• Tv

A cena da Maria Latella: la convivialità a tavola non basta a fare sciogliere gli ospiti

Nel dinner talk di Sky Tg 24 regna un’atmosfera troppo fredda, con gli ospiti che ogni tanto sembrano in imbarazzo.

L’idea è apprezzabile: invitare a cena a casa propria quattro personaggi della politica e della cultura – tutti rigorosamente tamponati, ovvio – e farli dissertare di attualità, allontanandoli dagli studi dei talk show. Si tratta di A cena da Maria Latella, in onda su Sky Tg 24 il giovedì in prime time con l’omonima giornalista.

A cena da Maria Latella è stato definito un dinner talk, una declinazione abbastanza insolita per un talk show. Per l’occasione la giornalista ha invitato il leader di Azione Carlo Calenda, l’ex ministra della Difesa Roberta Pinotti, lo scrittore Giancarlo De Cataldo e il presidente dell’APA (Associazione Produttori Audiovisivi) Giancarlo Leone, con un passato da direttore di Rai 1.

Il tema non poteva che essere quello relativo all’elezione del Presidente della Repubblica: Giancarlo De Cataldo era tra gli invitati in quanto autore di un documentario inerente la figura di Sandro Pertini (Pertini – Il combattente), mentre Giancarlo Leone è il figlio di Giovanni Leone, Presidente della Repubblica dal 1971 al 1978.

Va detto che gli ospiti e la conduttrice erano a cena per davvero: a preparare i piatti e a servire i commensali sono stati gli studenti dell’Istituto Tecnico Alberghiero “Amerigo Vespucci” di Roma. Il problema tuttavia è che nonostante il momento di convivialità gli ospiti per buona parte della serata non si sono dimostrati molto a loro agio, probabilmente in quanto non capita tutti i giorni di essere ripresi durante un momento poco pubblico come il pasto. A volte anzi il rumore dei piatti e delle posate poteva essere di disturbo per il telespettatore.

Il più loquace del quartetto si è dimostrato Carlo Calenda, più che altro in quanto è un volto molto più televisivo rispetto agli altri tre.

Al di là del giudizio su questa prima puntata, il programma rimane tuttavia un esperimento molto interessante in quanto si svolge in un’atmosfera in teoria rilassata, ma molto dipende dalla caratura degli invitati. Non sarebbe male per esempio vedere a cena i principali leader politici.