Maria De Filippi da Fazio, l'imbarazzo del mancato saluto a Che Tempo Che Fa (VIDEO)

Fabio Fazio non stringe la mano ai suoi ospiti in ottemperanza alle direttive anti-coronavirus: i risultati sono imbarazzanti.

Maria De Filippi entra in uno studio vuoto, disorientante per ospiti e conduttori, e Fabio Fazio l'accoglie senza una stretta di mano, un bacio o un abbraccio. Una scelta fatta con tutti gli ospiti in ottemperanza alle direttive anti-Coronavirus che stabiliscono anche una distanza minima tra le persone, per tutelare in primis chi ci fa visita, dice Fazio. Il risultato però è davvero imbarazzante: Maria tende la mano, poi si avvicina per un bacio, ma in cambio ha una pacca sulla spalla. Una scena che mostra forse ancor più dello studio vuoto cosa sia la vita sociale secondo le regole del Coronavirus, ancora più surreale perché poco prima Filippa ha rispettato la convenzione sociale, prima della convenzione medica.

In uno studio senza pesci e senza pubblico, è Maria De Filippi a prendere la scena con la sua curiosità. Si guarda intorno, stupita da una situazione completamente antitelevisiva come uno spazio da 260 poltrone completamente deserto, in cui "la voce rimbomba", in cui si può passeggiare in platea, in cui "se non ci fossero i cameramen..." non si saprebbe se si sta facendo tv o no, come confessa Fazio.

Una situazione anomala, che sottolinea l'aspetto intimo, da chiacchierata, come sottolineato anche in un precedente post. "Il silenzio sottolinea le cose importanti e poi è meglio tacere invece di dire cose inutili… Il silenzio è anche rispettoso" dice Maria De Filippi commentando il suo stile asciutto di conduzione. E con la sua curiosità per le storie di vita vissuta, certo il momento storico e topico della consegna delle vettovaglie tra familiari in quarantena avrebbe assunto un'altra connotazione.

Una puntata davvero particolare di Che Tempo Che Fa di domenica 1 marzo 2020, che non approfitta della maestria defilippiana, come spesso è accaduto nelle interviste di Fazio a Queen Mary. E dire che la De Filippi non nasconde aneddoti e racconti: spicca quello sulle registrazioni di Uomini e Donne e sulla gestione di Tina Cipollari.

"Registriamo tre puntate di Uomini e Donne di fila in un pomeriggio: tre puntate da 64' sono tante. Chiedo sempre a Tina di non fare troppe polemiche perché sennò poi i tempi si allungano troppo e io devo tagliare. Ci metto un sacco di tempo in più per fare la puntata. E ora ho trovato una soluzione: ho detto a Tina che le silenzio il microfono. E infatti con l'aiuto dell'audio, quando esagera le abbassiamo il microfono. E ho risolto".

Poi uno si domanda perché sia una regina. Si preferisce però parlare dei dolci di Maurizio e di altre amenità. Eppure parlare di tv ai tempi del Coronavirus con Maria De Filippi in uno studio deserto e con una scrittura rivoluzionata dalla mancanza di feedback e dall'extra-time causa silenzio sarebbe stata una pagina di metatelevisione da incorniciare. E invece...

  • shares
  • Mail