The Real Housewives di Napoli, le sei protagoniste si raccontano a Blogo

The Real Housevives di Napoli, l’intervista multipla alle 6 protagoniste del nuovo docu-reality di Real Time.

The Real Housewives di Napoli debutta questa sera su Real Time: sette domande per sei protagoniste…

Dopo una lunga anteprima pay su DPlay Plus, arriva questa sera – venerdì 24 gennaio – alle 22.20 in chiaro sul canale 31 del DTT The Real Housewives di Napoli, nuovo docureality Real Time realizzato all’ombra del Vesuvio. Protagoniste, come ormai noto, sei esponenti della ‘Napoli bene’ che hanno scelto di mostrare al pubblico tv uno ‘spaccato’ della loro vita sopra le righe.

Ne abbiamo approfittato per chiedere a ciascuna di loro cosa le abbia spinte a partecipare, cosa vogliono (di)mostrare di sé e di Napoli, cosa intendano trasmettere al pubblico tv che sembra abbia sempre voglia di entusiasmo vesuviano (si pensi al recente Made in Napoli o alla tradizione ormai intoccabile de Il Castello delle Cerimonie, tutti prodotti in onda su Real Time). E in attesa di vederle all’opera, proviamo a conoscerle meglio attraverso le loro risposte.

Inutile dire che ve le presentiamo in rigoroso ordine alfabetico (per nome proprio di persona, così come si sono presentate ai telespettatori, insomma).

The Real Housewives di Napoli, Daniela Sabella

Breve bio: single, con una figlia, vive a Posillipo e organizza eventi nella sua villa. L’ossessione? Combattere l’età che avanza. 

Perché hai deciso di partecipare?

Il format originale è molto famoso in America, dove ho vissuto per tanti anni, per cui, quando mi è stato proposto di partecipare al cast (selezionatissimo), ho subito aderito. Inoltre sono attratta dalle nuove sfide e cimentarmi in cose nuove appaga la mia curiosità innata. 

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Vorrei dimostrare al pubblico, in generale, chi sono, ovvero una persona con valori, autoironia, fragilità, contraddizioni… Unica e speciale, come lo siamo tutti noi. 

Hai partecipato attivamente alla scrittura del programma?

Non siamo stati autori, ma con le nostre vite e con le dinamiche che si sono verificate tra noi abbiamo decisamente contribuito alla stesura della trama, che è davvero real… Reale al 100%.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

Le reazioni del pubblico sono state molto forti. Ci hanno criticato ma quel che non mi aspettavo era l’attenzione mediatica. In questo abbiamo fatto centro. E spero che il programma, al di là delle solite polemiche, piaccia e riesca a divertire il pubblico. Perché è questa la sua finalità.

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

Temo che nel programma non venga veramente fuori la nostra personalità per quel che è in realtà. Temo che ci giudichino donne superficiali e vuote, ma ognuna di noi ha la sua storia di dolore e difficoltà, proprio come tutti. La differenza è nel coraggio di essersi messe in gioco e nella nostra autoironia.

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

Francamente nulla. È stato tutto spontaneo e vero.

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

Non stiamo girando una seconda stagione, ma piacerebbe tanto a tutte. Speriamo si faccia!

 

The Real Housewives di Napoli, Maria Consiglio Visco Marigliano del Monte 

Nobili origini, laureata con master, funzionario dei beni culturali per il Ministero, è una conduttrice radiofonica e una scrittrice (all’attivo ha un romanzo erotico). Il suo vero amore è la cagnolina Chanty.

Perché hai deciso di partecipare?

Ho partecipato a questo programma perché mi sono fatta coinvolgere dall’entusiasmo e dall’appartenenza che avevo con una mia amica storica. Sono entrata in corsa verso la fine.

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Il mio desiderio è che si veda anche una Napoli diversa, di persone che hanno una storia, cultura, eleganza e più di tutto una realtà di vita con uno spessore.

Hai partecipato attivamente alla scrittura del programma?

Ho partecipato con passione ed entusiasmo, ma anche con lacrime e disagio per l’enorme differenza fra me e molte delle altre.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

Non mi vergogno a confessare che io non ho visto neanche una puntata intera. Non ne ho avuto il coraggio. E poi ho pensato che se non mi fossi piaciuta o se avessi rivisto certe situazioni brutte ed imbarazzanti mi sarei sentita male. Così ho anche evitato di leggere tutti i commenti negativi… e positivi.

