dedicata a Mia Martini e più recentemente in Mina Settembre. Sarà necessario evidentemente ampliare il margine di manovra della conduzione nella prossima edizione del varietà, per evitare che si corra il rischio di monotonia. Fra i risvolti del programma certamente ha contato anche l’empatia che si è venuta a creare fra il vip seduto sulla poltrona, il pubblico in studio e quello da casa, in un processo di rivelazione e curiosità parallelo. Successivamente l’effetto scenografico e coreografico delle sorprese e la loro messa in scena a chiuso in qualche modo il cerchio.

Ovviamente affinchè tutto abbia effetto non è secondaria la scelta del vip a cui fare la sorpresa e in questo nella seconda edizione si dovrà cercare di alzare ulteriormente l’asticella, cosa per altro non facile. Va detto però che anche l’allestimento stesso della sorpresa potrebbe essere l’elemento risolutivo rispetto alla scelta del vip da “sorpresare” ed in questo va fatto il plauso per come state messe in scena le sorprese nella prima edizione del programma.

Certamente fra le parti della trasmissione che vanno rimodulate ci sono quella dell’attesa del vip nel buio dello studio, che corre il rischio di essere lunga e quella del backstage che forse andrebbe in qualche modo ampliata. In tutto questo forse occorre rendere il format più elastico e meno statico nella prossima edizione, questo per evitare quella sensazione di deja vu che spesso si impadroniva del programma.

Appuntamento dunque per la seconda edizione della Canzone segreta nei primi mesi del prossimo anno su Rai1