Lucignolo 2.0 puntata 16 marzo 2014: tutti i servizi

Lucignolo 2.0, la puntata di domenica 16 marzo 2014: ecco i servizi

Servizi di cronaca e di attualità, come sempre, in questa puntata di Lucignolo 2.0 condotta da Enrico Ruggeri e Marco Berry.

Tra le storie raccontate durante la serata, la tragedia di Lecco con la madre che ha ucciso le sue tre figlie, a quanto pare terrorizzata per non essere in grado di poterle garantire un futuro. E’ stata anche mostrata la testimonianza di una donna che, anni fa, ha tolto la vita a suo figlio, che ai tempi aveva sette anni.

Non sono mancati reportage più “leggeri” come la consueta rubrica sulle morte di fama e uno scherzo a Ana Laura Ribas, convocata ad un casting interessato a cercare… anziani.

Qui sotto la puntata, minuto per minuto

Lucignolo 2.0, puntata 16 marzo 2014, liveblogging

7f

00.32. “Vogliamo che tutti i parlamentari si abbassino lo stipendio minimo”. Ecco una delle richieste fatte maggiormente dai cittadini che protestano. “Il 90% della popolazione non ha un lavoro e ha fame!”. Un ragazzo parla delle colpe della polizia ma sa che anche loro non ricevono paga da mesi.

7e

00.31. “Sono cinquanta mesi che non prendiamo uno stipendio e nessuno viene a chiederci come stiamo”.

7d

00.29. “Questa era la zona industriale più ricca ora sarebbe il set perfetto per un film dell’orrore”

7c

00.29. La primavera di Sarajevo. La guerra è finita, ecco la situazione oggi. Il saccheggio delle fabbriche fallite per guadagnare qualcosa durante il giorno.

7b

00.27. Ovviamente il livello di violenza accompagnava questi malesseri generati da allucinazioni. E alla fine la gente si trovava a trovare litigare fuori dalla discoteca. E si trovavano fuori dai locali con cric in mano. E non perché avevano bucato una gomma…

7a

00.26 Allucinazioni da droghe: “E niente, alla fine ho smontato il parquet di casa perché ero convinto che sotto ci fossero le cimici”.

7

00.22. Il nome della droga è nata dopo la storia di Rudy, un ragazzo che ha aggredito un vagabondo ed è stato fermato dalla polizia mentre gli strappava a morsi parte della sua faccia. Io non dormo stanotte. Luglio 2012, a Genova un cittadino russo ha aggredito la compagna morsicandola. E la donna ha ammesso che il compagno aveva assunto droga. Una ragazza, in Italia, ne aveva fatto uso e aveva le mascelle talmente serrate da dover utilizzate una sorta di vite gigante (di plastica) per aprirle la bocca. E anche lei, dopo, ha provato ad aggredire gli infermieri che erano accorsi. E’ uno di loro a raccontare questa vicenda.

6f

00.19. Si ritorna a parlare dei sali da bagno, la droga del cannibale che ha come effetti collaterali quelli di essere particolarmente violenti e incontrollati. Il racconto di Freddy è agghiacciante “Come andare all’inferno”. Il cervello porta a un altro mondo, c’è anche un video della polizia che mostra i suoi deliri.

6d

00.16 La registrazione non dura più di tre minuti. E’ possibile dare il via ad una nuova impresa e n on ci vuole più di due o tre settimane. In pochi minuti si è residenti a Monaco. E si può cercare lavoro immediatamente. Diploma professionale e lingua tedesca? Il lavoro di trova in un paio di giorni. Riformulo la domanda di prima: chi di voi sta pensando di iniziare un corso di tedesco?

6c

00.14. Ehm. Uno studente spenda circa 100 euro ogni sei mesi. La tassa è stata abolita dopo la protesta degli studenti. E nei 111 euro ha anche la tessera della metro e l’iscrizione all’Istituto. Ok quanti di voi stanno guardando il trolley facendosi un pensierino?

