Palinsesti Rai autunno 2019: tutti i programmi, conduttori e dichiarazioni (conferenza stampa)

Upfronts Rai per l'Autunno-Inverno 2019.

  • 12.16

    Sta per iniziare la conferenza stampa di presentazione dei Palinsesti Rai. Pronti ad aggiornarvi in tempo reale...

  • 12.29

    Annuncio ufficiale... pochi minuti e si parte.

  • 12.35

    L'Ad Rai Salini sale sul palco per parlare delle novità della Rai: "Vuole cambiare percorso, la Rai non deve dimenticare nessuno, è inclusiva. Questo ci serve anche per cambiare qualcosa"

  • 12.36

    Direttori Rai sul palco: De Santis, Freccero, Coletta. Elena Capparelli su Rai Play: "In autunno, la Rai diventerà protaginista del mercato, dei servizi over the top. Ci sarà un canale autonomo, editorialmente, con una offerta digilale dedicata. Cambierà pelle, ci sarà una proposta per una nuova fruizione, via smart tv, su tutti i device. Un momento straordinario perché c'è una visione industriale nuova, ci sono nuove abitudini di consumo". Grande archivio delle TecheRai, un box set per il passato e uno per il futuro. "Sarà un laboratorio dove sperimentare nuovi format".

  • 12.43

    Teresa De Santis prende la parola: "Dai Rai 1 ci si aspetta il rispetto delle tradizioni, la rete che deve innovare con grazia e con garbo. Una rete con un pubblico principalmente femminile, fatta con mestiere anche da molte donne. Elementi classici (Tale e quale show) ma che anche nell'autunno ha un alto tasso di novità. Siamo andati a cercare di ricostruire un percorso, una vicenda sui cantautori: una grande tradizione, riscontro. Abbiamo messo in piedi una linea di narrazione con Enrico Ruggeri, autore di titoli che alle donne hanno dato grande riscontro".

  • 12.48

    "Una vita da cantare, una narrazione che sarà di grande spettacolo nella tradizione d pop di Rai 1. Mara è un format, le ha permesso di rilanciare "Domenica In" ed è giusto che sia lei a portare il programmazione emozione/intrattenimento su Rai 1, La porta dei sogni". Ci sarà anche The Masked Singer nel 2020.

  • 12.50

    "Cerchiamo di raccontare sempre di più e tenere un occhio all'innovazione" conclude la De Santis.

  • 12.50

    Carlo Freccero, Rai 2: "Una puntata straordinaria con Arbore, identità di Rai 2, dedicata a Carosone. "Maledetti amici miei", Veronesi, Papaleo, Rubini e Haber protagonisti. "Svelano le cose di loro e sui loro colleghi che non hanno mai svelato. E gli ospiti non sanno cosa potrà capitare a loro in questa 'serata d'onore'. Due conferme: "Il collegio", una macchina del tempo che ci proietta in un passato prossimo. Questa volta sono gli anni 80, di moda adesso. Gli anni 80, davanti a questa austerità che ci ha rattristato, ci ricorda un'epoca molto bella. Poi "Stasera tutto è possibile" con Stefano De Martino. Per ultimo, il ritorno di Che tempo che fa. Lo conosco da tanto tempo, quello che è utile è che porta a Rai 2 due elementi che la rete non ha: apre la porta all'internazionale, è capace di portare personaggi di grande fama. Di fronte ad una tv ormai ripiegata nel reality, lui riesce sempre ad aprire all'esterno, al fuori. Sono cose che mancavano a Rai 2".

  • 12.54

    Stefano Coletta, Direttore Rai 3. Da settembre ci saranno varianti, impegno e sorrisi. "In questi ultimi anni è la grande madre di Woody Allen, partorisce figli e creature, con grandissimo riscontro di pubblico. Siccome ci piace tanto l'innovazione, non ci perdiamo di coraggio e creiamo nuovi figliocci. Grande novità un programma della band di Serena Dandini, si chiamerà "Assemblea generale". Cercheremo di fare una lettura sorridentissima della realtà graffiante, con grandissimi novità e ritorni. Un paio rallegreranno le serate del giovedì di Rai 3. Grande acquisto per la rete, Filippo Timi, con "Schianto": anche con lui rideremo molto con la parodia e un linguaggio nuovo della televisione generalista. E non mancherà il ritorno della grande Raffa. Torneremo con un formato molto legato all'intervista ma impianti scenici di sorprese. Il modulo della narrativa confessionale aggiungerà grandi sorprese anche da Raffaella".

