Banijay Italia, Massimo Righini lascia la Nonpanic dopo 6 anni

Massimo Righini lavorava come Chief Creative Officier di Nonpanic.

Massimo Righini ha lasciato il proprio incarico nel gruppo Banijay Italia, dopo 6 anni.

Il produttore creativo, autore e giornalista, con un'esperienza ventennale nel settore dei media e dell'intrattenimento, lavorava nel gruppo Nonpanic, società di produzione televisiva del gruppo Banijay, nel quale ha ricoperto i ruoli di Creative Producer e, successivamente, di Chief Creative Officier.

Massimo Righini ha salutato i suoi ormai ex colleghi con la seguente dichiarazione:

Auguro al "nuovo" gruppo Banijay di portare in alto la creatività italiana e di raggiungere tutti i successi che merita.

Massimo Righini, nel corso della sua carriera, ha lavorato sia per reti televisive che per società di produzione, acquisendo, negli anni, esperienza nello sviluppo di contenuti, nello scouting di formati internazionali, nell'adattamento locale, nella programmazione e nelle trattative commerciali.

In questi vent'anni, Massimo Righini ha lavorato su diversi generi televisivi, come reality, talent, giochi, factual, intrattenimento leggero e documentari, ideando e scrivendo più di 80 programmi tra i quali troviamo gli adattamenti italiani di format famosi in tutto il mondo come Bake Off, Ninja Warrior, Matrimonio a Prima Vista, This Time Next Year, The Mole, Guess my Age, Il Collegio, Ma come ti vesti?, Best in Town e Changing Rooms e produzioni originali come Singing in the Car, Amici, Uomini e Donne, Domenica Live, Forum, Ciao Darwin, Camionisti in Trattoria e Chi ti Conosce?.

Prima di entrare a far parte del Gruppo Banijay, quindi, Righini ha lavorato a diversi programmi Mediaset, collaborando anche con EndemolShine, Fascino e Magnolia su diverse commissioni per Rai, Discovery e Sky. Massimo Righini, infine, ha anche ricoperto il ruolo di Head of Channel, Programming & Content di Agon Channel.

  • shares
  • Mail