6a

00.11. L’erba del vicino è sempre più verde? A quanto pare la loro sicuramente sì. Davide e Andrea arrivano da Napoli, hanno 20 e 23 anni. Ci sono dei mini job (2/3 gg a settimana) e ti danno 400 euro a settimana circa. E intanto studia tedesco.

6

00.10. Monaco di Baviera è la nuova Mecca per i giovani. Ecco le storie di chi è partito inseguendo il sogno del lavoro e della stabilità. “Siamo tutti laureati, sappiamo almeno due o tre lingue” racconta una ragazza. E non hanno ovviamente intenzione di tornare. Per capirci: il livello di disoccupazione è del 7%.

5f

00.05. Ecco una ragazza romana che fa questo lavoro in Germania. E si paga gli studi. Minimo 150 euro a incontro. Racconta la sua storia con tranquillità ma non vuole essere ripresa in viso “A casa ho raccontato stupidaggini ma vorrei raccontare la verità”. Calcolando che la voce non mi sembra modificata… spero che i suoi genitori stiano dormendo in questo momento, ecco. “A me piace il lavoro che faccio perché mi piace donare me stessa e far stare bene le persone anche attraverso sesso”. Un’altruista insomma.

5e

00.03 Felicitas è la prima ad aver aperto il locale legalizzato. C’è il bar e dietro ci sono le stanze. Ha scelto questo lavoro per denaro e si definisce una donna d’affari. Le ragazze non hanno orari e turni fissi e passano quando vogliono. Nessun cartellino da timbrare.

5d

00.00 Il tema della legalizzazione della prostituzione. Berry si chiede se la riapriranno o no. E si vola in Germania, ovviamente nella zona a luci rosse. Ci sono oltre 3000 strutture a luci rosse. Eccoci nella Berlino per adulti. Ed ecco l’incontro con Sonia, ex prostituta adesso scrittrice. Ha iniziato in una chat erotica, poi è passata ai massaggi. Ha nascosto tutto alla famiglia in Italia. E da lì, dal salone, ha iniziato a spingersi oltre facendo sesso.

5b

23.53 “Se la mia vita fosse un film…” -pausa- “sarebbe… Top Gun!”. Pubblicità.

5a

23.46 Ovviamente -e giustamente- condanna la necknomination, la nuova moda della sfida per chi beve di più. “Va bene essere fragili, avere paura e dei problemi. Il bere non ti risolve questo problema, te ne crea altri dieci volte più grandi. Una sera dovevo tornare a casa ed ero molto ubriaca. Mi hanno fermata i carabinieri, mi hanno ritirato la patente”. A volte non si svegliava e non si ricordava nemmeno come era tornata a casa. E ha detto basta. E assicura: “Per tutti c’è la possibilità di uscirne. La vita è bella alla fine”.

5

23.45. Ecco la storia di Donata, ex alcolista ora uscita dal tunnel. Gli happy hour erano quasi tutti i giorni, addirittura da sola. E al mattino si beveva birra appena sveglia, anche alle nove di mattina.

4h

23.43 Si passa al finto furto con un passante che lo placca.

4g

23.40. Passano una cinquantina di persone e solo dopo due minuti, arrivano due ragazzi. “Se non si fermava… lo scassavo!”.

4f

23.39 Due ragazzi intervengono cercando di calmarlo. Poi il litigio (falso) riprende. Una signora prova a intervenire da lontano ma non fa altro. Alla fine finalmente un giovane agisce.

4d

23.38. Ad intervenire è una donna, l’unica che agisce a muso duro con l’uomo e lo affronta.

4c

23.33 Si torna alla prova dell’indifferenza di Palermo con la coppia che litiga in strada per finta. Interverrà qualcuno Sguardi da parte dei passanti nonostante le urla e gli spintoni. Un ragazzo interviene, l’unico. Addirittura una quindicina di persona, poi quaranta, osservano la scena.