  • 12.58

    Si passa alle fiction. Prende la parola Eleonora Andreatta, direttrice Rai Fiction: "E' la grande fabbrica del racconto del Paese, più di 250 quelle del prime time. La Rai è nella major league della produzione internazionale. Abbiamo alzato, nella prossima stagione, la qualità. Lavorando sulle serie tv amatissime dal pubblico di Rai 1. Dall'altra parte abbiamo lavorato sull'innovazione, sono più di 15 i titoli nuovo nell'autunno/primavera. Tutto questo avendo al centro i talenti affermati e quello giovane. La Rai è una fabbrica che aiuta i giovani ad esordire e a crescere. La Rai ha attratto anche grandi autori e registi alla tv, cosa che prima non avevano mai fatto".

  • 13.03

    Fiction con elementi di trasgressione? La De Santis conferma, "sempre con misura". "Ci sono due elementi caratterrizanti, il commissario Schiavone, che ereditiamo con piacere da Rai 2. Una figura un po' bordeline. Crime d'autore come quella di Imma Tataranni, personaggio creato da Mariolina Venezia"

  • 13.06

    Freccero: "Volevo essere una rockstar", una nuova fiction per Rai 2. "Rappresenta la contemporaneità". Racconta una protagonista neoproletariato del nord est italiani, una novità assoluta, racconta gli amori e le nevrosi di eroi non borghesi. La seconda fiction è "Il cacciatore", ha ricevuto un sacco di premi, c'è un personaggio nuovo, mafioso, molto inedito nel panorama del racconto della mafia. Per me non è un poliziesco ma un noir"

  • 13.11

    Si passa alla parte dedicata a Rai Cultura. "La Rai parte quest'anno con il racconto di Raiplay che si fa editore. Bellezza, creatività e memoria le parole chiave. Inclusività significa portare anche la grande musica nelle case degli italiani, su Rai 5. Con Rai 1, porteremo tutti gli italiani alla Scala, la Tosca, il 7 dicembre 2019. E lavoreremo a grandi concerti, ad esempio quello di Natale. Il 10 settembre, su Rai Storia, si aprirà la stagione con uno speciale su Mike Bongiorno. Anche un altro dedicato a Fausto Coppi, senza dimenticare la figura di Carlo Cattaneo e sulle donne del Risorgimento".

  • 13.18

    Elena Capparelli, RaiPlay: "L'offerta sulla cultura sarà ricchissima. Avremo un catalogo ricchissimo e originale di documentari. 10 appuntamenti della durata di 15 minuti con Piero Angela. Produzione interna con un team di giovani divulgatori, puntate monografiche. Un nostro regalo di Natale".

  • 13.22

    Cinema e serie, ingredienti chiave per la prossima stagione. Rai, con Rai Cinema, ha anche un ruolo importante nella produzione. Tra i titoli delle pellicole e serie tv, Elle, Jungle, Narcos, la saga di Resident Evil, A casa tutti bene, Sirens, Non ci resta che il crimine

  • 13.32

    Coletta, Rai 3. Confermati programmi di informazione e inchieste. Tra questi, Chi l'ha visto (con Federica Sciarelli), Amore criminale, Storie maledette, Report, Carta bianca. Sabrina Giannini in prima serata con "Indovina chi viene a cena". Giorgio Zanchini sostituisce Augias.

  • 13.35

    De Santis, Rai 1: "Tutta la seconda serata di Rai 1 è legata all'informazione, al sabato sera "Io e te di notte", lato più varietà (con Diaco) in una versione 2.0. 2 serate di Tv7 e Speciale tg1. Ci sarà un lunedì di inchiesta che inauguriamo con Franco Di Mare, dal titolo "Frontiere". Immancabile Marzullo.

  • 13.41

    Rai Sport, parla Auro Bulbarelli: "Dopo 15 anni la Rai torna a produrre anche le gara di sci". Poi Tokyo 2020, Nazionale Under 21, Nuoto e canottaggio. 200 ore di Olimpoiadi nel 2020.

