Programmi daytime Rai1 al via lunedì 7 settembre, la conferenza stampa in diretta

La presentazione di Uno Mattina, Storie Italiane, E’ sempre mezzogiorno, Oggi è un altro giorno e La vita in diretta

  • 12.05

    Antonella Clerici non sarà presente alla conferenza stampa in collegamento da Milano, come era stato inizialmente annunciato dalla Rai.

  • 12.10

    Giornalisti in sala seduti a distanza, con mascherina. Si attende ancora l’inizio della conferenza.

  • 12.15

    Inizia la conferenza.

  • 12.16

    Il direttore di Rai1 Coletta: “Vedervi qui è molto emozionante, veniamo da molte conferenza stampa in streaming. Ritrovare un contatto con voi è molto importante”.

  • 12.17

    Coletta sul daytime: “Credo in grandissima onestà di aver scelto 5 volti che possono essere oggi rappresentazione contemporanea del servizio pubblico”.

  • 12.17

    Coletta cita i cinque conduttori presenti: “Sono molto proud di queste persone, le conosco bene, so qual è la storia che si annida dietro la loro identità televisiva; sono persone che hanno fatto ciascuno una lunga gavetta; sono tutti giornalisti perché penso che la rete ammiraglia deve essere espressione del servizio pubblico sul codice informativo”.

  • 12.20

    Coletta: “La pandemia ha spaccato uno sguardo solo italico, ci ha portato ad essere tutti più interessati a quello che accade nel mondo. Ci sono temi troppo importanti che vanno veicolati con sobrietà, onestà e grande attenzione alle fonti e capacità psicologica”.

  • 12.21

    Coletta: “Questo daytime è per me lo specchio del Paese in questo momento”.

  • 12.22

    Coletta: “Questi volti possono fornire risposte eleganti, sobrie, senza protagonismi, possono mettersi al servizio della platea. A loro ho chiesto di informare, di essere precisi, ma non dobbiamo non essere televisivi. Ognuno di loro si confronterà anche con spazi meno televisivi. Ho chiesto loro delle quote di infotainment. Tutti loro non sono conduttori teleguidati, hanno una tecnica di improvvisazione”.

  • 12.23

    Coletta: “Sono contento che Frittella e Giandotti possano ridare tonicità e linfa alle morning news”.

  • 12.23

    Coletta cita la Daniele e i fatti di cronaca accaduti in questi mesi. Sulla Bortone: “Ci saranno storie, ma anche dibattito. Ci saranno anche incontri che alzino l’asticella della narrazione”.

  • 12.25

    Su Matano: “Struttura più giornalistica, ma ci sarà quota di intrattenimento”.

  • 12.26

    Coletta: “Nei mesi di lockdown, per assurdo, Rai1 è in maggiore vantaggio di ascolti rispetto alle altre generaliste. Siamo una rete accesa, abbiamo riconquistato la fascia degli adolescenti”.

  • 12.27

    Coletta: “La Bortone è la mia migliore amica? Matano è il mio migliore amico ?Sui giornali si leggono tante cose. Compiere scelte televisive per il pubblico significa avere rigore”.

  • 12.28

    Si parte dalla presentazione di Unomattina. Giandotti: “Debbo ringraziare l’azienda, Rai1 e il direttore Coletta per avermi lanciato questa sfig.., questa sfida. Unomattina è un contenitore storico, sarà evidentemente quello che già conoscete. Quest’anno intende rilanciarsi, la missione delle morning news è una grande missione. Il rigore sulle notizie, sugli approfondimenti e su settori di informazioni più specifici, come la medicina. Siamo servizio pubblico, siamo al servizio del pubblico”.

  • 12.29

    Giandotti a Frittella: “Sei il migliore dei compagni possibili che potessero capitarmi”. Lui: “Saremo una bella coppia”.

  • 12.30

    Frittella: “Unomattina dà il buongiorno agli italiani da quasi 3 mila puntate, è l’espressione del servizio pubblico. Il pubblico è consolidato. Dobbiamo mantenerlo, provando anche a innovare. Dobbiamo informare e intrattenere, dobbiamo essere corretti nell’informazione e non essere noiosi nell’intrattenimento. L’autunno sarà complicato. Unomattina è un prodotto immediato, non precotto”.

