I fatti vostri da lunedì 23 marzo senza orchestra in studio. Magalli contrariato, Guardì commosso (VIDEO)

Il conduttore: "io non sono neanche d'accordo". Assente anche il cantante Graziano Galatone: "Ci rivediamo presto"

La piazza de I fatti vostri, simbolo di condivisione, di unione e di ritrovo paradossalmente da ormai due settimane si ritrova orfana del suo pubblico, movimentata solo dagli spostamenti delle telecamere e delle poche, pochissime maestranze Rai presenti nello studio 1 di Via Teulada. Il programma di Michele Guardì e condotto da Giancarlo Magalli continua ad andare in onda risultando così tra i pochi superstiti in una serie di produzioni fermate per lasciar spazio ad una programmazione dedicata all'informazione dovuta all'emergenza Coronavirus (come sta succedendo già su Rai 1).

L'azienda ha comunque deciso di approntare un'altra restrizione sulla linea della regola 'niente assembramenti'. Da lunedì 23 marzo il comparto musicale e quindi l'orchestra diretta da Demo Morselli insieme al cantante Graziano Galatone - entrato a far parte del cast quest'anno - momentaneamente non faranno parte del programma fino a nuova decisione.

Una scelta che Magalli - non senza una svirgolata polemica - ha voluto comunicare al pubblico non appena l'artista ha terminato la sua esibizione di My Way di Frank Sinatra:

C'è una novità che ci riguarda e vi riguarda (si riferisce al cantante e all'orchestra). Una novità che non ci fa felici e devo dire la verità: io non sono neanche molto d'accordo con questa cosa però... la nostra azienda decide, siamo un'azienda, c'è chi decide e chi ubbidisce. Noi siamo quelli che ubbidiscono. Teniamo conto che la nostra azienda prende delle decisioni nell'interesse di tutti. Dall'inizio di questa epidemia c'è stato un succedersi di iniziative volte ad evitare il contagio all'interno degli studi della Rai. L'esigenza è quella di essere ancora di meno negli ambienti di lavoro, gli ultimi ad essere coinvolti sono la nostra orchestra e la parte musicale. Mi dispiace molto.

Dalla regia interviene Guardì: "Giancarlo permettimi di associarmi a questo tuo ringraziamento. Hai detto delle belle parole, grazie a tutto lo studio di cuore" la voce gli si rompe dalla commozione, segno di un periodo che certamente sta mettendo a dura prova anche le produzioni tv (e che nessuno certamente avrebbe voluto capitasse). Il conduttore lo segue: "Lo studio fa quello che deve fare, ubbidisce con senso di responsabilità".

Demo Morselli ha preso parola ringraziando il cantante l'amico e collega Galatone: "Si è dimostrato una persona squisita e un grande interprete", un effetto da saluti dell'ultima puntata che ultima però non è. In studio le poche persone all'interno applaudono alle parole del maestro d'orchestra: "Volevo ringraziare il pubblico che ci ha seguito, questa grande orchestra sia come amici che come grandi professionisti" con l'augurio di tutti: "Ci rivediamo presto!"

  • shares
  • Mail