Agorà estate 2020, il battesimo di Roberto Vicaretti: bene ma non benissimo

La prima puntata del ciclo estivo del programma di Rai 3. Alla conduzione arriva Roberto Vicaretti

La sveglia di Rai 3 stamani è suonata con un approdo dicesi 'risorsa interna'. L'attenzione mediatica per la prima puntata di Agorà in veste estiva è stata per Roberto Vicaretti che, per chi non lo conoscesse, si tratta di uno dei validi giornalisti arrivati da Rai News 24 già avvezzo alla conduzione di approfondimenti. Il suo arrivo sulla tv generalista è come lanciarsi in una piscina dal secondo piano di un grande trampolino, e chissà mai che questo battesimo non sia premonitore di un obiettivo ancora più ambizioso.

Detto ciò, l'apertura è stata evidentemente emozionata e lo si capiva dalla salivazione azzerata del giornalista che si è subito spinto lanciandosi in un "Benvenuti alla nostra Agorà" prendendosi lo scettro dopo due estati con Monica Giandotti. Ma a proposito di conduzioni: non sarebbe stato carino menzionare Serena Bortone a tre giorni dal suo addio al programma? Facciamo finta di nulla? Mah...

Al di là di questa mancanza, il programma mantiene salde le caratteristiche che non differenziano dalla sua versione originale. Tanto ritmo ben scandito nella prima ora dedicata all'argomento madre della puntata accompagnato da un geniale titolo in bella vista (quello odierno "(E)state alle regole", complimenti al paroliere). Ordine rigoroso dei passi un tassello dopo l'altro a braccetto con i collegamenti e i servizi. Vicaretti è ligio e vuole stare sui tempi televisivi, certo le interruzioni dei primi collegamenti a gamba tesa sono stati il segnale di una presa delle misure, ma tutto sommato ce la si può cavare per la "pur sempre prima puntata".

Marco Carrara è la certezza di Agorà, lo dice Vicaretti in apertura e lo sottoscriviamo. I suoi giusti interventi guarniscono i temi con giustezza. Si è fatto pure spalla del conduttore in un momento di smarrimento per un collegamento problematico con Bersani salvandolo con un servizio pronto da trasmettere. Mica roba da poco.

Ormai rotto il ghiaccio, il secondo tempo del programma è proseguito con qualche sbavatura. L'ordine dei 60 minuti precedenti è andato via via perdendosi, vuoi per le deviazioni improvvise degli ospiti, vuoi per l'immancabile scontro live tra due fazioni politiche completamente opposte. Scintille che sono scoccate tra Augusta Montaruli (Fratelli d'Italia) e Dino Giarrusso (M5S). Qui il lavoro di Vicaretti si è fatto più complicato trasformandosi in moderatore, un ruolo che per chiunque è molto delicato, ma come uscire dal ginepraio di voci che si sovrappongono? Semplice, abbassi i microfoni e cambi registro per riabbassare i toni se a casa non si capisce nulla: così è andata. Alle 10 del mattino le urla in tv son l'ultimo dei bei risvegli degni di chiamarsi tali.

Bene, ma non benissimo, sì. I margini di miglioramento ci saranno, con la buona volontà naturalmente.

Agorà estate 2020, diretta del 29 giugno


Segui su TvBlog il primo appuntamento di Agorà Estate!

  • 9:59

    "Marco ce l'abbiamo fatta" Sì, è terminata la prima puntata di Agorà estate. Sì, ma una menzione alla Bortone la si poteva fare.

  • 9:55

    Maraini: "A questa situazione bisogna reagire con la ragione e la solidarietà. Ne stiamo uscendo migliori? Ci sono tante brave persone responsabili, bisogna mostrarle di più. Invece ci accaniamo contro le carogne. Dobbiamo conoscere di più la parte migliore del nostro paese, c'è senz'altro."

  • 9:54

    Il dulcis in fundo: "E' un onore avere con noi in finale di questa prima puntata Dacia Maraini".

  • 9:52

    Torniamo a Perignano per scoprire come 150 milioni di litri di vino possono trasformarsi in disinfettante. Viene mostrata la procedura.

  • 9:48

    Questa parte finale più variegata rischia persino di far perdere l'ordine che si era creato nella prima ora di programma. E' stato anche lo scontro m5s/fdi a far perdere un po' la bussola uscendo dal recinto.

  • 9:42

    "Fate un grandissimo sforzo ma non vi ascoltano più da casa" taglia corto Roberto Vicaretti che abbassa l'audio delle due che continuano a litigare.

  • 9:38

    "Il centro destra ha rimesso i vitalizi" Montaruli subito sbotta e parte lo scontro. Vicaretti deve fare i conti con il battibecco e Giarrusso ne ha pure per lui: "Non mi dovete interrompere perché altrimenti mi tocca intervenire su ogni ospite e gli rovino la prima puntata". E' il primo fuoco d'artificio.

  • 9:36

    Da Torino, Augusta Montaruli (FDI) critica l'operato di Conte ed elenca i difetti delle misure europee. Giarrusso (M5S) risponde e qualche scintilla scocca. Vicaretti ridimensiona subito.

  • 9:26

    Da Milano Alessandra Ghisleri, presidente Euromedia Research che ha scritto il libro "La repubblica dei sondaggi". Si torna a parlare di Covid e assembramenti, nota curiosa sul titolo della puntata (E)state alle regole.

  • 9:20

    Oggi 29 giugno corrono 20 anni dalla scomparsa di Vittorio Gassman, servizio omaggio al grande attore. Una parentesi di intrattenimento in mezzo alle notizie, forse sarebbe stato meglio in chiusura di programma.

  • 9:17

    Una notizia: Roberto Vicaretti sorride.

  • 9:15

    Nel frattempo Bersani è tornato, insieme a Dino Giarrusso ed è un trionfo di librerie. I due sembra quasi parlino dallo stesso luogo.

  • 9:13

    Si interrompe il collegamento, momento di smarrimento. Vicaretti cerca indicazioni con lo sguardo dietro le telecamere. Lo salva un servizio lanciato da Carrara ancora a proposito del MES, ma anche sulle questioni irrisolte come la crisi Alitalia, Ilva, Autostrade.

  • 9:10

    Bersani lancia un appello alle sinistre: "Apriamo un cantiere con idee e menti per poter cominciare una nuova sinistra dei tempi moderni e plurale"

  • 9:06

    Bersani: "Bisogna fare una riforma fiscale. Le proposte arrivano. Il lavoro bisogna riunificarlo, fare la legge sulle rappresentanze, dare forza alle contrattazioni"

  • 9:02

    In collegamento c'è Pierluigi Bersani, alle sue spalle l'ormai inflazionata libreria. Vicaretti è seduto sullo sgabello, sarà un a tu per tu.

  • 9:01

    Chiusa la prima parte dopo 60 minuti esatti, si comincia la seconda. L'argomento è: i nuovi poveri e l'aumento spasmodico di richieste arrivate al banco alimentare.

  • 9:00

    Come cambieranno i decreti sicurezza.

  • 8:55

    Vicaretti è molto attento, serrato nel seguire il filo logico del tema senza uscire dal cerchio. Se qualche ospite va fuori strada per tornare in un argomento già trattato, lui li riporta subito in riga.

  • 8:50

    Irene Benassi da Bologna tratta dei due lavoratori di un corriere espresso che vivevano in un centro migranti della città.

  • 8:47

    Irene Zeiro, produttrice di vino: "E' un grosso problema mio e di grandi produttori che trasportavano il prodotto all'estero. Siamo vicini alla nuova vendemmia, ma io ho ancora le vasche di vino piene, se non si lavora e non si vende avrò altri problemi"

  • 8:44

    Da Capannoli (Pisa) Tommaso Giuntella ci parla da una cantina, dove i produttori stanno riscontrando molte difficoltà nella vendita dei loro vini.

  • 8:38

    Il Mes al centro del dibattito politico.

  • 8:33

    Salvini a Codogno, secondo la stampa si sarebbero ritrovate circa 200 persone per acclamare il leader della lega. Molinari (capogruppo Lega alla Camera): "Forse non c'è stato particolare responsabilità è vero, ma anche in altri posti non è andata diversamente".

  • 8:30

    Servizio sugli assembramenti avvenuti dopo l'importante vittoria del Liverpool in Premier League e le proteste avvenute in Francia.

  • 8:27

    Un passo avanti nel tema, nell'attualità più recente. Arriviamo da un primo weekend d'estate in cui la voglia di mare da nord a sud è pervasa. La domanda è una: "il distanziamento?", la risposta è altrettanta da Lopalco: "Prudenza"

  • 8:23

    Sigla, si conclude l'anteprima e inizia il vero programma.

