• Tv

Edoardo Costa indagato per truffa aggravata

Il bello di Vivere e Un posto al sole avrebbe tenuto per sé i soldi raccolti per l’assistenza ai bambini.

di


Edoardo Costa è un volto notissimo agli appassionati di soap opera per i suoi ruoli in Un posto al sole e Vivere. E ora, dopo che la polemica si era già abbattuta su di lui qualche tempo fa, è un volto noto anche alle cronache giudiziarie.

Con la sua Fondazione, la Ciak – Construction Intelligence Association Kids Onlus aveva infatti raccolto fondi per l’infazia e l’assistenza dei bambini. Dei 650mila euro trovati dalla guardia di Finanza, però, solamente 80 mila avrebbero raggiunto i veri destinatari e il resto sarebbe rimasto nelle tasche di Costa.
Non solo: i fondi sarebbero molti di più, visto che gran parte delle donazioni venivano raccolte in contanti. A suo tempo, già Striscia la Notizia aveva sollevato la questione, consegnando all’attore il Tapiro d’oro.

Ora l’attore, presidente della Fondazione, è indagato per truffa aggravata, appropriazione indebita, falso ideologico e materiale, uso di atto falso. Con lui, indagato anche l’amministratore di un’immobiliare (tal Antonino Savia) che avrebbe emesso false fatture in favore della Onlus.

La storia nasconde in sé tutto lo squallore che si cela, troppo spesso, dietro al mondo dello spettacolo: un volto noto della tv che avrebbe approfittato della propria notorietà per avviare una campagna di raccolta fondi – cosa che, si sa, fa sempre breccia negli italiani-brava-gente -, mettendoci di mezzo pure i bimbi del terzo mondo che hanno bisogno d’aiuto. Un quadro a suo modo perfetto. E tremendo. Ma anche utile, per quanto riguarda gli spettatori televisivi, per ricordarsi quante volte la tv ci chiama a lasciare il nostro obolo per questa o quella giusta causa. Verificare i destinatari dei nostri soldi non sarebbe male, ecco.

I Video di TvBlog