Tale e quale show 2014, Carlo Conti a TvBlog: "Il quarto giudice era una delle tante idee. La mia stagione televisiva? Più leggera"(VIDEO)

La videointervista di TvBlog a Carlo Conti, pronto per la stagione che lo vedrà protagonista anche sul palco dell'Ariston di Sanremo.

A partire da venerdì 12 settembre, in diretta dallo Studio Nomentano 5 della Dear di Roma, Carlo Conti darà il via alla quarta edizione di Tale e quale show, il fortunato varietà di Rai1. TvBlog ha intercettato il conduttore toscano poco prima che lasciasse la conferenza stampa tenutasi stamattina a Viale Mazzini. Ed ha raccolto le dichiarazioni che potete ascoltare nel video in apertura di post. O leggere di seguito.

Quando si ha in mano un format di così grande successo ci si pone la domanda se sia necessario o meno apportare delle novità?

Non me la sono posta questa domanda. Mi è venuta l'idea di introdurre dei duetti e l'ho aggiunta indipendentemente dal fatto che fosse o meno il caso di rinnovare il format. Secondo alcune scuole di pensiero squadra che vince, idea che vince, non si cambia. Ogni tanto mi piace cambiare qualcosa, i famosi restyling. In questo caso c'è un'ideina nuova: abbiamo portato i concorrenti a 12, ma le esibizioni saranno 11 perché due di loro faranno insieme un duetto. Nella prima puntata Nazzaro e Forte saranno Frank Sinatra e Liza Minnelli.

L'idea del quarto giudice è mai esistita?

Era un'idea, tra le tante cose che c'erano nella testa. Abbiamo pensato anche di aggiungere ai coach un supervisore... insomma, tante idee, poi per motivi anche economici alcune cose non riusciamo a portarle in porto

.

Vedo che in mano hai dei cd. Il Festival di Sanremo è anche questo?

(ride, Ndr). Ho tantissimi cd. So cosa ascoltare; purtroppo ascolto meno le radio, in questo periodo, proprio perché sono preso ad ascoltare cd.

Come definisci la tua stagione televisiva che sta iniziando, considerato l'impegno di Sanremo?

Per assurdo, sarà per quanto mi riguarda una stagione meno pesante. L'Eredità è il programma più impegnativo di tutti quelli che faccio; ci vuole concentrazione e attenzione ogni giorno perché ci sono concorrenti, soldi, domande diverse. Per un po' questo io non lo farò, perché dal 31 ottobre passerò il testimone a Fabrizio Frizzi. Sotto certi aspetti sarà una stagione più leggera.

carlo conti1

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: