Adriano Celentano – Speciale Rock Economy, 9 dicembre 2013: la diretta di TvBlog

Speciale Rock Economy: tutti gli aggiornamenti in diretta sullo show di Adriano Celentano all’Arena di Verona s partire dalle 21.10.

23.28 Lo speciale su Rock Economy è terminato.
23.26 E in coda alla canzone, la musichetta che ci ha tartassato nell’ultimo mese di spot da inquinamento acustico. Il motivetto si candida come sigla di apertura della nuova stagione di American Horror Story.

23.25 Si chiude coi titoli di coda accompagnati dal nuovo singolo del Molleggiato, Io non ricordo (da quel giorno tu):


23.23 La folla lo acclama. Santa subito?

23.21 Ed è ora il momento di Prisencolinensinainciusol.

23.19 Celentano si scatena sul palco. Ed è del 1938. No dico: è del millenovecentotrentotto. Cose che non riuscirei a fare neanche io, nata cinquant’anni dopo.

23.16 Tutto bello e quasi trascinante. Però c’è un “però”:

23.14 E arriva, immancabile, Azzurro. La canzone che tutti noi abbiamo imparato ad ascoltare fin dall’asilo. In casa mia è sfida karaoke tra madre e padre.

23.11 Medley: si parte con Si è spento il sole (già eseguita stasera in quasi apertura), poi Viola e infine Ringo.

23.08 E comunque è di nuovo duetto, eh? Morandi non molla la priorità acquisita.

23.06 E mentre il Molleggiato ci si ripropone in versione anglofona, su Twitter divampano gli apprezzamenti. Anche da lei. A woman in love:

23.04 Celentano e Gianni tirano sul palco una ragazza bionda che guardando fisso Morandi grida a favor di microfono: “Adriano I love youuuuuuu!”. Un bel momento. Per Morandi, dico.

23.03 Il trauma:

23.01 Morandi stasera (cioè quella sera del 2012, per amor di pignoleria) ha voglia di cantare. E così parte “Ti penso e cambia il mondo”. Interpretata poi in duetto con Celentano:


22.59 Poi c’è chi non gradisce e, come può, consiglia:

22.57 Morandi tenta l’impresa: l’intenzione sarebbe quella di omaggiare Lucio Dalla intonando Caruso. Ecco, “intonando”:

22.55 Celentano e Morandi parlano del Festival di Sanremo. Di due anni fa.

22.52 Una carezza in un pugno. A chi pensate voi a mezzanotte e tre? Perché Adriano c’ha le sue idee, eh? Lui lo sa. Sa pure questo, sì.

22.50 Conclave di economisti (compresi Celentano e Morandi, ovviamente): “per cercare di risollevare un po’ la situazione di mezza Europa”:

22.47 E’ arrivato Morandi e i due sul palco intonano Scende la pioggia. Padre ha le idee chiare: “Niente da fare, Celentano ha tutta un’altra personalità”. Oh, qua l’esperto è lui.

22.42 E dopo un leggerissimo monologo su ricchi e poveri (no, non il trio musicale) e i politici che non fanno nulla per i secondi citati, torna la pantera ruggente: pubblicità.

22.39 “Voi siete sfiduciosi, cioè sfiduciati…insomma qualcosa che inizia con sfi…”. E la gente batte le mani entusiasta. Grazie, eh?

22.38 E’ ora il momento di un’altra canzone d’amore: Straordinariamente. Posso dire che lo preferisco in questa versione?

22.35 Sogno o son desta?

22.32 Inizia “Cammino”, la prima vera canzone “evangelizzante” di questa sera. Vi riporto solo i versi iniziali:

Mi ricordo che un giorno… in mezzo a noi
venne un tipo…
che ogni cosa pensa giusto
e la fonte della vita, era in lui
disse una frase… mi rimase impressa:
“Alzati…e cammina!”

22.29 Celentano su maxischermo: “L’arte è nella natura e viene da Dio”:

22.28 Curiosi avvisamenti tra il pubblico:

22.25 E come non citare, poi, le signore che “fangirlano”:

22.24 Appena Celentano accenna Ragazzo della via Gluck, la platea lo travolge (acusticamente, eh?) cantando le parole al suo posto:

22.23 Nel frattempo percepisco della confusione su Twitter:

22.22 “Non ci vuole molto per capire che a volte il senso della vita ci sfugge”. Quanta saggezza, eh?

22.20 Mentre Celentano si molleggia su una sedia:


22.18 E ritorna in TwitterKaraoke:

22.15 Storia d’amore. Quella che fa: “Lei mi amava, mi odiava, mi amava, mi odiava, era contro di me…”.

22.13 “Lo scatto può essere un saltino, uno scatto di rabbia o una scintilla di cambiamento. Può sembrare un discorso utopistico ma io credo che proprio tra le pieghe dell’utopia si possa trovare un modo per sconfiggere la crisi”. E via di “meschine speculazioni economiche”. Pareva strano che cantasse e basta, eh?

22.11 Si torna in onda con Yuppi du e relativa coreografia:

22.08 Un breve ma calzante riassunto di questa prima parte:


22.06 Una pantera ringhia minacciosa. Primo blocco pubblicitario.

22.04 Ok, questa è la mia canzone preferita di Celentano: l’Arcobaleno. Il Molleggiato si incarta sulle parole perché non riesce a leggere il gobbo ma poco importa. Il ritornello è qualcosa di meraviglioso. Brano dedicato a Lucio Battisti.