  • 8:21

    Vicaretti ha rotto il ghiaccio a 20 minuti dall'inizio della trasmissione e all'apparenza sembra essere già a suo agio. Inizialmente forse troppo freddo negli interventi, ma comprensibile. Qualche sorriso in più e meno seriosità, per quanto la tematica non trovi sprazzi d'allegria, non dispiacerebbe

  • 8:20

    Marianna Aprile si aggiunge al parterre.

  • 8:18

    Ieri sera Mattarella si è recato al cimitero monumentale di Bergamo per omaggiare le migliaia di vittime dovute al Coronavirus. Le immagini.

  • 8:16

    Delrio: "Bisogna continuare a stare attenti". Molinari: "La paura è quella di non riuscire ad arrivare a fine mese". Gancitano: "Stiamo vivendo un periodo di transizione, un'estate anche più normale di quanto potevamo immaginare. La visione del futuro per tanti diventa difficile"

  • 8:11

    Dal racconto della cronaca di qualche istante fa al punto della situazione sull'emergenza. Si parla di carica virale del covid e di come il paese si sta compotando davanti ad una situazione che si presenta oggi a 4 mesi dal primo contagio.

  • 8:10

    Vicaretti tronca il collegamento a gamba tesa, urge la presentazione dei primi ospiti: Maura Gancitano - presente in studio - Graziano Delrio, Riccardo Molinari, Pietro Senaldi e Pierluigi Lopalco. La diretta incalza e sono solo i primi 10 minuti di trasmissione.

  • 8:06

    Via, primo collegamento con Bologna per capire com'è la situazione nel centro spedizioni in cui sono stati trovati alcuni casi positivi al Covid.

  • 8:03

    La certezza di Agorà è Marco Carrara.

  • 8:02

    "Benvenuti ad Agorà estate, alla nostra agorà" esordisce Vicaretti emozionato (manda giù la saliva) "vi racconteremo dei nuovi focolai di questo maledetto Virus".

  • 8:00

    Sta per iniziare il primo appuntamento estivo di Agorà, pronti a seguirlo e commentarlo su tvblog.it


Agorà estate 2020, prima puntata del 29 giugno: anticipazioni e ospiti


Dopo la conclusione di una lunga e difficoltosa edizione di Agorà che ha sancito la conclusione di un ciclo per Serena Bortone dopo 3 edizioni alla conduzione, oggi 29 giugno 2020 si apre la versione estiva del programma di approfondimento del mattino in onda su Rai 3 dalle 8 alle 10 del mattino.

Quest'anno a condurre il programma sarà Roberto Vicaretti, promosso da Rai News 24 e successore di Monica Giandotti dopo due annate.

Agorà estate, puntata del 29 giugno 2020: L'estate delle regole


In questa prima puntata stagionale si discute del primo fine settimana estivo che ha visto un alto numero di code sulle strade e molte spiagge affollate. Il problema del distanziamento sociale si pone alla base del dibattito.

Si parla anche dei nuovi preoccupanti focolai di contagio in Italia, tra cui quello sviluppato a Bologna. Le telecamere si recheranno al centro migranti di via Mattei: al via i test sugli ospiti, dopo che due di loro - dipendenti di una ditta di consegne - sono risultati positivi al Covid.

Si passerà poi all'analisi dei fatti politico-economici: l’utilizzo del fondo salva-Stati e il decreto rilancio fino al possibile taglio delle tasse.

Agorà estate, puntata del 29 giugno 2020: gli ospiti


Interverranno Graziano Delrio, capogruppo Camera Pd; Riccardo Molinari, capogruppo Camera Lega; Marianna Aprile, Oggi; Pietro Senaldi, direttore responsabile Libero; Pier Luigi Lopalco, responsabile coordinamento regionale Emergenze Epidemiologiche Puglia; Pier Luigi Bersani; Dino Giarrusso, M5s; Augusta Montaruli, Fratelli d’Italia; Alessandra Ghisleri, presidente Euromedia Research; Maura Gancitano, filosofa, e infine Dacia Maraini.

Agorà estate: Dove vederlo in tv e in streaming


Agorà estate va in onda dal lunedì al venerdì su Rai 3 dalle 8.00 alle 10.00. È possibile vedere in diretta la trasmissione su RaiPlay. TvBlog seguirà la prima puntata di Agorà estate a partire dalle 8 del mattino.

Agorà estate: Second screen


Il programma ha una pagina ufficiale su Facebook e un account su Twitter @agorarai. L'hashtag da usare per commentare la diretta è #agorarai.

  • shares
  • Mail