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

Temo che non si colga una vita fatta anche di studi, di lauree, di impegno nel sociale e nell’arte. Temo, inoltre, che non venga compresa la mia ironia. Sono talmente vittima della mia ironia e della mia autoironia che per una battuta sarei pronta a perdere tutto…

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

Sarei più leggera, più distaccata e forse anche più stratega. Invece, poiché sono stata catapultata senza paracadute, mi sono fatta anche molto male.

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

Se ci fosse, cercherei di organizzarmi meglio, di contattare amici dello spettacolo e della cultura per creare delle situazioni diverse. Litigherei meno e creerei più complicità… e se potessi, organizzerei anche un weekend con tutte le altre. O alcune anche no!!!

The Real Housewives di Napoli, Noemi Letizia

Breve bio: la sua passione più grande sono i 3 figli; seguono i trattamenti di bellezza. Ma sul braccio ha tatuato il “Sii affamato, sii folle!” di Steve Jobs.

Perché hai deciso di partecipare?

Negli anni mi è stato offerto di tutto, ma non ho mai voluto accettare nessuna proposta. Questa volta però era diverso: avevo fiducia in chi me lo proponeva e ho colto al volo l’opportunità di raccontarmi a modo mio, senza interferenze, limitandomi a raccontarmi per come sono realmente.

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Di me per anni è stato ‘mostrato’ tutto quello che non sono. Adesso, forse, con questo programma potrò finalmente ‘dimostrare’ chi sono in realtà.

Hai partecipato attivamente alla scrittura del programma?

Se per scrittura del programma s’intende vivere la mia vita allora sì.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

Reazioni diverse… Come capita in tutti i reality ci sono gli amanti del programma e gli haters. Ma anche la critica è un successo.

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

Chi non comprende il normale evolversi di storie di vita di donne sta combinato male… in fondo non è così difficile decifrare l’utero.

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

È stato registrato lo scorrere della mia vita in quel momento. Se dovessi pensare di rifare cose in modo diverso, sarebbe lo scorcio di vita di qualcun altro, non la mia. Non bisogna mai guardare indietro ma andare sempre avanti.

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

Chi può dirlo… Sicuramente spero che una seconda stagione ci sia per la mia vita più che per il reality.

The Real Housewives di Napoli, Raffaella Siervo

Breve bio: mamma divorziata, vive a Torre del Greco e discende da una storica famiglia di commercianti di perle e coralli.  Ama definirsi “tutta originale”.

Perché hai deciso di partecipare?

Chiamata da una mia amica ho scelto di partecipare al provino e ho deciso di mettermi in gioco… puro divertimento!

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Al pubblico in generale vorrei dimostrare il mio concetto di ‘real inside‘, ovvero l’essere real nel modo di vivere, non semplicemente nel ‘contenitore’, inteso come aspetto fisico (sorride). Al pubblico non napoletano, aggiungerei che la donna vulcanica ha il tiro in porta e fa goal! (E ride di gusto, nda)

Hai partecipato attivamente alla scrittura del programma?

Non c’è stato nulla di scritto. È stato tutto reale, non abbiamo seguito nessun copione.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

Giusto un accenno di notorietà…

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

A mio avviso, il programma ha rispecchiato totalmente la mia personalità e parte della mia vita che non è fatta solo di feste o incontri con le amiche… per cui non temo nulla!

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

Devo essere sincera? ‘Sopprimerei’ Maria Consiglio (ride). Ovviamente scherzo!!! Va bene così! Sono soddisfatta!

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

Una seconda stagione? Vedremo il riscontro del programma. Io per la seconda edizione sono già prontaaaaaa! Io sono “oltre”! (E ride ancora, cristallina).

The Real Housewives di Napoli, Simonetta De Luca

Breve bio: psicologa, stilista, networker del benessere, Stella vive con le sue due figlie e con le sue due passioni: sport e motori. 

Perché hai deciso di partecipare?

