• La5

Vite in Apnea, su La5 giovani nuotatori crescono (come le Ginnaste e i Ballerini)

Nove settimane di programmazione, con il daytime alle 14.00 e una puntata da prime time il giovedì a partire da domani, 16 maggio.

Prendete le ‘vite parallele’ delle ginnaste azzurre, unitele alle storie dietro il sipario dei ballerini del San Carlo di Napoli e buttate tutto in piscina: il risultato sarà Vite in apnea, docu-reality di La5 partito in sordina lo scorso lunedì pomeriggio e dedicato agli atleti juniores della Rari Nantes Savona, storico bacino di nuotatori italiani.

Protagonisti della serie la squadra di pallanuoto maschile Savona Under 20 e la squadra di nuoto sincronizzato femminile, o meglio alcuni dei loro esponenti: per il cotè maschile abbiamo finora visto in acqua Giovanni Bianco (centroboa) e Luca Damonte (attaccante), più il coach Andrea Pisani, mentre quello femminile può contare su Linda Cerruti, Costanza Ferro, Ludovica Lupi e la coach Anastasia ‘Nastia’ Ermakova, nota syncronette di solida scuola russa che da un paio d’anni cerca di importare disciplina e precisione nelle ‘acque dolci’ di Savona; accanto a lei Benedetta Pariselli e il preparatore Michele Trombone.

Ma ovviamente gli occhi sono tutti sui ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 20 anni, seguiti negli allenamenti e alle prese con un barlume di vita comune, tra università e vita sentimentale. Linda e Costanza sono un po’ la coppia d’oro visto che sono il duo di sincronizzato e si conoscono (e nuotano insieme) da quando erano piccolissime. E mentre Linda occupa il ‘tempo libero’ prendendo lezioni di mimica facciale per migliorare la propria espressività in acqua, Costanza cerca di ritagliarsi qualche momento da passare col suo ragazzo, il pallanuotista Giovanni Bianco, con cui divide la piscina della Rari ma pochi momenti fuori dall’acqua. Stanno insieme da un anno e il loro segreto, per ora, è quello di essere entrambi sportivi e quindi di conoscere bene gli impegni che gli allenamenti comportano. Per tutti quelli che bazzicano la piscina della Rari l’obiettivo è duplice: essere convocati per i Mondiali 2013, che si disputano a luglio a Barcellona, e conquistare la maglia azzurra per le Olimpiadi di Rio 2016.

La striscia quotidiana in onda alle 14.00 (e in replica alle 17.30) è formata da puntate di circa 20′ al giorno in cui si riconoscono perfettamente gli stilemi del genere, dal montaggio al tipo di narrazione, voice over a fare da filo conduttore inclusa. La novità è la puntata del giovedì in prime con Umberto Pelizzari a fare da ‘conduttore’ o forse meglio dire da ‘tutor’ stando a quanto dichiarato oggi in conferenza stampa, come da resoconto della Rari Nantes:

“Sono contento che mi abbiano affidato la conduzione del programma, mi piace stare in vasca con questi ragazzi perché rivivo un po’ la mia vita quando facevo le gare. E’ un mondo sano che mi piace vivere e raccontare. Delle syncronette mi ha colpito la dedizione e l’amore che hanno per lo sport perché fanno 8 ore di allenamento al giorno e ci vuole veramente tanta passione. Dei pallanuotisti mi piace molto lo spirito di squadra che io non ho mai vissuto, perché vedi la complicità, gli scherzi, lo spogliatoi ed il rapporto tra giovani e senatori”

ha detto l’apneista ormai votato alla tv.

Per i ragazzi l’esperienza è interessante, ma da professionisti quali sono assicurano di essersi ormai abituati alle telecamere e di non perdere mai la concentrazione a causa loro. Piuttosto si augurano che Vite in apnea funzioni come ‘spot’ per gli sport acquatici, dalla pallanuoto al sincronizzato. E se ci aggiungiamo che stasera su Canale 5 parte la seconda stagione di Come un delfino e che a breve sempre l’ammiraglia darà spazio a Jump, il talent sui tuffatori vip alle prima armi, viene da dire che questo è proprio l’anno della ‘biscia d’acqua’.

Battute (sciocche) a parte, le riprese di Vite in Apnea proseguiranno fino al 15 giugno: c’è tutto il tempo per appassionarsi alle storie di questi ragazzi, raccontate dalla ZodiakActive, da un’idea di Rossana De Michele. Per completezza il programma è scritto con Alessandra Torre e Luca Colocucci, Barbara Ferrando, Vincenzo Maiorana, Matteo Musso, Irene Salvi, Giorgia Soi, mentre la regia è di Alessio Muzi.

Siamo curiosi del prime time di domani, giovedì 16 maggio su La5 (DTT, 30) per capire come si interseca la presenza di un ‘conduttore’. Finora ci sono tutti gli ingredienti per un nuovo fenomeno di… costume.