• Tv

Gheddafi: “Mediterraneo campo di battaglia, colpiremo obiettivi militari e civili” – La tv ignora, tranne Fede

Guerra in Libia – Gheddafi: “Mediterraneo campo di battaglia, colpiremo obiettivi militari e civili”. La tv generalista ignora il tutto. RaiUno prosegue come se niente fosse con Ballando con le Stelle. Durante uno stacco pubblicitario fa un aggiornamento di un minuto con il Tg1. Un minuto, e sottopancia che invita agli approfondimenti sul sito. Su

di


Guerra in Libia – Gheddafi: “Mediterraneo campo di battaglia, colpiremo obiettivi militari e civili”. La tv generalista ignora il tutto.

RaiUno prosegue come se niente fosse con Ballando con le Stelle. Durante uno stacco pubblicitario fa un aggiornamento di un minuto con il Tg1. Un minuto, e sottopancia che invita agli approfondimenti sul sito.
Su Canale5, si annuncia con un crawl che l’edizione straordinaria del Tg5 andrà in onda dopo La Corrida. Stessa musica sulle altre reti generaliste, La7 inclusa.

L’unico a essere in onda, in maglioncino, è Emilio Fede su Rete4. E questo, senza dubbio, gli fa onore. Eppure, lo speciale Tg4 offre un’analisi piuttosto curiosa della situazione. Si sentono frasi tipo: “E’ pericoloso aver messo Gheddafi spalle al muro”. Poi si paventa la minaccia terroristica. E qui, si sente enormemente la mancanza di un giornalismo un po’ più sano e meno drogato. Fede assicura: “L’Italia non interviene militarmente in questo momento” e con ciò si sente in diritto di rassicurare gli italiani. Per ora le minacce riguardano gli altri. Poi alle 23:07 chiude anche lui. Se non altro, ha fatto il suo lavoro. Gli altri continuano a ignorare. Restano sul pezzo RaiNews24 e SkyTg24, più o meno come oggi. Ottimo il lavoro di AlJazeera. Studio Aperto inizia la diretta della sua edizione straordinaria alle 23:21, che dura 7 minuti.

La televisione italiana fugge dalla notizia, questa è la notizia. Ecco cosa c’è in onda, contemporaneamente, su RaiUno e su Canale5, le reti ammiraglie.

Per la cronaca, nessuno ricorda che Gheddafi, fino a poco tempo fa, era il miglior amico dell’Italia.




I Video di TvBlog