K2 – La montagna degli italiani, prima puntata del 18 marzo 2013 – riassunto e foto

Riassunto e foto della prima parte della miniserie K2 – La montagna degli italiani, andata in onda su Rai1 lunedì 18 marzo 2013


K2 – La montagna degli italiani – riassunto prima parte: È il 1954 e Ardito Desio (Giuseppe Cederna), professore di Geologia all’Università di Milano, intende organizzare una spedizione per la ‘conquista’ del K2, la montagna più pericolosa della terra. L’anno prima l’impresa è stata tentata dagli americani, che hanno però fallito a un passo dalla conquista della vetta.

Il professor Desio incontra così il primo ministro Alcide De Gasperi (Paolo Graziosi), per convincerlo a finanziare la spedizione, e deve insistere parecchio, visto che l’Italia sta vivendo un periodo difficile dopo l’uscita dalla guerra, in cui mancano i soldi anche per i servizi essenziali, come la sanità e l’istruzione. Ardito fa però leva sull’orgoglio nazionale (“È l’occasione per ridare agli italiani l’orgoglio di essere italiani, per aiutare l’Italia a fare un passo verso il cielo”) e riesce nel suo intento.

Dovrà quindi mettere insieme una squadra di abili alpinisti da guidare sulla vetta alta 8611 metri, uomini capaci di sfidare la natura e che vogliano mettere al primo posto il suo amore per la montagna. Tra le centinaia di alpinisti che si presentano per le selezioni, che comprendono una preparazione pratica, visite mediche e dura preparazione fisica, facciamo in un primo momento la conoscenza di 4 di loro: Achille Compagnoni (Massimo Poggio), Lino Lacedelli (Michele Alhaique), Walter Bonatti (Marco Bocci) e Mario Puchoz (Giorgio Lupano).

K2 – La montagna degli italiani, foto prima puntata

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Ciascuno di loro ha una storia diversa da quella degli altri. Achille Compagnoni arriva dalla provincia di Sondrio, ha una moglie e due figli e per lui questa è l’occasione della vita, quella che può consentirgli di racimolare qualche soldo per poi mettere su un piccolo albergo in montagna da lasciare in eredità ai suoi figli. Sua moglie non è d’accordo con la sua idea di partire alla conquista del K2, ma lui decide di andare comunque a Milano per le selezioni.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Lino Lacedelli arriva invece da Cortina d’Ampezzo, dove lascia Teresa (Valentina Corti), la ragazza della quale è innamorato e che lo lascia sempre sul filo del rasoio, dividendo le sue attenzioni tra lui e un suo amico, Ghedina (Marco Cocci). La montagna è però l’altro suo grande amore, e quindi anche lui decide di tentare l’ammissione alla spedizione.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Walter Bonatti divide la sua vita tra le tante ragazze alle quali promette il suo amore e il suo vero grande amore: la montagna. La sua giovane età e il suo spirito scanzonato lo portano ad affrontare questa avventura senza tante paure e con la consapevolezza di non lasciare niente e nessuno ad aspettarlo.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Infine c’è Mario Puchoz, che arriva dalla Valle d’Aosta e che vive da solo a Courmayeur, dove da dieci anni cerca di dimenticare la guerra, in particolare la Ritirata di Russia di dieci anni prima, esperienza che lo ha segnato profondamente e dalla quale si è salvato solo grazie al suo amico Riccardo Cassin (Alberto Molinari), famoso alpinista che gli ha salvato la vita.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Sarà proprio Cassin, che collabora con il professor Desio, a far sì che Puchoz faccia parte della squadra, insieme agli altri tre alpinisti che abbiamo conosciuti e ad altri 8 prescelti. Le prove fisiche e mediche sono state severissime e hanno portato alla formazione della squadra che accompagnerà Ardito in questa avventura, che inizia con dei giorni di prova sul Cervino.

È proprio in occasione di queste giornate che Ardito comunica a Cassin che la sua collaborazione è finita, prima ancora di cominciare. Le ultime visite mediche hanno infatti mostrato che l’uomo presenta dei problemi: ha una predisposizione alle vene varicose, che ad alta quota potrebbero costargli una trombosi. Per l’uomo è un duro colpo, e si convince che il professore abbia solamente voluto eliminarlo temendo di essere oscurato dalla popolarità di un grande alpinista. Ma Cassin non può che accettare a malincuore le decisioni dall’alto e ritirarsi.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Prima della partenza per il Pakistan, Ardito dà agli alpinisti tre giorni liberi per salutare le rispettive famiglie, e se Compagnoni torna a casa e fa pace con sua moglie, Lacedelli torna in paese e chiede la mano di Teresa, che accetta di fidanzarsi con lui. Il ragazzo le promette che la sposerà appena tornerà dalla spedizione. Puchoz invece va da Cassin, trovandolo depresso e deluso dalla sua esclusione, e non potendo far nulla per risollevare il suo morale.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

È il 5 aprile del 1954 e la squadra è pronta a partire alla volta del Pakistan, venendo salutata all’Università di Milano da una folla di giornalisti. Arrivati a destinazione, spetta al professor Desio contrattare con Amir Mahadi (Matteo Azchirvani), alpinista del posto, per trovare gli uomini che li accompagneranno su per la montagna come asini di soma carichi delle loro casse di suppellettili e cibo.

Prima di partire per il Campo Base, che dista circa 200 km dalla città, Puchoz fa la conoscenza di un bambino, un ladruncolo del posto, che di nascosto lo seguirà per tutto il viaggio, palesandosi all’arrivo, quando ormai non può più essere rimandato indietro. Si deciderà quindi di tenerlo con gli uomini della spedizione, come una giovane mascotte.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

Dopo qualche giorno viene formata la prima squadra che andrà in esplorazione sulle pendici del monte, per iniziare anche a mettere in piedi il Campo Due, e in questa squadra, oltre al medico, saranno presenti Compagnoni, Puchoz e Bonatti. Tutto sembra andare bene, almeno fino a quando Puchoz non viene investito da una valanga. Gli altri tre riescono a soccorrerlo in tempo, ma il freddo e l’alta quota giocano un brutto tiro all’alpinista, che si sente male e a detta del medico rischia una pleurite fulminante.

Occorre con urgenza la penicillina, e per recuperarla al Campo Base tornano giù Compagnoni e Bonatti. Il tempo è poco, Puchoz rischia di morire e qualcuno deve tornare immediatamente su con i medicinali. Ci pensa quindi Compagnoni, che arriva in tempo, anche se poi l’amico non riesce a superare la giornata e muore comunque.

Tutta la squadra si stringe per l’estremo saluto a Puchoz, che riposerà per sempre tra le montagne che tanto amava.

K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata
K2 - La montagna degli italiani, foto prima puntata

I Video di TvBlog