  • 13.46

    Confermati Lorella Cuccarini e Alberto Matano a La vita in diretta. "Vieni da me", da lunedì a venerdì con Caterina Balivo.

  • Eleonora Daniele al comando di "Storie italiane" dal 9 settembre alle 10.30. Il paradiso delle signore 2 in onda dal 14 ottobre alle 15.40. Unomattina in famiglia, sabato e domenica, con Monica Setta e Tiberio Timperi.

  • Italia Sì dal 14 settembre alle 16.,45 con Liorni (al sabato, confermato). Domenica In torna dal 15 settembre con Maria Venier. Alle 17.35, Francesca Fialdini con "A ruota libera". L'eredità torna con Insinna dal 23 settembre. Amadeus con "I soliti ignoti" dal 16 settembre.

  • Tale e Quale Show dal 16 settembre, Una vita da cantare (condotto da Enrico Ruggeri) al sabato dal 16 novembre. Venti anni che siamo italiani, condotto da Gigi d'Alessio e Vanessa Incontrada, in onda dal 29 novembre.

  • La porta dei sogni di Maria Venier in partenza dal 20 dicembre 2019.

  • 14.00

    Daytime Rai 1: "La mattina ci viene richiesta pi+ informazione, al pomeriggio informazione ma con più orientamento all'intrattenimento. Una stagione estiva del daytime ci sta dando delle soddisfazioni e quindi ci sembra giusto fare delle conferme. Abbiamo individuato una coppia molto forte, Lorelal Cuccarini e Alberto Matano. Un passaggio che considero un volano importante è "Il paradiso delle signore", un elemento che è cresciuto dal 9 a 17,2, Nel daytime c'è molto territorio, confermato al sabato e alla domenica con Linea Verde"

  • 14.13

    Fiorello in video: "Siamo pronti per questa avventura che mi ha fatto dire "Chi me l'ha fatto fare". Avventura su Raiplay. Salini: "Un progetto unico a livello mondiale, 18 show live su Raiplay, preceduti su 5 access su Rai 1. Un progetto multimediale e multipiattaforma". Dal 4 novembre.

  • 14.16

    Domande dei giornalisti. Sanremo e Antonella Clerici. Salini: "Su Sanremo, sarà il 70esimo. Ci stiamo incontrando, volevamo aspettare la presentazione e metterci al lavoro la prossima settimana su Sanremo". De Santis: "Antonella è una figura storica della Rai. Ho visto i programmi che aveva fatto, ha accettato sempre di fare sperimentazione con programmi non adatti, Non sempre ha dato il massimo del risultato. Lei è una risorsa e abbiamo ragionato su cose da fare nella prima parte dell'anno. Abbiamo in cantiere un progetto molto bello dedicato al racconto e agli anni che ci sono stati. Vorrei ringraziare Techerai per il lavoro che hanno sempre fatto".

  • 14.20

    "Gli ascolti ci premiano, non ritengo ci siano stati errori", risponde la De Santis in merito alle polemiche e scelte dei conduttori del daytime estivo. Salini: "La Rai ha un'offerta di contenuti più alta in Europa. Poi c'è anche un tema o aspetti, su cui la stampa si concentra, quello della conduzione. Si analizzano le scelte, con ogni autonomia del direttore di rete. Credo che il confronto sia sano e positivo".

  • 14.30

    Salini: "Non ho contattato Mogol ma è un ipotesi che non escludiamo". Risposta come sopra, lavoreranno dalla prossima settimana. Freccero: "Il programma di Fazio si divide in 2 parte, 19.38-20.29 ("Che tempo che farà"). Dovrebbe esserci il mago Forest con lui. Alle 21.05-23-29, un programma che si sta riscrivendo con alcune novità più giocate sull'intrattenimento ma sempre con due interviste importanti". Parte il 29 settembre. In studio un programma in primavera, tipo "Anima mia" ma siamo ancora molto lontani dalla precisione dello storytelling e format.