  • 12.32

    Eleonora Daniele su Storie italiane: “Ho una bambina di tre mesi, l’ultima volta in onda ero col pancione. Ringrazio Coletta e tutta la Rai perché mi hanno sostenuta in un momento complesso, ero in gravidanza durante il covid”.

  • 12.33

    Daniele: “Storie italiane sarà sempre più a carattere informativo, negli ultimi mesi abbiamo un po’ virato il racconto dell’Italia, sarà sempre più mirato. Sarà la nostra ottava edizione”.

  • 12.35

    Daniele: “Nella prima parte attualità, nella seconda racconto di storie, con ospiti. Il pubblico non ci sarà nei primi mesi. Ci saranno anche interviste a personaggi famosi. Ci teniamo però a raccontare le storie italiane della gente comune”.

  • 12.35

    Daniele: “Continueremo con le nostre inchieste, ci occuperemo in particolare di donne e lavoro, di infanzia e diritti negati. Ci tengo anche a parlare di emergenze abitative”.

  • 12.37

    Serena Bortone: “Oggi è un altro giorno per tutti noi, perché è la prima volta che si fa una conferenza stampa in persona. Mi piacerebbe poter raccontare delle storie o dei personaggi, anche famosi, di qualunque ambito, che portino con sé l’elemento del riscatto. Non per forza di successo. Questo è lo spirito del programma per i contenuti. La narrazione sarà empatica, curiosa, attenta alle spigolature. Rai3 mi ha insegnato l’onestà e la semplicità di linguaggio”.

  • 12.39

    Bortone: “Tutta la nostra vita è condizionata dal covid, ma non si esaurisce con il covid. Lo racconteremo, ma non sarà la nostra angoscia principale. Lo spazio è complesso per Rai1, ma le sfide sono belle”.

  • 12.40

    Matano: “Questa è la prima conferenza in presenza. Ci sembra quasi una cosa normale, ma non lo è. Abbiamo la capacità di adattarci alla realtà”. Sul programma: “Il covid ha insegnato qualcosa a tutti, per me è stata l’ulteriore conferma del senso di aver scelto di fare questo lavoro. Sarà una Vita in diretta diversa, lo scorso anno alle 18 avevamo il compito di dare i numeri della Protezione civile, ma anche di intrattenere. L’esperienza dello scorso anno è stata la base sulla quale ho costruito questo nuovo appuntamento. Non sarò da solo. Recupereremo lo spirito del programma. Gli inviati sono il cuore della trasmissione”.

  • 12.44

    Matano: “Nella prima parte andremo in diretta dove avvengono i fatti, poi ci sarà una novità, ossia l’inchiesta. Analizzeremo i dati covid. L’ultima parte con un ancoraggio all’attualità e alla realtà per raccontare tutto ciò che non trova spazio nelle news. Saremo un po’ più ruvidi”.

  • 12.45

    Domande dei giornalisti.

  • 12.45

    Cambio capostruttura a La vita in diretta, Matano: “Non spetterebbe a me chiarirlo, mai avrei immaginato di leggere mentre lavoravo sui blog gli spifferi, ma fa parte dei giochi. Il capostruttura del programma non sarà con noi per il primo mese, questo per ragioni personali. Tutto il resto sono meravigliose fantasie, faccio complimenti a chi le veicola, suggerisco ai colleghi un futuro nella fiction. Con Rizzelli ho collaborato anche durante la pandemia, diffido chiunque a diffondere voci false. Poi è chiaro che in un gruppo di lavoro ci sia un confronto. Questi blog o presunti tali. Mi sorprende la morbosità con la quale ci si interessa delle vicende di La vita in diretta, se seguirete anche il prodotto sarò molto felice”.

  • Coletta: “Rischio di un daytime pesante con tutti giornalisti? C’è una diversificazione di offerta, avere sei giornalisti che coprono il daytime forse è la prima volta nella storia di Rai1. Sfido la platea a riconoscere in tutti loro una capacità di intrattenimento che sorprenderà. Cito, per esempio, Matano e Bortone. La scelta di questa chiave va anche nella chiave emotiva. Il 28 settembre inizieranno la Clerici e L’eredità”.

  • 12.51

    Matano: “Tutti noi siamo giornalisti, facciamo questo lavoro, conosciamo le regole e le non regole, mi hanno insegnato quando arriva una notizia, di andare alla fonte e capire”. (in realtà chi scrive ha verificato la notizia rivolgendosi proprio a Matano, tramite la sua ufficio stampa personale, a Rizzelli e a Rai1).

