• Tv

Aggredita a una manifestazione No Green Pass una giornalista di Rai News 24

Antonella Alba, giornalista di Rai News 24, è stata aggredita a Roma nella serata di ieri da alcuni manifestanti No Green Pass.

Antonella Alba, giornalista di Rai News 24, è stata vittima ieri sera a Roma di un’aggressione da parte di alcuni manifestanti No Green Pass. A raccontare l’accaduto è la stessa protagonista tramite un tweet pubblicato nelle scorse ore, nel quale la giornalista mostra anche un video dell’aggressione subita. Un uomo l’accusa di essere una “giornalista terrorista”; lei ringrazia nel messaggio le forze dell’ordine che hanno protetto la sua incolumità.

Beppe Giuletti, presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana, esprime per primo sostegno sui social ad Antonella Alba.

Pochi minuti dopo il direttore di Rai News 24 Andrea Vianello racconta l’accaduto con queste parole, sempre tramite un tweet:

La nostra Antonella Alba, aggredita, strattonata per prenderle il cellulare, graffiata, insultata nella manifestazione no vax di ieri sera a Roma. Motivi: aveva la mascherina e faceva domande. Sciagurati e fascisti. Servirebbe un altro vaccino ad hoc per l’ignoranza.

Anche il comitato di redazione della testata diretta da Vianello esprime solidarietà alla collega aggredita nella serata di ieri:

Solidarietà alla collega Antonella Alba aggredita ieri sera durante la manifestazione contro il green pass che ha attraversato le strade della città in direzione della sede Rai di Viale Mazzini e alla quale erano presenti esponenti di Forza Nuova. ‘Giornalista terrorista!’ hanno risposto alcuni di loro alla domanda sul perché stessero partecipando al corteo: poi nel tentativo di strapparle il telefonino hanno causato alcune ferite alla collega. […] Sosterremo Antonella Alba in ogni sede per difendere il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini ad essere informati.

La nota del cdr di Rai News 24 viene condivisa dal segretario nazionale dell’Usigrai Vittorio Di Trapani, che si augura una rapida individuazione dei responsabili dell’accaduto. “Un fatto indegno” lo definisce il consigliere d’amministrazione Rai Riccardo Laganà, che ribadisce come il Servizio Pubblico sia al fianco della giornalista aggredita e di tutti i suoi colleghi impegnati nel raccontare la pandemia.

Messaggi di solidarietà arrivano anche dal mondo politico sia dalle file del Pd con la senatrice Valeria Fedeli e il deputato Andrea Romano sia da quelle di Forza Italia, dove a porgere il proprio sostegno è la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini.