• Tv

Referendum ed Elezioni 2020, gli speciali tv: come seguire lo spoglio in diretta

Referendum nazionale sul taglio dei Parlamentari ed Elezioni Regionali in diverse zone d’Italia: domenica 20 e lunedì 21 italiani alle urne e poi davanti alla tv.

Dopo lo slittamento dovuto al lockdown di marzo, gli italiani sono chiamati alle urne per il Referendum Costituzionale che ratifichi o meno il taglio dei Parlamentari votato alla Camera e al Senato. Al Referendum confermativo, che non richiede quorum, si uniscono le Elezioni Regionali in Campania, Toscana, Veneto, Liguria, Marche, Puglia e Valle d’Aosta, le Amministrative in circa 1000 Comuni e le suppletive in Sardegna e Veneto.

Seggi aperti dalle 7 alle 23 di domenica 20 settembre e dalle ore 7 alle 15 di lunedì 21 settembre, nel rispetto delle norme anti-Covid. Lo spoglio inizierà subito per il Referendum, semplice nella sua lettura: il quesito esatto è “Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n.240 del 12 ottobre 2019?”, la risposta può essere solo Sì o No.

Esaurito lo spoglio delle schede referendarie, si procederà allo spoglio dei voti per le altre Elezioni. E con la chiusura dei seggi ha inizio la lunga diretta televisiva per seguire i risultati, commentare i dati, immaginare (nuovi?) scenari politici. Ma vediamo come seguire in tv le dirette elettorali.

Referendum 2020: MaratonaMentana su La7

Parte alle 14.20 la Maratona Mentana, appuntamento immancabile negli Election Day. Lo speciale TgLa7 condotto dal direttore Enrico Mentana avrà inizio a seggi ancora aperti, come nella tradizione del format, si prenderà una pausa per l’edizione del Tg delle 20 e proseguirà poi dalle 21.15. Col direttore in studio, ma soprattutto in collegamento, i suoi fedelissimi sodali, da Alessandra Sardoni a Paolo Celata inviati sui luoghi clou della consultazione referendaria, ma soprattutto nelle aree più calde per le Regionali, un test elettorale interessante per saggiare lo stato del Governo e della politica. Le proiezioni sono fornite da SWG. Attesi gli opinionisti cari a Mentana, da Marco Damilano a Tommaso Labate, passando per Franco Bechis, Agnese Pini, Annalisa Cuzzocrea, Paolo Mieli, Alessandro De Angelis, Mario Sechi, Lina Palmerini.

Elezioni 2020, gli speciali Rai

Lunedì 21 settembre inizia alle 14.55 la prima parte della diretta post voto della Rai. Si parte con uno speciale Tg1 in onda dalle 14.55 alle 18.00 con exit poll e proiezioni, collegamenti dal territorio e interviste ai protagonisti e con uno Speciale Elezioni del Tg3 al via sempre alle 14.55. Il testimone della copertura passa alle 18 al Tg2, mentre dalle 18.30 alle 18.55 Rai 3 propone Speciali Tgr con finestre dedicate alle Elezioni nelle varie Regioni interessate dal voto.
In prima serata il racconto del voto è affidato al Tg3 Speciale Elezioni in onda dalle 21.20 e allo Speciale Porta a porta, realizzato in collaborazione con il Tg1, e condotto da Bruno Vespa. Alle 23.10 un ulteriore spazio informativo sarà proposto su Rai2 da Tg2 Speciale Elezioni. Sulla terza rete, invece, dopo uno Speciale Tgr a diffusione regionale in onda a mezzanotte, il testimone passerà a Tg3 Linea Notte, in onda a mezzanotte e dieci.

Il commento al voto, e gli ultimi risultati – là dove ancora non giunti -, prosegue martedì 22 settembre con gli spazi in Unomattina Speciale elezioni, Agorà, Speciale Elezioni di Tg2 Italia alle 10.00, mentre alle 14.55 diretta del Tg1, in onda fino alle 17.00, col testimone che passa alle 16.55 al Tg3 per lo Speciale Elezioni in onda fino alle 17.55, mentre alle 18 di nuovo linea al Tg2 con lo Speciale Referendum.
Il martedì sera vede il commento di Bianca Berlinguer con #cartabianca approfondirà e in seconda serata Porta a Porta su Rai 1 dalle 23.40 e a mezzanotte Tg3 Linea Notte.

Referendum e Regionali 2020 sulle reti Mediaset

Tgcom24, con Newsmediaset, segue per tutta la due giorni elettoriale gli sviluppi delle votazioni fino ai risultati definitivi. La copertura generalista è affidata per lo più a Rete 4 e ai suoi frontmen.

La programma di Mediaset prevede i seguenti appuntamenti per lunedì 21 settembre:

dalle 14.50 alle 18.50 –  Rete 4: Nicola Porro conduce Quarta Repubblica – Speciale al voto (in simulcast su Tgcom24), con l’analisi del voto a cura di Tecnè;

18.30 – Italia 1, Studio Aperto;

18.55  – Rete 4: Tg4, che prosegue in edizione straordinaria fino alle 20;

21.30 –  Rete 4: Quarta Repubblica in onda fino alle 2 di notte.

Il giorno dopo, martedì 22, quando ormai lo spoglio sarà terminato, la copertura passa nelle ‘mani’ di Canale 5, con Francesco Vecchi che dalle 8.45 conduce Mattino cinque – Speciale Elezioni.

Referendum 2020 ed Elezioni Regionali, la copertura Sky

Uno speciale di quasi 30 ore per seguire gli esiti referendari ed elettorali del 20 e 21 settembre quello messo in campo da Sky TG24 con Voto 2020, in onda dalle 14.30 di lunedì 21 settembre alle 20 di martedì 22 settembre. Risultati in tempo reale, reazioni e conseguenze al voto, con ospiti in studio e collegamenti dalle regioni e dai luoghi chiave di queste elezioni: dalle 15 instant poll sui risultati del Referendum e del voto in Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto, a cura dell’istituto Quorum/Youtrend. In collaborazione con l’istituto di ricerca, sarà proposto anche il Decision Desk, che anticiperà, quando la solidità statistica dei risultati sarà acquisita, gli esiti dello scrutinio durante lo spoglio. Lo speciale seguirà anche tutti i principali appuntamenti delle Elezioni Amministrative, aggiornando in tempo reale sui dati dalle singole città e regioni italiane al voto, con 15 punti live nelle principali città coinvolte e nei comitati elettorali.

Staffetta alla conduzione con Fabio Vitale, Valentina Bendicenti, Stefania Pinna, Claudio Calì, Marco Congiu, Vittorio Eboli, Tonia Cartolano, Roberto Inciocchi e Luigi Casillo, al DigiWall Roberto Palladino, Milo D’Agostino e Paolo Fratter, mentre in studio sono attesi esponenti politici, direttori di testata, editorialisti e notisti, per commenti, reazioni, analisi e scenari futuri.