Un caso di coscienza 5, il legal drama di Raiuno incontra difficoltà e meriti

Un caso di coscienza 5, la fiction di Raiuno, ha delle storie interessanti, che però sono raccontate con dialoghi poco adatti, che non danno profondità ai personaggi della serie tv

Scrivere un legal drama è difficile, ci si trovi in Italia o in qualsiasi altro Stato. Perchè tra i generi della fiction è quello che richiede più cura ed attenzione, in particolare per la trama, che deve essere comprensibile ma non troppo semplice, e per i dialoghi, che devono sottolineare il peso dei personaggi ed il loro senso per la giustizia. Avere da noi una fiction come “Un caso di coscienza 5” ci ricorda questi ostacoli, ma ci mostra anche come, con qualche modifica, anche gli italiani potrebbero avere una serie tv che non parli di cronaca solo attraverso il punto di vista della polizia.

La serie tv di Raiuno con Sebastiano Somma, nonostante sia sempre stata apprezzata dal pubblico e sia anche arrivata ad andare in onda in America sulla tv via cavo, ha alcuni difetti evidenti fin dai primi minuti: innanzitutto i dialoghi mancano di quella profondità necessaria a rendere i protagonisti davvero interessanti. Certo, il pubblico conosce Rocco Tasca (Somma) ed Alice (Loredana Cannata) e sa che sono sempre pronti a difendere i più deboli, ma quello che manca è una scrittua che li renda più profondi oltre la loro professione. Le scene girate fuori dallo studio legale o dal tribunale ce li mostra sembra abbozzati ed il loro lato umano è troppo piatto. Anche la tresca tra il marito di Giulia (Vittoria Belvedere) e la sua assistente, per quanto intrigante, non rende tanto quanto avrebbe potuto.

La conseguenza è che anche la storia perde peso, nonostante la trama mostri degli spunti interessanti: il traffico illecito di rifiuti ed il caso di puntata potrebbero appassionare di più il pubblico se la sceneggiatura avesse un ritmo maggiore, che invece viene frenato dall’eccessiva durata dell’episodio. Un legal drama, invece, deve dare colpi di scena frequentamente e fare in modo che il pubblico non si annoi mai. Ed in questa prima puntata, qualche sbadiglio c’è stato, nonostante le due storie raccontate non fossero affatti banali. L’ispirazione all’attualità, inoltre, regala alla fiction una caratterizzazione più realistica, un vantaggio che si rischia di perdere senza l’attenzione per il racconto.

C’è poi la regia, che segue lo schema di una qualsiasi fiction italiana e segue senza troppi scossoni ai personaggi. Va bene se si considera che il pubblico davanti alla tv probabilmente sarà anziano e non gradirebbe una regia troppo sperimentale o urlata, ma se la storia viene avvolta in una regia eccessivamente rassicurante, anche la storia inizia a sembrare falsificata, tant’è che la differenza tra la sigla, molto veloce, e la prima scena della fiction, si vede.

Insomma, “Un caso di coscienza” si prende il merito di voler portare in tv il legal drama, accettando la sfida di raccontare storie da un nuovo punto di vista. Il pubblico gradisce, e gli ascolti lo dimostrano, ma la fiducia dei telespettatori dovrebbe fare da stimolo per alzare l’asticella, e puntare verso una costruzione ancora più attenta e sicura di sè.



Un caso di coscienza 5

Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5
Un caso di coscienza 5

I Video di TvBlog