Lanfranchi e Gerini, due promesse primedonne?

In un panorama tv sempre più monopolizzato da miracolate e belle statuine, si è un po’ persa nel tempo la dizione originaria di showgirl. La figura di primadonna era quella di una professionista a tutto tondo, piena di fascino e carisma, nonchè di doti artistiche tali da conferire credibilità sulla scena. Fino a qualche anno

In un panorama tv sempre più monopolizzato da miracolate e belle statuine, si è un po’ persa nel tempo la dizione originaria di showgirl. La figura di primadonna era quella di una professionista a tutto tondo, piena di fascino e carisma, nonchè di doti artistiche tali da conferire credibilità sulla scena.
Fino a qualche anno fa, in show illustri da prima serata, si teneva ancora in considerazione il valore della presenza femminile, al di là della conduzione da solista condita con qualità più o meno personali e apprezzabili (vedi la ruspante Clerici). Renato Zero scelse per il suo show Lucrezia Lante della Rovere, Celentano confidò su Francesca Neri, Baudo ha consacrato il successo della Parietti. Oggigiorno, invece, sulla cresta dell’onda ci sono ragazzotte di periferia come Ilary Blasi, Miss Italia allo sbaraglio come Cristina Chiabotto, starlette dei reality come Elena Santarelli. Bisogna gettare la spugna?
Non è detto, qualche speranza ce la danno ancora due dive emergenti che potrebbero regalarci grandi sorprese nella prossima stagione: Roberta Lanfranchi e Claudia Gerini. La prima, riscattatasi dal clichè della velina senza cervello, si è conquistata col tempo un’identità professionale, tra il teatro e la visibilità in prima serata con Amore mio, show di Claudio Amendola non proprio felice. A dispetto delle malelingue che la vedrebbero raccomandata dal marito Pino Insegno, la Lanfranchi è davvero brava e dopo quel sabato sera non ha più avuto molte occasioni televisive. Con la vittoria della gara di Music Star, invece, ha confermato di avere un grande talento e di meritare una vetrina tutta per sè.

“Non ho mai ricevuto tante telefonate come dopo la mia partecipazione a Music Star, neanche il giorno del mio matrimonio. E pensare che non ci volevo andare”.

La dolcissima Roberta non solo ha partecipato alla serata speciale del reality di Raidue condotto da Simona Ventura in cui a cantare erano otto personaggi famosi, ma ha anche vinto e per giunta con un brano difficile, Strano il mio destino di Giorgia. Ed ora, grazie alla sua apparizione in tv, non fa che rispondere alle tante proposte che le stanno arrivando. Al momento è ancora tutto top secret, ma Leggo ha anticipato che a settembre Roberta Lanfranchi sarà di nuovo in televisione con un programma di intrattenimento, “Non posso svelare di più, comunque sarà una partecipazione spumeggiante e posata, come sono io”.
Altro volto prestigioso a cui il piccolo schermo dovrebbe fare un pensierino è quello di Claudia Gerini, bellezza raffinata e attrice di spessore che, in una recente cerimonia pubblica, ha dichiarato di volere un programma tutto suo:

“Mi piacerebbe avere una trasmissione tutta mia, ma non è facile, perchè la televisione è impegnativa, ho avuto alcune proposte, mi piacerebbe poter cantare, recitare e presentare”.

Anche lei è vittima di qualche pregiudizio, dal debutto a Non è la Rai, che l’ha vista condizionata dall’etichetta di ex-lolita, alla conduzione della mostra del cinema di Venezia su Raidue, capitolo non proprio felice della sua carriera perchè la vide “messa allo sbaraglio” senza alcuna preparazione. Ecco, certe donne dello spettacolo andrebbero tutelate per poter rivelare quanto valgono. Come accadde in quel Sanremo condotto da Baudo, che della Gerini e l’Autieri offrì un’immagine inedita e ne decretò la riscoperta. Perchè, dunque, non ricominciare a puntare sulle dive e meno sulle squinzie?