  • 12.55

    Rizzelli non ha smentito? Matano: “Se non ha risposto, avrà dei motivi personali. Trovo molto discutibile questa insistenza su delle ragioni personali. Per una questione di privacy, non divulgherò i messaggi privati pieni di fiducia e stima che ho scambiato con lui”.

  • 12.56

    Coletta chiarisce: “Rizzelli è in piena armonia con tutti i colleghi, compreso Matano, tornerà presto alla guida dei suoi programmi”.

  • 12.57

    Coletta: “Ballando con le stelle dovrebbe partire sabato 12 dicembre, ieri mattina è stato effettuato il terzo tampone a tutto il cast e a tutto il gruppo di lavoro. Sono risultati tutti negativi, tranne, ovviamente, i due positivi già noti. Nelle prossime ore valuteremo se confermare quella data di partenza per il programma”.

  • 12.59

    Bortone: “La politica ci sarà nel programma, ma quando serve. Alla politica chiederemo risposte”. E cita Rossini.

  • 13.00

    Rischio di sovrapposizione tra i programmi? Bortone: “Ognuno lo fa come la sa fare, qui sono tutti bravissimi; se ci sarà una sovrapposizione, ci telefoneremo”. Coletta ricorda che “da gennaio a giugno tutti i programmi presenti, anche Balivo”, hanno raccontato storie affini al periodo che stavamo vivendo”.

  • 13.02

    Norme anti covid, Coletta: “Dopo il lockdown e alcune regole molto strette, Rai ha riallargato la possibilità di tornare ad una quasi semi normalità. In questo momento è previsto che in studio insieme al conduttore e al cast fisso possono esserci in contemporanea 3 ospiti”.

  • 13.05

    Coletta spiega che in ogni marchio saranno introdotti nuovi volti e nuove voci.

  • 13.06

    Sul programma Il caffè di Raiuno, Coletta: “In passato è stato infelicitato anche per ragioni di affollamento, Mi sento orgoglioso di aver scelto per il programma Strabioli e Ammendola, che hanno avuto risultati che non mi aspettavo. Riparte sabato con l’edizione autunno-inverno”.

  • 13.07

    Coletta: “Anche a Unomattina ho chiesto di poter avere degli spazi con consigli di romanzi”.

  • 13.08

    Coletta: “Ho sempre amato Antonella Clerici, sono contentissimo del suo rientro; il programma partirà il 28 settembre perché ha una struttura scenica complicata e per norme covid abbiamo deciso di partire più tardi. Dopo la Daniele, prima che parta Antonella, proseguiranno Falchi e Convertini con C’è tempo per”.

  • 13.10

    Coletta: “Serena Bortone è un portento, la conosco da 20 anni. Il suo costrutto culturale è straordinaria, è una donna poliedrica. La frego solo sulla medicina. Secondo me sarà una bella sorpresa per Rai1. Alberto è un uomo perbene, con una profonda educazione, incarna il servizio pubblico con grande eleganza. Eleonora Daniele è una donna innaturale, cercavo di convincerla a stare a casa durante la gravidanza. È una macchina da guerra, è un robot ma ha la capacità femminile di vedere le cose”. Con l’in bocca al lupo del direttore Coletta ai conduttori presenti in sala, finisce la conferenza.

Sta per iniziare nella sala A di Viale Mazzini a Roma la conferenza stampa di presentazione dei programmi del daytime di Rai1 della stagione 2020/2021, in onda dal lunedì al venerdì a partire dal 7 settembre. Blogo la seguirà in liveblogging.

Nel dettaglio saranno presentati Uno Mattina, in onda dalle ore 6.45, con la conduzione Monica Giandotti e Marco Frittella, Storie Italiane in onda dalle ore 9.55, con la conduzione di Eleonora Daniele, È sempre mezzogiorno (la cui partenza è slittata al 21 settembre) in onda alle ore 12.00, con la conduzione di Antonella Clerici, Oggi è un altro giorno, in onda alle ore 14.00, con la conduzione di Serena Bortone, La vita in diretta, in onda alle ore 17.05, con la conduzione di Alberto Matano.

Previste le partecipazioni del direttore di rete Stefano Coletta e di tutti i conduttori (la Clerici sarà collegata da Milano).