  • 14.32

    Freccero: "Pechino Express lo farà Costantino, dobbiamo entrare nella scelta del cast, entro metà agosto o anche prima. Simona Ventura farà un programma nel 2020, il palinsesto deve essere programmato anche nel 2020. Avrà un programma musicale, è sicuro, e nel 2019 un programma sportivo dalle 12 alle 13 nel weekend. E sarà la voce narrante de "Il collegio".

  • 14.36

    Daniele Luttazzi? "Mi sono accorto che in 5/6 mesi non puoi fare miracoli. La richiesta economica di Luttazzi ha rallentato la trattativa. Il terzo motivo, l'ultima manifestazione sua, di Santoro, c'erano tre componenti forti: potere, religione e sesso. Io sul potere e sul sesso non ho nessun problema. In questa epoca, invece, la religione diventa un motivo molto duro e difficile... io lotterei per avere Luttazzi ma la sua satira ha quei tre fondamenti precisi".

  • 14.39

    Salini: "Noi avevamo un contratto, avevamo esercitato una opzione sul grado di esclusività. Abbiamo presentato un reclamo". Sulla Champion's.

  • 14.45

    De Santis: "Monica Sette conduce Unomattina in famiglia con Timperi anche se trovo singolare definire sovranista un palinsesto o delle persone... non ho nulla contro quel termine ma non etichette non coerenti..."

  • 14.48

    "Io vorrei fare La talpa ma mi danno sempre dei budget molto ridotti. Se io potessi rimanere, è uno di quei programmi che, secondo me, ha qualcosa di contemporaneo. Si confonde con la teoria dello stato profondo... La talpa ha una sua contemporaneità..."

  • 14.51

    La direttrice Rai Fiction conferma la lavorazione del Commissario Riccardi. De Santis racconta che durante l'incontro, la stessa Cuccarini voleva proporle di fare "La vita in diretta". Pensiero condiviso dalla stessa direttrice di Rai 1.

  • 14.56

    Freccero: "Prima di decidere i programmi ho l'impegno morale di parlare con l'A.D... con Salini... Per motivi di coordinamento palinsesti, Detto fatto parte alle 14,45. Music Farm per la Ventura? Ci sono tante idee, l'idea più bella su Rai 1, The Masked Singer..."

  • 14.59

    The Masked Singer chi lo farà? Milly Carlucci? De Santis: "E' un format internazionale che sta ottenendo successo. Non sarà presente nel 2019, ci sta lavorando Milly Carlucci da tempo, andrà in onda nel 2020". Autunno?

  • 15.02

    SalinI: "Se Freccero vorrà, continueremo a collaborare dopo il 28 novembre... a me piacerebbe se lui fosse disponibile"

  • 15.03

    La conferenza stampa termina qua.

Palinsesti Rai autunno 2019 in diretta: le anticipazioni

La Rai presenta il suo palinsesto Autunno-Inverno 2019 agli investitori pubblicitari e alla stampa oggi, martedì 9 luglio. Per la prima volta dopo anni, la presentazione si svolge solo a Milano e non a Roma, sede 'istituzionale', della Tv di Stato.

L'appuntamento è per le 12.00 negli spazi dell'ex Fiera di Pioltello, location che ha sollevato critiche per l'opportunità e per i costi: la polemica ha spinto la Rai a precisare che gli upfronts sono sul budget di Rai Pubblicità e che la Fiera - dove è stato realizzato anche lo speciale con Roberto Bolle in onda a Capodanno - "ha offerto le migliori condizioni economiche e logistiche". Anzi, la Rai ricorda di essersi mossa sulla via del risparmio tagliando l'appuntamento di Roma, una scelta all'insegna della "miglior razionalizzazione dei costi" che vuole essere il biglietto da visita della nuova 'Rai del cambiamento.

E così mentre Mediaset, che sembra sempre più in difficoltà, ospita stampa e investitori a Santa Margherita Ligure, la Rai taglia il doppio appuntamento upfronts (che simboleggiava anche l'unone delle due principali capitali televisive italiane, oltre ad una funzione 'politica' e una squisitamente giornalistica) e si 'rintana' a Milano. E dire che la sua presentazione 'naturale' sarebbe dovuta avvenire nella Capitale. Ma questa è un'altra storia.

Appuntamento alle 12.00, quindi, con la presentazione dei Palinsesti Rai live su Tvblog.

  • shares
  • Mail