4b

23.31. Il marito le porta la figlia che si è salvata in ospedale ma non la vuole giustamente più a casa. “Mi vergogno sempre un po’ di quello che ho fatto ma non l’ho fatto volontariamente”.

4a

23.25. Testimonianza shock di una donna che ha ucciso il proprio figlio. “Ho iniziato ad avere pensieri negativi, pensavo che avremmo dovuto pagare i nostri debiti con i figli e che dei nemici li avrebbero massacrati, uccisi. E quindi pensavo che l’unica soluzione era ucciderli e poi suicidarci”. Una mattina si è alzata, ha preso il figlio di sette anni (“Che adoravo, era dolce, flemmatico”), l’ha chiamato a fare colazione.

“Ho mandato mia figlia a prendere gli zaini in taverna. L’ho accoltellato a occhi chiusi. Quando è arrivata la polizia pensavo mi dicessero “Brava, hai fatto bene, l’hai salvato…” E solo due giorni dopo ho capito cosa avevo fatto e mi è venuta la morte nel cuore”

Ho i brividi. Giuro.

4

23.24. La donna, dopo averle uccise, ha deposto i loro corpi sul letto e poi ha cercato di tagliarsi le vene. Simona ha lottato per sopravvivere ma non ce l’ha fatta a sopravvivere alla furia della madre. Il prete parla della forza di questa donna ma con un dolore troppo grande dentro.

3d

23.20. La storia di Simona, uccisa dalla madre insieme alle sue due sorelline. La maggiore scriveva su Facebook: “Mia mamma è la mia migliore amica”. La vicenda di Lecco ha sconvolto l’Italia nei giorni scorsi. Nelle stanze di quella casa, il marito che se ne va aveva trasformato la donna in un’altra persona. Anche i professori sono sconvolti dall’accaduto. “Dovevo farlo, era sola e loro non potevano vivere con questa disperazione”. Il terrore di non garantirle un futuro dignirtoso

3b

23.09. Sotto accusa finisce chi ha gestito tutto dopo l’arresto di Grigori. Molti abitanti sono stanchi del binomio della città con il concetto di mafia. “Qui non ci sono altre possibilità, c’è da andarsene solo” commenta, amareggiato l’uomo apparso a inizio servizio.

3a

23.04. Si cambia registro. Un uomo racconta della mattina in cui ha scoperto che il suo datore di lavoro è stato arrestato per mafia. Fabbriche e società chiuse o confiscate con molte persone, ignare di quello che accadeva in realtà, improvvisamente senza posti di lavoro.

3

23.00 Volevo farvi partecipi del fatto che, per la domanda “Se la mia vita fosse un film, sarebbe…”, la loro risposta è stata “Tre metri sopra il cielo”. Pubblicità.

2h

22.57. No, qualcuno insiste: E’ viva e ha aperto un mutuo. Altra opinione: “No era malata ed era dimagrita tantissimo negli ultimi tempi”.

2g

22.52. Si vola al prossimo servizio con L’ultima volta di Moana di cui avevano già parlato. Il film che non si era mai visto, l’inedito dell’attrice di film per adulti. Non era mai stato proiettato precedentemente. E poteva mancare il classico quesito “Moana è morta o è viva altrove”? Ovviamente no. L’avvocato è convinto della sua morte.

2f

22.50 “Io sono ossessionata dalla bellezza e andiamo a rimettere a posto le nostre donne”. E quindi semplicemente ferma la gente per strada. Uomini e donne. Ferma un ragazzo e gli suggerisce di sistemare le sopracciglia. Ha incontrato un tizio che risponde -da elegantone…- : “Ma farsi le sopracciglia è da gay”. Ho-improvvisamente-mal-di-testa.

2e

22.48. Ah c’è anche il perizomino fuscia e zebrato. E si fa spedire il the direttamente dall’America. Elisabetta, se leggi, sappi che l’ho comprato anche io in un supermercato a Milano (non scherzo). Quindi magari ti eviti la spedizione.