22.00 E’ ora il momento di Soli.

21.58 L’inquietudine:

21.56 E ricordiamocelo: Solo la bellezza ci può salvarE’:

21.54 “I giornali qualche volta esagerano sempre un po’”. La frase tanto sbandierata dal promo, finalmente. Ah, poi magari qualcuno mi spiega anche cosa mi rappresenta? Grazie, ciao.
21.52 E’ il momento di Mondo in Mi 7a (sì, ho googlato).

21.51 L’anticonformismo 2.0:

21.49 O, per dirla in un altro modo:

21.48 Ed è arrivato il momento di “Pregherò”. Ora non sarà più di primo pelo, c’è chi (come me) ha biasimato il vecchiume in tv. Però una cosa bisogna ammetterla: Celentano ha fatto delle gran canzoni.

21.46 Posso dire momento lacrimuccia su L’emozione non ha voce? Io e madreh la stiamo cantando insieme. O almeno ci proviamo. E ho detto tutto.

21.43 Celentano parla per la prima volta stasera, dedicando il prossimo bravo, L’emozione non ha voce, all’autore Gianni Bella. In basso a destra vediamo un piccolo siparietto tra il Molleggiato, Bella e Mogol che bisticciano su come scrivere un verso del testo:

21.41 Celentano siede in cattedra e sentenzia cantando: “Stiam diventando un popolo di anafettivi o forse lo siamo sempre stati?”. Fatti una domanda e datti una risposta 2.0:

21.38 Questa è la cumbia di chi cambia. E no, non dice Pumbia. Comunque “chi ha voglia di ballare, si faccia avanti”, eh?

21.35 Inquadratura che fa molto finale del FestivalBar dei (bei) tempi che furono per Si è spento il sole:

21.33 E ora un Celentano in versione rock (it up):

21.32 Karaoke?

21.31 Dubbi legittimi:

21.29 Ed eccolo qua il Molleggiato fuoriuscito da una nube di fumo. Il pubblico si alza in piedi osannandolo, lui intona Svalutation:

21.27 La staranno mica tirando per le lunghe con tutte queste intro? Secondo qualcuno sì (e pure secondo me). Forse non solo per una questione di target, ma anche:

21.25 E mentre voci narranti declamano dal palco trattati in merito a crisi, incremento demografico, società e disastri ambientali, su Twitter gli utenti vogliono assicurarsi che nessuno si sia persi i fondamentali della messa in onda finora:

21.23 Finalmente un brioso inizio con canto lirico corredato da campane a morto di sottofondo:

21.20 Segnalo intanto, su Twitter, i primi cinguettii pregni di entusiasmo:

21.19 E, sempre che ci crediate o meno, è già tempo del primo blocco pubblicitario. Ci aspetta una lunga notte?

21.17 Inizia. Che ci crediate o meno, la sigla ha un volume accettabile.

Manca pochissimo all’inizio dello Speciale Rock Economy, lo show di Adriano Celentano all’Arena di Verona campione d’ascolti nella scorsa stagione tv. Eh già, perché le immagini che vedremo arrivano dritte dritte dalle due puntate dedicate da Mediaset l’8 e il 9 settembre del 2012. Perché rivederle oggi? Ad esempio perché, stando a quanto promesso dallo strillatissimo promo, oltre a vedere pantere in computer grafica, ci gusteremo anche materiale inedito dello spettacolo, qualche dietro le quinte e un montaggio fatto dalle sapenti mani del Molleggiato nazionale. Curiosi? In caso, vi do appuntamento alle 21.10 su CanaleCinque ma anche qui su TvBlog con il nostro consueto e dettagliatissimo live. A fra poco!

Adriano Celentano – Speciale Rock Economy, 9 dicembre 2013: Anticipazioni e live su TvBlog

Buone notizie per i nostri padiglioni auricolari: da domani lo spot che promuove lo show di Adriano Celentano non ci prenderà più di sorpresa i timpani facendoci andare di traverso il caffè. Già, perché questa sera Canale Cinque trasmetterà in primetime Speciale Rock Economy, lo spettacolo del molleggiato andato in onda lo scorso ottobre in due serate. L’appuntamento, stavolta, sarà condensato in un’unica data, quella di oggi, ma resta ancora da vedere come e perché. Proprio per questo non abbiamo alcuna intenzione di perdercelo.

Naturalmente non mancherà qualche contenuto inedito: come alcuni dietro le quinte che mostreranno particolari ulteriori sul ritorno all’Arena di Verona di Celentano dopo ben diciotto anni di assenza dalle scene live. Lo show, andato in onda l’8 e il 9 ottobre 2012, aveva polverizzato le altre reti dal punto di vista dei dati Auditel, stabilendo un ascolto record di oltre 20 milioni di telespettatori.

Ma c’è anche un’altra piccola grande curiosità: il montaggio delle due clamorose serate, realizzato da Adriano in prima persona, è una selezione delle riprese delle sedici telecamere presenti all’Arena esaurita in ogni ordine di posti con il pubblico arrivato da tutto il mondo: immagini inedite, mai viste prima in televisione, un evento unico e imperdibile.

Ora che sapete tutto, non mi resta che darvi appuntamento alle 21.10 di questa sera su Canale Cinque, ma anche qui su TvBlog per il nostro consueto e dettagliatissimo live. A più tardi!

Ultime notizie su Adriano Celentano

Adriano Celentano, cantante, conduttore, telepredicatore. Nel 2012 partecipa al Festival di Sanremo come ospite.

Tutto su Adriano Celentano →