Un parere Unan1mous e i dati Auditel

Unan1mous in America Mentre va in onda la prima striscia pomeridiana, e fatta la prima "diretta" di Unan1mous, è giunto il momento di fare una serie di considerazioni.
Che il format abbia delle grosse potenzialità, lo si sapeva dall'edizione americana, ma per quel che riguarda questa prima puntata italica, il mio giudizio è tendente al ribasso, e vengo a spiegare perché.
L'inizio è stato lento, poco accattivante, insostenibile: un pistolotto-spiegone del regolamento del gioco che si trasforma in un errore narrativo. Sarebbe stato molto più accattivante un meccanismo del tipo: inizio veloce, presentazione personaggi - molto buona l'idea di presentarli mostrando l'ingresso collettivo nel bunker. Un'applicazione di principi della serialità applicata al reality - e spiegazione del meccanismo a concorrenti e pubblico contemporaneamente: scopriamolo insieme, osiamo, non sottovalutiamo la capacità di comprensione di chi guarda.
Invece no: la lentezza si paga in tutto il programma, la decisione di non dichiarare la differita anche: si perdono possibilità registiche che invece esistono nel format originale americano; la regia non offre spunti originali e non sfrutta la possibiltà di un montaggio piu' serrato. Per capire di cosa parlo, vi invito a osservare, cliccando su continua, un estratto dalla serie made in U.S.A. (nell'immagine un frame): toni enfatici, suspense, tutto al punto giusto nel momento giusto, regia accattivante.
Maria De Filippi non sembra adeguata al ruolo, e la sensazione di partenza è che le grosse potenzialità non siano sfruttate appieno, e che per ora si sia fermi a un'occasione buttata. Gli ascolti sono senza infamia e senza lode: inutile considerare il valore assoluto (quasi quattro milioni) visto che siamo ancora in periodo estivo. Lo share è un 22,75% che può e deve crescere per forza di cose.


  • shares
  • Mail