22.45 Vuole aiutare con la sua fisicità le persone a sentirsi più sicure. La sua dieta? Una volta alla settimana usa cloruro di magnesio. E’ molto fissata con il cibo. Non si è compreso quale cibo ma ok. Ah sì, i semini di girasole. Proteine vegetali, jeans e push up, attività fisica e trucco. Segnati i segreti? Bravi.

2c

22.42. Siamo alla rubrica Morta di fama. Lei è Elisabetta Roselli e sta studiando per diventare un’ottima make up artist. E intanto si spoglia per Playboy. Si è rifatta seno e naso. Labbra? No solo qualche punturina. E l’ha fatto solo perché è esteta “Devo amarmi anche esteticamente quindi se posso voglio aiutarmi”. Extension anche.

2b

22.29. Lucignolo è riuscito ad incontrare questo supereroe grazie a Giada che si è rivolta a lui dopo essere stata vittima di uno stalker. L’uomo che la infastidiva è stato arrestato e poi rilasciato. E ha ricominciato a molestarla. Un’altra donne le diede il consigli di Darkwing. Un uomo adulto mascherato che aiuta le donne da sole in difficoltà. Proprio lei riesce a portarli dal superman. Spiega che non regge più di sentire tutti questi casi di violenza che invadono le strane: “Mi vedo come un anticorpo che la società ha generato”. Cioè, però un look un pochino più rassicurante, no? “Sono un grande estimatore delle forze dell’ordine. E i colori possono ricordare quelli delle uniforme dei carabienieri”. Giada rivela che lo avvertiva di dove andava, con chi. “Le vittime di stalking non hanno supporto e cerco di dare il mio aiuto” Io non ho capito comunque come è intervenuto il mio amico supereroe Darkwing.

2

22.27. Ok ecco un supereroe che vigila nel sud Italia per fermare la criminalità. Indossa una maschera, stivali in pelle, giubbotto e rassicuranti occhi rossi. Ora, immaginate voi di trovarvi faccia a faccia con questo personaggio. Ed è buono…!

1i

22.24 Colei che doveva fare la vecchia porcella si è sentita male ed è stata portata via. Così la Ribas ne approfitta per chiamare il suo compagno, in lacrime. “Io sono qua e sono allibita…” Poi le dicono che è uno scherzo di Lucignolo. Povera Ana Laura (però mi ha fatto sorridere, ammetto).

1h

22.22. “Non riesco a capire dove potrebbe inserirmi in questo contesto… Io sarei un po’ più giovane delle signore…” Il tipo risponde: “Beh, siamo lì eh…”

1g

22.20. Il provino inizia e la sedia è impregnata d’acqua. E’ convinta che sia cercata per un nuovo programma. “Magari è stata la signora di prima…” Ana: “Ma è pipì?!?” Le mostrano un video con vecchietti “bastard*”

1e

22.19. La Ribas aveva sete e ha chiesto un bicchiere d’acqua. Ma mentre è distratta, la vicina di posto ne approfitta per mettere una dentiera. Mi sa che non beve più…

1c

22.15 Ok è il turno dello scherzone di Lucignolo. Berry spiega che forse sono stati troppo cattivi. Ricordate cosa era successo? Belen e la Ribas avevano avuto uno scontro l’11 marzo durante una festa di compleanno. Passando la Rodriguez le ha detto “Che caz*o ridi” e da lì nata la discussione che è finita con “Sei vecchia!”. E fingendo di essere la segreteria di Italia 1 le hanno fatto credere di fare un provino per “Vecchi bastard*”, il nuovo programma di Italia1. Vabbè la crudeltà.

