Gomorra, Ciro è vivo: lo rivela il trailer de L'Immortale

Il trailer de L'Immortale, il film diretto da Marco D'Amore sul personaggio di Ciro Di Marzo, rivela che quest'ultimo non è morto come fatto credere nella terza stagione di Gomorra

L'Immortale è veramente immortale, anche se ci sono voluti due anni ed un film per averne conferma. Ebbene sì: Ciro Di Marzo, il co-protagonista per tre stagioni di Gomorra-La serie interpretato da Marco D'Amore, non sembra essere morto come ci aveva fatto credere il finale della terza stagione. Lo si evince dal trailer del film "L'Immortale", che uscirà nelle sale il 5 dicembre prossimo e pubblicato online in anteprima da Fanpage.

I fan della serie di Sky ricorderanno che Ciro era stato ucciso da Genny (Salvatore Esposito), a bordo di una barca, ed il suo corpo era stato gettato in mare. Il trailer, però, riporta in vita il personaggio, che troviamo vestito proprio come l'ultima volta che lo abbiamo visto e su una barella di un Pronto Soccorso. "Allora è vero quello che si dice", si sente da una voce fuori campo, "l'Immortale non lo uccide nessuno".

Il trailer, dopo questa rivelazione, si sposta su due linee temporali: una è l'infanzia del piccolo Ciro (Giuseppe Aiello) e la sua educazione sentimentale, l'altra è quella che sembra essere la nuova vita del personaggio dopo i fatti della terza stagione. Una vita che lo porta in Lettonia, alle prese con un nuovo business criminale ed un pericoloso boss.

"Non ho paura di morire perché io sono già morto", dice Ciro a conclusione del trailer, sancendo così definitivamente la sua rinascita. Il film, diretto dallo stesso D'Amore, è prodotto da Cattleya (parte di ITV Studios), con Vision Distribution ed in collaborazione con Sky, TIM Vision e Beta Film.

Come già precedentemente annunciato, la pellicola servirà a collegare la quarta e la quinta stagione di Gomorra (la cui data di uscita non è ancora stata annunciata). Non un semplice film stand-alone, quindi, né un approfondimento sul passato di Ciro, ma un vero e proprio tassello che servirà ai telespettatori per capire meglio i prossimi episodi. E, probabilmente, per prepararli al ritorno dell'Immortale a Napoli.

  • shares
  • Mail