• Tv

Happy Endings, la serie tv è stata ufficialmente cancellata

Happy Endings, cancellata il mese scorso dalla Abc, non è stata salvata da nessuna rete tv

La Sony Pictures Tv ha deciso di lasciar perdere la ricerca di un nuovo network che mandasse in onda nuove puntate di “Happy Endings”, col contratto del cast in scadenza in questi giorni. La serie tv, che sembrava potesse andare in onda su un’altra rete lo scorso mese, è stata ufficialmente cancellata.

Happy Endings, nessun salvataggio? A breve scadrà il contratto del cast

Il sipario su “Happy Endings” sembra calare sempre più velocemente: se un mese fa, dopo la cancellazione della comedy da parte della Abc, circolava la voce che Usa Network fosse interessata ad acquistare i diritti della serie tv ed a trasmettere nuovi episodi, ora non sembra esserci nessun accordo.

I contratti con i sei protagonisti dello show scadono a fine settimana, e nessuna rete, via cavo o generalista, ha mostrato reale interesse nel salvare una delle comedy più originali degli ultimi anni, che ha sofferto negli ascolti soprattutto durante la terza stagione, andata in onda negli scorsi mesi.

Se al debutto la comedy ha avuto una media di oltre cinque milioni di telespettatori, i numeri sono cresciuti nella seconda stagione, con oltre sei milioni di persone a seguire le avventure dei sei amici di Chicago tra lavoro, amore e stravaganze. La terza stagione, però, ha subìto un netto calo di ascolti, al punto da essere spostata con un doppio episodio al venerdì sera, non superando così i tre milioni di telespettatori. Una disaffezione che ha anche riguardato “Non fidarti della s*****a dell’interno 23”, per la quale però non si è mai pensato ad un salvataggio.

Sony Pictures Television, che produce “Happy Endings”, sta invece tentando di tutto pur di trovare una nuova casa a Jane (Eliza Coupe), Alex (Elisha Cuthbert), Brad (Damon Wayans, Jr.), Penny (Casey Wilson), Max (Adam Pally) e Dave (Zachary Knighton). A pochi giorni dalla scadenza dei contratti del cast, che quindi permetterebbe loro di potersi dedicare ad altri progetti, l’obiettivo non è stato portato a termine.

Pare, però, che nella casa di produzione non ci sia pessimismo. “Un sacco di cose possono succedere in tre giorni”, ha detto una fonte interna a TvLine, “Sony combatterà fino alla fine”. La casa di produzione è abituata a darsi da fare per salvare le proprie serie tv: in passato è riuscita a continuare la produzione di “Damages”, l’anno scorso ha convinto la Cbs a rinnovare “Unforgettable”, di recente Lifetime ha deciso di realizzare una nuova stagione di “Drop Dead Diva” riducendo i costi. Nonostante queste premesse, però, per “Happy Endings” il lieto fine sembra lontano.

I Video di TvBlog