1b

22.06. A Top Secret, si parla della Cia che aveva confermato progetti simili. Negli Stati Uniti c’è stato un uomo che aveva impiantato questi microstrumenti nel suo corpo. Chi li impianta però? Non si sa. O gli alieni o qualcuno di terreno. Eh, fin qua avevo immaginato anche io le ipotesi. I neutrini possono essere usati per vedere quanto reagire i cervelli umani a distanza? Per ora sarebbe da considerare trascurabile, inverosimile. Pubblicità, intanto mi faccio un caffè. O forse vogliono che me lo faccia (modalità paranoia chip: ON).

1a

22.03. La sua malattia avrebbe troppi aspetti (dermatologici, cardiaci, fisici) con un satellite che guida queste situazioni. La mia ipocondria ringrazia, alla fine di questo servizio sarò convinto di avere anche io un chip nella testa? Ecco l’incontro con alcuni studenti del professore. Dicono che sia bravo e che insegna bene (“Un mezzo genio”)

1

22.00 Ok il prossimo servizio si intitola “Ho un chip nel cervello”. No, non è Mistero. Lui pensa che l’Agenzia Sicurezza Nazionale gli abbia messo un chip nel cervello con una manipolazione a distanza. “La mia è una storia estrema ma matto non sono e ho vissuto tutti questi eventi”. E’ stato esaminato da medici che lo hanno definito sano nonostante i collassi. “E’ un caso misterioso per loro stessi”.

0l

21.57. Si fa un paragone tra le presentazioni al movimento Cinque Stelle e ai casting dei Grande Fratello. E poteva mancare forse il legame rappresentato da Rocco Casalino? Eccolo qua sopra.

0g

21.54. Il movimento 5Espelle. Parodia del movimento cinque stelle. E anche la voce aggiunta della Marcuzzi che dice “Sei stato nominato”. E Casaleggio sarebbe il grande fratello. I dissidenti parlano di mancanza di democrazia. Secondo gli espulsi, sono stati buttati fuori infrangendo le regole.

0f

21.50 Riesce a dribblare le telecamere e i giornalisti ma non in stazione dove nuovamente trovare le telecamere di Lucignolo. Uh si ricorda anche Mastrangeli che era stato cacciato dopo i suoi diversi interventi nei programmi tv (ricordate da Barbara d’Urso?). Lui e Grillo potrebbero andare in un programma in diretta? “Non lo escludo, non a breve ma non lo escludo”. Potrebbe essere anche a Mediaset? “Nulla è escluso”.

0e

21.47. Per lui le proposte di Renzi sul lavoro sono solo pubblicità. Per l’abolizione del Senato? “La parola sarà data ai nostri iscritti”. Accanto a lui c’è Rocco Casalino che, prima dell’arrivo di Casaleggio, aveva avvertito della presenza delle telecamere.

0d

21.45. Guru, eminenza grigia. Ecco alcune definizioni di Casaleggio, ex imprenditore e di cui non si sa moltissimo. E’ stato incontrato da Lucignolo. “Qual è il suo ruolo all’interno del Movimento?” E’ il fondatore del Movimenti insieme a Grillo. Qui sotto uno stralcio dell’incontro.

0c

21.33 E’ Mirko a coordinare le ragazze con i clienti e a contrattare soldi e incontri. E nella stanza in affitto aveva nascosto anche una telecamera, forse come futura ed eventuale arma di ricatto.

0b

21.29. Anche il nome di Mauro Floriani, il marito di Alessandra Mussolini. Ha preso il numero da un sito e dice che pensava fossero maggiorenni. Ammette ma giura che pensava avesse 19 anni. Roma trema in attesa di altri nomi inclusi in questa vicenda. Le ragazzine spendevano i soldi in taxi, vestiti, soldi, borse di marca: “Quello che vedevo in vetrina lo compravo (…) Se ti abitui ad essere viziata fin da piccola, è difficile però. Adesso non me l’immagino una vita così senza economia”. Alla madre ha detto che spacciava. Ecco.

0a

21.26 Eccoci alla nuova puntata di Lucignolo: lo scandalo dei Parioli (con un video forse utilizzato per ricattare persone). Si inizia subito con questo servizio.

“Cercavo di mettermi nei panni di una persona che stava facendo un lavoro normale”.

Ecco le parole di una ragazzina che si prostituivano. “Alla fine pensavo che tanto erano tutti deficienti”. Sta parlando dei clienti

Lucignolo 2.0 Logo CMYK

Domenica 16 marzo 2014 andrà in onda il nuovo appuntamento di Lucignolo 2.0, il magazine di Italia 1 condotto da Enrico Ruggeri e Marco Berry.

Anche questa settimana verranno mostrati i reportage che documenteranno gli ultimi fatti di cronaca della settimana e servizi che racconteranno realtà curiose. Scopriamo insieme alcuni temi che verranno trattati questa sera: la Berlino della legalità: dalle prostitute che pagano le tasse ai giovani che riescono in poco tempo a trovare lavoro e ad aprire nuove professioni alla mamma di Lecco che ha ucciso le sue tre figlie: la confessione shock di Edlia Dobrushi.

Inoltre un’intervista a Gianroberto Casaleggio, cofondatore del M5S. Ed ecco alcuni passaggi in anteprima che potremo ascoltare questa sera.

Inviato Lucignolo: Renzi domenica vi ha chiesto l’abolizione del Senato. Perché non siete d’accordo anche voi?

Casaleggio: La parola sarà data ai nostri iscritti

Inviato Lucignolo: Alcuni espulsi hanno detto che vogliono fare un Movimento a 6 stelle, dove la sesta stella sarà la democrazia. Quindi senza Grillo e Casaleggio.

Casaleggio: Ognuno può seguire la propria strada, loro seguano le loro stelle, noi le nostre.

Inviato Lucignolo: L’hanno dipinta come il Grande Fratello che manovra dall’alto, cosa risponde? Quelli che sono usciti soprattutto…

Casaleggio: Che non è vero.

Inviato Lucignolo: Qual è il suo ruolo all’interno del Movimento? La chiamano il guru. Dicono che decide lei.

Casaleggio: Io sono il fondatore del Movimento insieme a Grillo

Inviato Lucignolo: Grillo ha detto “Tutti a casa”, anche adesso che ci sono i vostri dentro.

Casaleggio: Ma i nostri sono cittadini. Gli altri sono nominati. Due cose diverse

Inviato Lucignolo: Dopo una prima fase in cui avevate rifiutato il contatto con la televisione, è cambiata la strategia?

Casaleggio: La nostra strategia non è cambiata. Noi non volevamo entrare nel merito di talk show in cui non si riesce ad esprimere la propria posizione.

Inviato Lucignolo: Mi aspettavo comprasse un quotidiano, una rivista politica (ndr, Casaleggio ha appena acquistato in edicola la rivista Topolino).

Casaleggio: Ho comprato Topolino per mio figlio. Io lo leggevo prima.

Inviato Lucignolo: Cosa legge?

Casaleggio: Libri di storia, libri sulla rete

Inviato Lucignolo: Ha parlato con l’Ansa di massoneria?

Casaleggio: Ho risposto a delle domande e ho detto che non ho mai avuto legami con la massoneria. Se qualcuno ha prove diverse le porti.

Inviato Lucignolo: La strategia è cambiata? Prima non parlava coi giornalisti, mentre adesso risponde alle domande.

Casaleggio: Quando ci sono troppe persone insieme che fanno domande e ti pressano anche fisicamente è impossibile parlare.

Inviato Lucignolo: Dato che avete cambiato strategia sui talk show, anche lei e Grillo potreste andare in un programma in diretta?

Casaleggio: Non è escluso.

Inviato Lucignolo: A breve?

Casaleggio: Non è escluso.

Inviato Lucignolo: Anche da noi? A Mediaset?

Casaleggio: Perché no.

Vi aspettiamo questa sera, a partire dalle 21.10 con il nuovo appuntamento di Lucignolo 2.0 in diretta con il nostro liveblogging su TvBlog!