Programmi Rai interamente pagati da pubblicità quanti e quali sono?

Chi l’ha visto?, Linea Blu, Wind Music Awards e Festival di Sanremo incassano in pubblicità più di quanto spendono

Quali e quanti sono i programmi Rai che coprono la totalità delle loro spese grazie alla pubblicità? Una risposta – sorprendente – arriva dal documento reso noto dalla tv pubblica alcuni giorni fa e che fa riferimento all’anno 2017.

Le trasmissioni autosufficienti si contano sulle dita di una mano, essendo soltanto quattro. Si tratta di Chi l’ha visto? (Rai3), Linea Blu, Wind Music Awards e il Festival di Sanremo (Rai1). Tutti gli altri programmi in onda sulle reti Rai hanno bisogno del contributo del canone, chi più, chi meno. La classifica con le prime 21 posizioni la trovate in apertura di post.

C’è da osservare che rispetto al 2017, la situazione non dovrebbe essere cambiata molto oggi, in considerazione del calo della raccolta pubblicitaria complessiva e del fatto che oggi come nel 2017 la Rai può trasmettere messaggi pubblicitari in quantità minori rispetto alle emittenti private (la pubblicità sulla Rai non può eccedere il 4 per cento dell’orario settimanale di programmazione e il 12 per cento di ogni ora).

Per la Rai tra i programmi di natura artistica, ossia quelli che aggiungono un “valore editoriale” grazie al “racconto scientifico, divulgativo, del sapere e dello spettacolo”, alcuni hanno un “valore aggiunto”, sono, cioè, capaci di coprire quantomeno il 40 per cento dei loro costi complessivi con i ricavi pubblicitari. In queste specifiche trasmissioni, i compensi delle “prestazioni artistiche” – ad esempio i compensi dei conduttori – sono sempre coperti dai ricavi pubblicitari.

Ultime notizie su Festival di Sanremo

ll Festival di Sanremo, anche conosciuto come il festival della canzone italiana, è un evento musicale e di costume nato nel 1951, approdato in TV nel 1955.

Tutto su Festival di Sanremo →