• Tv

Lady ‘Ndrangheta: documentario di Beatrice Borromeo su Sky Tg24

I due documentari in onda alle 21 di venerdì 6 marzo

La ‘Ndrangheta dal punto di vista delle donne. Lady ‘Ndrangheta racconta una delle organizzazioni criminali più temibili e feroci del mondo nel suo lato femminile. Si tratta di due documentari curati da Beatrice Borromeo in onda alle 21 di venerdì 6 marzo su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e in chiaro sul canale 27 del digitale terrestre.

La giornalista, ex collaboratrice di Michele Santoro ai tempi di Annozero e da qualche tempo lontana dalla tv, propone un viaggio dalla Calabria all’Inghilterra passando per Milano, e un racconto inconsueto e sconvolgente del ruolo delle donne nell’organizzazione mafiosa che sta allungando la sua ombra su molti Paesi del mondo e che oggi fattura più di Cosa Nostra.

Perché sono le donne il perno centrale della ‘Ndrangheta, sono le donne a comandare, sono le donne a dirigere l’orchestra. Donne capocosche, che tagliano droga, ordinano omicidi, trafficano armi. Regine e principesse con pistole e bazooka al posto degli scettri.

I documentari di Lady ‘Ndrangheta, prodotti da Wildside, ripercorrono le vicende di Marisa Merico Di Giovine e di sua nonna Maria Serraino, “mamma eroina”. Ed ancora di Angela Bartucca, moglie del boss Rocco Anello, che seduce i giovani che girano intorno al clan, che poi scompaiono misteriosamente.

Da segnalare che per realizzare i documentari la Borromeo si è avvalsa della collaborazione del fidanzato Pierre Casiraghi, per le foto. A Vanity Fair a settembre scorso spiegò:

Un paio di anni fa, per la tesi del mio master in giornalismo alla Columbia University, ho presentato un lavoro sul traffico di cocaina che dal Sudamerica arriva in Italia via New York. Avevo aperto dei contatti con Fbi e Dea e con Nicola Gratteri (procuratore a Reggio Calabria, consigliere della commissione parlamentare antimafia, ndr). È lui che mi ha raccontato dello strapotere femminile nella ’ndrangheta, la più potente mafia del mondo, con un giro d’affari di 40 miliardi di euro l’anno. (…) Mi sono confrontata con colleghi che ne sanno più di me: Enrico Fierro, Enzo e Nuccio Ciconte. E la chiave della società matriarcale nella mafia calabrese è piaciuta a Newsweek che ha finanziato l’inizio delle riprese, portate avanti con il Oren Jacoby (regista di documentari, candidato all’Oscar, ndr). Abbiamo cercato di rompere lo stereotipo del padrino: mostriamo figure di donne che dalle inchieste emergono spietate e sempre protagoniste delle faide.

Per vedere Sky TG24 sul canale 27 del digitale terrestre non è sufficiente la semplice ricerca di nuovi canali: è importante che si effettui la risintonizzazione completa, tramite il tasto MENU del tuo televisore o decoder digitale.