Guardaroba perfetto su Real Time: torna Carla Gozzi (senza Enzo Miccio)

Real Time da oggi alle ore 15 propone un nuovo appuntamento dedicato al pubblico femminile ed in particolare a quelle che nel comunicato stampa di presentazione vengono definite le "disperate del guardaroba”: donne che indossano sempre i soliti capi nonostante abbiano l’armadio zeppo di vestiti e accessori.

Così, dal lunedì al venerdì sul canale 31 del digitale terrestre free - canale 31 di TivùSat o su Sky, canali 124, 125 e in HD - la fashion guru Carla Gozzi dispenserà consigli alle donne italiane utili per avere un Guardaroba perfetto. Che è, appunto, il titolo del nuovo show, di cui sono previste 40 puntate da 30 minuti ciascuna (Guardaroba perfetto è anche un libro, firmato dalla Gozzi ed edito da Rizzoli).

Nel corso degli appuntamenti la Gozzi, volto noto al grande pubblico soprattutto per aver condotto sempre su Real Time con Enzo Miccio, Ma come ti vesti, visiterà le abitazioni di donne che, per paura di sbagliare, rimangono aggrappate agli stessi vestiti di sempre, pur avendo nel loro guardaroba alcuni pezzi dall’alto potenziale ma che non hanno mai osato indossare. Orfana di Miccio, ad accompagnare la conduttrice in questa avventura ci sarà la sua sarta assistente che si chiama, manco a dirlo, Enza. Le due, con i ferri del mestiere quali metro, multi stand estraibile, macchina fotografica, computer e mood board, esamineranno uno ad uno i capi nell’armadio, scegliendo quelli che, grazie ad alcune semplici modifiche e con gli accessori giusti, possono trasformarsi in un look davvero di classe.

A quel punto, finito lo svuotamento la fashion guru aprirà il suo multi stand, prenderà delle etichette e inizierà a dividere lo stand per occasioni d’uso: lavoro, tempo libero e sera.

E se nell'armadio ci fossero abiti proprio impossibili da indossare? Ecco la soluzione: in nome del "non si butta via nulla", questi capi verrranno offerti in beneficenza alla onlus Humana People To People che li destinerà a diversi progetti in ogni puntata, dalla costruzione di un pozzo in Africa, al sostegno a distanza.

Il programma, prodotto da Magnolia per Discovery Networks (gruppo di cui fa parte appunto Real Time), corre in definitiva un rischio: essere la copia dei precedenti e allinearsi, così, al trend della tv generalista italiana.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: