Modern Family, il cast rinegozia il contratto per la quarta stagione (e chiede 200 mila dollari ad episodio)

Il cast di Modern Family sta per negoziare il compenso per la quarta stagione: pare voglia passare da 65 mila dollari ad episodio a 200 mila, forti del successo dello show


E’ uno dei punti di forza di “Modern Family”, la comedy della Abc che in tre anni è diventato uno degli show più visti d’America, con rating altissimi anche tra i più giovani. Stiamo parlando del cast della serie, capace, di settimana in settimana, di rendere sempre più reali e simpatici i propri personaggi, senza i quali, probabilmente, la comedy non sarebbe la stessa.

Chissà se i sei attori adulti del cast della serie punteranno anche su quest’aspetto quando, tra poco, dovranno cominciare a rinegoziare i loro contratti con la 20th Century Fox, che produce lo show per la Abc. Per la terza stagione, Julie Bowen (Claire), Ty Burrell (Phil), Jesse Tyler Ferguson (Mitchell), Eric Stonestreet (Cameron) e Sofia Vergara (Gloria) hanno preso 65 mila dollari ad episodio, una cifra in aumento rispetto alle prime due stagioni della serie (Stonestreet, ad esempio, prima di vincere un Emmy per il suo ruolo ne prendeva 20 mila).

Un discorso a parte per Ed O’Neil (Jay), considerato dalla produzione il “pezzo forte” dello show (complice anche il successo in passato di “Sposati…con figli”, in cui interpretava Al), che prende 105 mila dollari ad episodio, più una parte dei proventi delle vendite dello show. Ora, con le riprese della terza stagione concluse, il cast si prepara ad affilare le armi per chiedere un aumento di stipendio. Non c’è stato ancora nessun incontro, ma una fonte ha raccontato che i cinque attori sopra citati chiederanno 200 mila dollari ad episodio.

Una trattativa che ricorda molto quella del cast protagonista di “The Big Bang Theory” avvenuta nel 2010: anche in quel caso, si era di fronte ad una serie di successo, con degli attori fino a quel momento “sottopagati” rispetto a proventi che derivavano dalla vendita degli spazi pubblicitari e delle repliche in sindycation.

Per “Modern Family”, sembra che la Abc abbia guadagnato, nel 2011, 164 milioni di dollari grazie alle inserzioni pubblicitarie, cifra che potrebbe convincere il network, anch’esso coinvolto nelle trattative (l’accordo con la 20th Century Fox prevede che anche la Abc paghi la produzione della serie), a consentire quest’importante aumento di stipendio.

Resta da capire, ora, se il cast unirà le forze per ottenere l’aumento o se lotteranno singolarmente, non essendo tutti rappresentati dalla stessa agenzia. Emblematico, in questo senso, il caso di “Friends”, quando l’intero cast si unì e riuscì ad ottenere un aumento fino ad un milione di dollari per l’ultima stagione.

Sembra che questa situazione non si ripeterà: O’ Neil già in passato ha negoziato per conto suo, ed alla 20th Century Fox non resta altro che concordare un aumento a lui ed al resto del gruppo che in percentuale non faccia favoritismi. Nonostante l’incertezza delle trattative, ad ogni modo, la quarta stagione della serie non sembra in pericolo.

[Via TheHollywoodReporter]

Ultime notizie su The Big Bang Theory

The Big Bang Theory è una sitcom americana, creata da Chuck Lorre e Bill Prady, trasmessa in patria da CBS a partire dal 2007 e in Italia da Steel, Joy e Italia 1.

Tutto su The Big Bang Theory →