One tree hill, la nuova serie “4 anni dopo”

E’ finita qualche settimana fa in Italia la messa in onda, su Raidue, della quarta stagione di “One tree hill”, il telefilm creato da Mark Schwahn nel 2003 ed attualmente in onda in America sul canale The Cw, nato dalla fusione tra The Wb e Upn.I fan americani della serie, quando saranno davanti allo schermo

E’ finita qualche settimana fa in Italia la messa in onda, su Raidue, della quarta stagione di “One tree hill”, il telefilm creato da Mark Schwahn nel 2003 ed attualmente in onda in America sul canale The Cw, nato dalla fusione tra The Wb e Upn.

I fan americani della serie, quando saranno davanti allo schermo per la quinta stagione il prossimo 8 gennaio, saranno colpiti dalla decisione presa dagli autori per quanto riguarda la timeline del telefilm: infatti, gli avvenimenti saranno ambientati 4 anni dopo gli eventi che hanno chiuso la quarta serie: non a caso, il primo episodio della nuova stagione sarà intitolato “Four years, six month and two days” (“Quattro anni, sei mesi e due giorni”).

I maturandi, le cui vicende in questi anni hanno coinvolto i due fratelli Scott, Nathan (James Lafferty) e Lucas (Chad Michael Murray, un habituè delle teen series, visto che è apparso anche in “Dawson’s Creek” e “Una mamma per amica”), manterranno quindi la promessa fatta a River Court nell’ultimo episodio (“Serata d’addio”) di ritrovarsi dopo il college nello stesso posto, e questo darà il via alla quinta stagione, che perciò salterà l’intero periodo formativo post diploma.

Sarà normale, perciò, ritrovare alcuni dei protagonisti molto cambiati: alcuni avranno ottenuto dei successi; altri, tireranno avanti con difficoltà. Quello che sarà accaduto durante gli anni del college, incontri con nuovi personaggi compresi, non saranno però totalmente ignorate: la produzione ha infatti dichiarato che alcuni episodi conterranno dei flash-back (“Lost” docet) o, addirittura, saranno interamente ambientati nel passato.

Si può dire, dunque, che “One tree hill” è riuscito in ciò in cui aveva fallito Rob Thomas, creatore di “Veronica Mars” (ora in onda con l’ultima stagione su Italia1): infatti, per evitare la chiusura della serie (poi avvenuta), l’autore del personaggio interpretato da Kristen Bell aveva proposto a The Cw un salto temporale di due anni che avrebbe fatto ritrovare la protagonista al suo primo giorno di lavoro nell’ Fbi (ne fu anche girato un breve pilot, ma il progetto non venne approvato).

Una decisione curiosa che, a nostro parere, potrebbe aumentare la curiosità di sapere che fine avranno fatto i personaggi e che permetterà agli sceneggiatori di sbizzarrirsi con nuove storie e nuovi caratteri, costruendo puntata dopo puntata un passato ignoto anche ai fan più accaniti della serie.

[Il sito ufficiale di “One tree hill”]