• Tv

La tv del futuro è con gli avatar

La tv (italiana e mondiale) sta per popolarsi di avatar: il futuro è il talent show con concorrenti virtuali

La realtà aumentata presto sarà solo un ricordo. La tv italiana (e di tutto il mondo) sta per essere invasa dagli avatar. Quegli stessi avatar che sembrano rappresentare il futuro di Facebook. D’altronde lo ha spiegato anche Mark Zuckerberg presentando nei giorni scorsi il ‘Metaverso’, ossia il nuovo Facebook, inteso come uno spazio virtuale popolato appunto dagli avatar di persone vere.

Come Maria Chiara Duranti ha raccontato perfettamente su Tivù, il trend televisivo emergente negli ultimi tempi è quello del virtual talent (sulla scia di reality come The Circle di Netflix). Lo si capisce anche dalla scelta di John de Mol (non esattamente l’ultimo arrivato) di lavorare ad Avastars, un talent show tutto virtuale in cui i concorrenti partecipano a una sfida canora e danzante indossando tute speciali che ne traducono i movimenti in personaggi animati (il programma dovrebbe andare in onda su Sbs6 in Olanda nel 2022).

Già a settembre scorso, in realtà, Fox aveva proposto Alter Ego, un format in cui i concorrenti si esibiscono tramite un avatar che rappresenta la loro personalità davanti a un panel di giudici di eccezione. Il primato, in questo senso, spetta però a Dimension Nova, il primo programma (sulla piattaforma iQiyi) ad avere mentori/giudici reali che selezionavano talenti virtuali utilizzando anche elementi del famoso gioco Pokémon Go.

Va riconosciuto all’italianissimo Nando Moscariello, Ceo di Vivi la Vita, il merito di aver lanciato nel lontano 2013 al MipFormat di Cannes il pilot di I Love Dance, in cui otto concorrenti si esibivano con personaggi animati, collegati a sensori che ne giudicavano l’abilità artistica, perché ne registravano ogni movimento (guarda la foto in apertura).

Un’idea che oggi appare più che attualissima e che in Italia non è stata ancora realizzata. Ma la sensazione è che, anche sulla spinta di format per certi versi affini come Il Cantante mascherato, manchi davvero poco.