Ludmilla On The Road. E avvinghiata a un palo

Uno pensa a Ludmilla Radchenko – scopre che la signorina ha anche un sito ufficiale decisamente in linea con il personaggio – e si dice che non deve, per nessun motivo, lasciarsi andare a pregiudizi e commenti facili. Uno ci prova, perché non è giusto che una bella donna che si mostra senza problemi e

di

Ludmilla Radchenko Uno pensa a Ludmilla Radchenko – scopre che la signorina ha anche un sito ufficiale decisamente in linea con il personaggio – e si dice che non deve, per nessun motivo, lasciarsi andare a pregiudizi e commenti facili. Uno ci prova, perché non è giusto che una bella donna che si mostra senza problemi e che di fatto usa il suo corpo per lavoro venga bollata con scontati e superficiali epiteti.
Ludmilla è una professionista, per la sua giovine età ha un curriculum da invidiare e le sue quotazioni sono indubbiamente in crescita.
Però.
Però quando uno scanala su Italia1, capita su On The Road – per sbaglio, è garantito, o lettore. A meno che uno non ci capiti apposta per prurito – e vede suddetta professionista ballare in perizoma intorno a un palo per la lap dance, be’ allora quell’uno si ferma. Riflette. Si dice che no, di quello non c’è bisogno, se si hanno i numeri, per far salire le proprie quotazioni. E – senza voler fare il moralizzatore – quell’uno si intristisce un po’ per i destini delle donne in televisione.