Luther, il creatore Neil Cross: "Non ci sarà la quarta stagione". Ma pensa ad un film

All'Edinburgh Television Festival il creatore di Luther Neil Cross ha detto che non ci sarà una quarta stagione della serie tv, ma ha spiegato di voler realizzare un film che chiuda le vicende del protagonista

Luther

"Luther" potrebbe non tornare per una quarta stagione: la notizia non arriva dalla Bbc One, che trasmette la serie tv inglese, ma dal suo creatore Neil Cross che, dall'Edinburgh Television Festival, ha fatto capire che le avventure del detective interpretato da Idris Elba in televisione sono finite:

"Lo show in televisione è finito. Idris, come dovrebbe essere, diventerà una grande star del cinema".

Questo non impedirebbe a "Luther" di sbarcare al cinema. Pare, invece, che le intenzioni di Cross e dello stesso Elba siano di chiudere le vicende del protagonista della serie tv sul grande schermo, ipotesi che circolava già da tempo e che sembra essere sempre più reale.

"Penso che ci sarà un film di Luther", ha detto l'autore. "E' questo il piano". Sapere quando si inizierà a pensare al film, però, è ancora difficile. In effetti Elba è lanciato nella sua carriera cinematografica: dopo aver recitato nel sequel di "Thor", per l'attore reso famoso da "The Wire" ci sarà la sfida del film "Mandela: Long Walk to Freedom", in uscita in autunno ed in cui interpreterà Nelson Mandela.

Nonostante la carriera lo stia portando lontano dalla tv, Elba non ha mai rinnegato il personaggio di John Luther, detective dai modi bruschi ma sembra deciso a scoprire la verità ed a farla pagare ai criminali. L'attore tempo fa si era detto disponibile ad una quarta stagione della serie tv, sebbene anche lui speri da tempo di poter portare il mondo di Luther al cinema:

"La mia ambizione personale è vedere questa serie trasformarsi in un film. Ma sono molto fedele al pubblico che è stato molto fedele con noi".

La terza stagione di "Luther", andata in onda in Inghilterra a luglio, ha avuto un calo di telespettatori rispetto alle scorse stagioni, restando però sempre superiore ai cinque milioni e mezzo di telespettatori. La tensione delle storie scritte da Cross, insieme ad un cast capace di interpretare personaggi capaci di evolversi e di avere sempre qualcosa da dire, hanno portato ad una serie originale e diversa dai soliti polizieschi, come ormai sono la maggior parte delle serie tv crime inglesi.

Se "Luther" andrà al cinema, quindi, il pubblico che ne ha seguito la avventure in tv sicuramente sarà contento. Cross, intanto, sta lavorando a nuovi progetti, tra cui "Crossbones" per la Nbc ed un nuovo show per la Bbc.

  • shares
  • Mail