Nip/Tuck – Quentin Costa (Episodio 3.15)

Siamo giunti all’ultimo episodio di questa terza serie di Nip/Tuck. Iniziamo col dire che sono successe molte più cose in quest’ultima puntata che in tutte le altre di questa stagione messe insieme. Scherzi a parte, riassumerla dattagliatamente è difficile, quindi cercherò di analizzarla sotto un altro punto di vista. E’ una puntata con degli importanti

Siamo giunti all’ultimo episodio di questa terza serie di Nip/Tuck. Iniziamo col dire che sono successe molte più cose in quest’ultima puntata che in tutte le altre di questa stagione messe insieme.
Scherzi a parte, riassumerla dattagliatamente è difficile, quindi cercherò di analizzarla sotto un altro punto di vista.

E’ una puntata con degli importanti (e abbastanza assurdi) parallelismi tra Matt e i “padri” (Christian e Sean).
Tutti e tre infatti si trovano faccia a faccia con la pazzia, il primo con quella del padre di Ariel, gli altri due con quella del macellaio.
Tutti e tre stanno per perdere qualcosa, Matt il pene, Christian una mano, Sean la vita (se Christian non si fosse tagliato la mano).
Tutti e tre riescono in qualche modo a scampare al pericolo, Matt aiutato da Cherry a cui però prima aveva dovuto tagliare una parte del pene, Christian e Sean aiutati da Kit che spara al macellaio.

Passiamo a parlare del macellaio. E’ riuscito a sfregiare nove ragazze in un dormitorio femminile; una di loro l’ha visto mentre ne stuprava un’altra ed ha riferito alla detective Kit che non aveva il pene, ma stava usando un fallo finto. I sospetti ovviamente cadono subito su Quentin, ma la polizia lo trova a sua volta legato e sfregiato. Una scritta col sangue sul muro dice “I can’t stop” (non riesco a fermarmi).

I sospetti ricadono quindi su Liz l’anestesista, lesbica forse complessata. La polizia fa irruzione al McNamara/Troy proprio mentre è in corso l’operazione per rimuovere lo sfregio da Quentin, che aveva convinto i due chirurghi ad operarlo soltanto dopo avergli raccontato la toccante storia della sua vita senza pene, fatta di ospedali e cure ormonali.
Liz sembra avere tutte le caratteristiche del macellaio, ma mentre è alla polizia il vero macellaio addormenta e lega Sean e Christian: è davvero Quentin. Costa racconta che il suo scopo è sempre stato quello di liberare la gente dalla schiavitù della bellezza, ma i due chirurghi di Miami, operando le sue vittime, hanno rovinato il suo lavoro e per questo devono pagare. Prima che succeda il peggio, Kit giunge allo studio e spara a Quentin.

Costa sembra morto, il cadavere viene portato via ma…ecco il primo colpo di scena: Kit e Quentin erano d’accordo e lei l’aveva soltanto ferito. La detective aveva sempre saputo che Quentin era il macellaio ed era stata proprio lei a legarlo e sfregiarlo per far cadere i sospetti su Liz.
I due una volta lasciata Miami sono a Malaga, al sole. Kit chiede una “vacanza”, ma Quentin risponde che un bravo dottore non riposa mai.
Ma che legame c’è tra Quentin e Kit? A scoprirlo sono proprio Sean e Christian, che raccolti i pezzi di puzzle sulla vita di Quentin raccontati dalla detective dopo l’apparente uccisione del dottore, setacciano gli orfanotrofi in cerca di notizie, scoprendo che Costa ha una sorella e che si tratta proprio di Kit.

Accantonata (per ora) la questione macellaio, nella puntata si sono aperti nuovi temi per la quarta serie del telefilm, non ancora realizzata per il momento.
Matt ha presumibilmente evirato Cherry e Cherry ha sparato al padre di Ariel: quali conseguenze ci saranno per i due?
Julia ha avuto delle notizie (forse negative) sul bambino che aspetta, ma non ha detto niente a Sean. Che sorprese ci aspettano?

Per saperlo non dovremo fare altro che attendere (purtroppo) almeno fino all’inverno prossimo.

I Video di TvBlog