Ho accettato perché, come dico anche nella mia presentazione, “le sfide sono il mio pane quotidiano”! L’idea di iniziarne una nuova mi ha stimolata da subito. Credo fermamente che la vita sia fatta anche di nuovi traguardi e di avventure capaci di farti superare i recinti quotidiani e la nostra comfort zone. Per questo non ho pensato neanche per un minuto: “Rinuncio”!

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Non credo di dover dimostrare nulla. Credo nel libero arbitrio, nella libertà e nel rispetto.  Napoli è, come ripeto sempre, una bella donna: quando la vedi la prima volta resti senza fiato, ma vivendola inevitabilmente te ne innamori! Credo che sarà così anche per il pubblico che seguirà il reality.
Napoli è una città magica, come i napoletani, e credo che questo appassionerà il pubblico di tutto il mondo, compreso chi ci punterà il dito contro.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

Ricevo ogni giorno tantissimi, ma tantissimi, messaggi da parte di donne, uomini, ragazzi di ogni età e, cosa straordinaria, anche dall’estero. Ne ricevo da America, Australia, Colombia… davvero incedibile! Rispondo  a tutti: mi sembra rispettoso e doveroso, essendo veramente un’ondata di ‘affetto inaspettato’. Il modo in cui parlano di me, come donna e madre, l’apprezzamento per essere sempre me stessa mi ripaga tanto. Ovviamente ne sono felicissima: considero ognuno di loro parte della mia famiglia.

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

In realtà non temo nulla: sono stata me stessa nel bene e nel male, sempre. Ciò che la ‘Queen’ è nel reality è anche nella vita: schietta, diretta, senza sotterfugi e falsi buonismi, una donna che è madre a 360°, imprenditrice di successo che lavora ogni giorno con più di 200 donne, compagna, amica…
Non temo i giudizi del pubblico… perché dovrei? Il pubblico è troppo intelligente per non comprendere se sei vero o meno!

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

Non cambierei nulla, neanche un minuto. Ogni momento per me è stato reale e in quanto tale merita rispetto. Ne ho fatto tesoro ed esperienza, come nella vita di ogni giorno.

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

No, non stiamo lavorando alla seconda edizione. Personalmente mi sto godendo appieno le emozioni della prima, come una madre che ha in grembo il primo figlio… ecco, mi sento così. Ma mai dire mai!

The Real Housewives di Napoli, Stella Giannicola

Breve bio: sposata e divorziata tre volte, Stella è titolare del più importante centro estetico di Napoli e i suoi “beauty party” sono eventi.

Perché hai deciso di partecipare?

Ho scelto di partecipare al provino perchè una mia amica si stava occupando di selezionare volti adatti per la versione italiana di questo format americano. Conoscendo già il format originale, mi sono incuriosita e ho voluto provare questa nuova esperienza. 

Cosa vuoi mostrare e dimostrare al pubblico non napoletano?

Si parla tanto di Napoli a livello nazionale e a volte non bene. In questo docureality credo che il regista abbia saputo interpretare la Bella Napoli, piena di sfaccettature, colori, tradizioni, cultura e gastronomia.

Hai partecipato attivamente alla scrittura del programma?

Tutto quello che è stato girato nel programma fa parte della mia vita quotidiana, del mio lavoro, del mio sociale.

Quali reazioni hai registrato dopo la messa in onda in anteprima su DPlay?

A Napoli sono già un volto noto perché ho sempre fatto molta pubblicità per i miei istituti di estetica, sponsorizzandoli sempre in prima persona. Ho notato un incremento dei follower sui miei social, ma anche commenti negativi da parte degli haters, fregandomene altamente.

Cosa temi che non venga compreso di te e del programma?

Sono sicura che possano essere apprezzate sia la nostra bellezza interiore sia quella esteriore, senza soffermarsi sulle apparenze. Concedersi un lusso o collezionare scarpe e borse non è necessariamente indice di leggerezza, ma di passione: e la mia passione più grande è lo champagne.

Potendo rigirare scene e momenti del ‘reality’, cosa faresti diversamente?

Cercherei di essere più naturale e meno accomodante nei confronti delle “mie amiche”.

State lavorando a una seconda stagione? Se sì, modificherete qualcosa?

Non sappiamo ancora se ci sarà una seconda stagione. Io mi auguro ci sia perchè è stata un’esperienza nuova, frizzante nella quale mi sono divertita davvero molto.