Ogni cosa è illuminata: un’altra televisione è possibile (senza virologi)

Il programma estivo di divulgazione scientifica condotto da Camila Raznovich alza l’asticella con una puntata monotematica sul coronavirus non coinvolgendo tuttavia gli esperti del momento

Parafrasando il titolo di due episodi di Boris, mitica comedy italiana tornata in grande spolvero su Netflix, la prima puntata della terza edizione di Ogni cosa è illuminata dimostra che un’altra televisione è possibile nell’era del coronavirus, soprattutto senza virologi.

Il programma condotto da Camila Raznovich è tornato per il terzo anno consecutivo a presidiare il prime time estivo di Rai3, dedicando l’intero spazio ovviamente alla pandemia in corso. La trasmissione però ha avuto il merito di offrire delle riflessioni interessantissime dal punto di vista antropologico, aggettivo che viene riesumato solo quando Paolo Bonolis descrive il suo Ciao Darwin del quale pare voglia disfarsi ogni anno, ma che poi ripropone puntualmente in palinsesto (“uno show antropologico“, appunto).

Il momento più interessante della serata si è rivelato l’intervento dell’antropologo statunitense Premio Pulitzer Jared Diamond che ha dato dell’ignorante a Donald Trump, con la conduttrice che ha cercato di evitare l’incidente diplomatico (“Io le sto facendo solo un’intervista. Per quanto riguarda il suo presidente, lo ha detto lei“). La Raznovich tuttavia è apparsa pienamente soddisfatta dell’incontro con il saggista, descrivendolo in chiusura come uno dei momenti più belli della sua carriera.

Degna di menzione anche la denuncia del fotografo brasiliano Sebastiao Galdao riguardante il genocidio che si sta consumando ai danni delle popolazioni dell’Amazzonia, non solo per via del coronavirus (le tribù storicamente isolate non avrebbero il sistema immunitario adatto per farvi fronte), ma anche per una situazione fuori controllo che permette a taglialegna e cercatori d’oro di razziare i loro territori.

La trasmissione ha offerto riflessioni sui borghi come centri abitativi del futuro con un mini talk decisamente ripetitivo con Stefano Boeri e Brunello Cucinelli, mentre sul rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 è stato coinvolto il campione di salto in alto Gianmarco Tamberi, che ha segnato il suo record proprio nel momento in cui si è infortunato e che ci ha fatto sapere di essere andato a convivere con la fidanzata poco prima del lockdown, ma la sua storia è molto bella e sicuramente lo rivedremo tra qualche anno a Ballando con Le Stelle. Non convincono al momento gli spazi riservati a Stefano Fresi, alquanto retorici.

Ogni cosa è illuminata, anticipazioni puntata 11 giugno 2020

Nonostante molti programmi fossero sospesi per via del coronavirus, il suo Kilimangiaro ha continuato ad andare in onda. E la stagione televisiva per Camila Raznovich non è affatto finita, dal momento che torna stasera alle 21.20 con la terza edizione di Ogni cosa è illuminata, il programma di divulgazione scientifica che conduce in estate su Rai3. TvBlog seguirà la prima puntata in diretta. Quattro le puntate previste.

Grande spazio sarà dedicato naturalmente all’epidemia da COVID-19 in corso: come sta cambiando il mondo in seguito alla pandemia? Quali saranno le conseguenze dal punto di vista climatico e alimentare? Per questa e molte altre domande la conduttrice ha arruolato per l’esordio un antropologo di fama internazionale, Jared Diamond, autore del saggio Armi, acciaio e malattie, pubblicato nel 1997. Diamond è vincitore del Premio Pulitzer. Interpellati sull’argomento anche l’antropologo Marino Niola e il filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani.

Completano il parterre l’archistar Stefano Boeri e l’imprenditore Brunello Cucinelli per parlare di borghi, visti come centri del futuro abitativo. Ad intervenire nella discussione anche il poeta Franco Arminio.

Non mancherà una riflessione sulle Olimpiadi rinviate causa virus, che tuttavia sono state rinviate al prossimo anno e si chiameranno comunque Tokyo 2020. A parlarne con la conduttrice il campione di salto in alto Gianmarco Tamberi e il regista Marco Balich.

 

Ogni cosa è illuminata: dove vederlo

Ogni cosa è illuminata va in onda alle 21.20 su Rai3 ma è disponibile anche in livestreaming su Raiplay e in streaming sullo stesso portale.

 

Ogni cosa è illuminata: Second Screen

I social sono sostanzialmente quelli del Kilimangiaro, su Twitter con hashtag#OgniCosaèIlluminata e Facebook  Ogni cosa è illuminata si potrà seguire anche attraverso il liveblogging di TvBlog a partire dalle 21.20.

I Video di Blogo

Petra, una clip del primo episodio